Dal recupero di una cascina del ‘600

Dal recupero di una cascina del ‘600 un interno dal raffinato comfort

L’azienda piemontese L’Arte del Rovere Antico nasce negli anni ‘70 da una felice intuizione: le vecchie travi di rovere e i pavimenti che allora nelle ristrutturazioni venivano scartati, potevano diventare materia prima per la costruzione di mobili e arredamenti di alta qualità artigianale. Mobili, ma anche travi e pavimenti in legno antico.

Nel recupero di questa storica cascina del ‘600 i tre soci che portano avanti l’attività artigiana di Arte del Rovere Antico hanno superato sé stessi: la ristrutturazione è stata fatta mantenendo (dove possibile) le antiche travi della copertura
e gli architravi sopra alle porte, perseguendo il recupero minuzioso di tutto il materiale preesistente; là dove era ammalorato lo si è sostituito con parti di recupero per conservarne lo spirito e la patina. Si sono ripristinate anche le
originali voltine in mattone dei soffitti tra una trave e l’altra.

Nelle foto: Del grande soggiorno a più zone si può apprezzare la fluidità dello spazio e la bellezza dei materiali: dal pavimento in legno alle travi, fino al cotto dell’arco e delle pareti.
Un pittoresco arcoribassato con mattoni a vista incornicia un divano bianco davanti a una parete che lascia intravedere alcuni mattoni e pietre della struttura.

Open Space in un rustico

Se si vuole abitare in un rustico nato per la vita contadina di un tempo, come rimediare agli spazi angusti o troppo grandi di quegli ambienti nati per tutt’altre esigenze? Hanno spesso camere piccole, perché facili da riscaldare, o stanzoni molto grandi per stivare il fieno e depositare i raccolti; oggi invece vogliamo spazi fluidi, ben proporzionati e con grandi finestre. Quel che quasi tutti i ristrutturatori di rustici in Italia fanno è aprire nelle spesse pareti di pietra alcuni grandi archi, che non snaturano il lato strutturale della costruzione, ma permettono percorsi più facili e un’immagine meno bloccata degli interni. Naturalmente allargano anche le finestre esistenti e ne aprono di nuove; dopodiché il gioco è fatto, la “povera” casa contadina diventa una magione che unisce al piccante sapore di rustico un comfort anche psicologico da grande villa. E senza averne i costi. L’importante è che il ristrutturatore sappia il fatto suo e i suoi interventi risultino “naturali” e non fatti adesso. I più bravi e con più lunga esperienza sanno come fare: utilizzare il più possibile quello che c’è, restaurare il restaurabile e, se si devono fare delle sostituzioni o delle aggiunte, ricorrere a materiali di recupero ricchi della patina del tempo. E’ questa anche la filisofia che da trent’anni ha unito i tre soci dell’Arte del Rovere Antico di Riva di Pinerolo in provincia di Torino.

In un ambiente così ben restaurato l’arredamento, numericamente ridotto, è costituito da pochi elementi ormai classici, come il divano bianco con piccoli ed eleganti braccioli o il tavolinetto di cristallo trasparente: tutti elementi che non appesantiscono l’ambiente ma lo rendono raffinato e prezioso. I muri interni, là dove ne valeva la pena, sono stati scrostati lasciando in vista mattoni e pietre originali, che sembrano riaffiorare da un tempo lontano e pieno di fascino. Per la tinteggiatura è stato scelto un bianco scaldato con un po’ di giallo: una tinta calda e molto luminosa; anche il rovere non è stato scurito e riflette la luce in morbidi toni mielati. Nel salone principale (ricavato nello spazio precedentemente adibito a stalla), è stata recuperata l’antica e simpatica mangiatoia. Un restauro e un riarredo esemplare che fa onore a questa ditta presente sul mercato ormai da trent’anni.

L’antiquariato di domani

l’amore per il legno e per le cose belle, il gusto per il dettaglio che impreziosisce, l’intervento della mano dell’uomo che imprime il suo segno, portano ad arredamenti senza tempo.

Una concezione dell’arredamento che parte dalle esigenze e dai gusti del cliente e li interpreta con l’antica sapienza artigianale del legno lavorato dalla mano dell’uomo, con l’amore per il bello e col gusto del dettaglio perfettamente
curato: questo è Bombara arredamenti. Infatti, ha concepito una progettazione di spazi a misura d’uomo, dove le nuove proposte si affiancano al gusto della tradizione.

Nella foto possiamo ammirare una cucina in muratura realizzata da Bombara Arredamenti. Le parti in legno sono di massello di larice anticato, tinto noce e cerato per
uniformare il colore della cucina con il soppalco.

Nessuna realizzazione è simile a un’altra, perché diversa è la loro lavorazione eseguita completamente a mano, come diverse sono le persone che abitano la casa. Nel laboratorio nascono veri e propri “gioielli d’arredamento”: non si possono definire altrimenti, poiché ogni realizzazione è frutto di una sapiente combinazione fra i desideri e le necessità del cliente e l’interpretazione degli stili classici nell’arredamento. Per questo calza loro a pennello la definizione di “antiquariato di domani”.

Il legno protagonista della costruzione

Oggi il legno è sempre più protagonista in edilizia, per la sua naturalità ed ecologicità, per la sua solidità e capacità di isolare e per la sua convenie
nza economica.

Il sistema “blockhouse”, (utilizzato da Wood Albertani con la divisione Albe Case), prevede l’impiego di tronchetti in legno massiccio o lamellare di varie essenze e dimensioni, squadrati o stondati, con doppia o tripla lavorazione a maschio e femmina, i quali vengono sovrapposti verticalmente tra loro fino a formare la parete divisoria o portante con incastri orizzontali ad ogni incrocio di parete.

Nelle foto vediamo una bella casa realizzata col sistema prefabbricato in legno detto “blockbau”, con pareti esterne e portanti interne in abete massiccio o lamellare, in spessore 50 mm con trave ad 1 incastro, 90 mm con trave a 2 incastri o 120 mm con trave a 3 incastri, piallate su 4 lati e fissate su un basamento in C.A. con piastre metalliche.

Per funzionare e per arredare

Se il diamante è per sempre, anche la plastica non scherza quanto a durata. Il che non è un difetto ma un pregio,
di particolare importanza negli oggetti per la casa.

Casse, cassettine, cassette, cassettiere, imbuti, portaposate, scolapiatti, seggiolini impilabili per bambini, gerle, cestelli, pattumiere, box per giocattoli, portabiancheria, portabottiglie, carrelli, colini, ciotole, spremiagrumi, vaschette formaghiaccio, palette, catini… una lista infinita. Sono oggetti per la casa in plastica. Leggeri, sicuri, infrangibili, inodori. Colorati, allegri, funzionali, duraturi.

Fioriere e portavasi, da appendere o da appoggiare.
La versatilità è una delle caratteristiche degli oggetti
in plastica, come questi della collezione Stefanplast.

Ecologici, perché non si consumano tanto facilmente e si riutilizzano in mille modi: sono sempre a disposizione, sempre come nuovi. Igienici, facilmente pulibili. Chi è in grado di pensare una casa moderna priva di questi oggetti di assoluta necessità? Ma hanno anche forme aggraziate: e diventano complementi di arredo, sempre giovani e scanzonati.

Eleganza e sicurezza per la stufa

Un calore “alternativo”, il focolare chiuso da un cristallo trasparente, fa del riscaldamento un’arte per vivere meglio.

È come un’arzilla vecchietta, a vedersi. Ma dentro è tutta fuoco. Piena di energia, e canticchia con dolci note che sembrano provenire da lontano, da un altro universo. La stufa con piano cottura, perla inevitabilmente del tempo
andato. Ma non c’è nostalgia nel suo volto: è nuova e funzionale, oggi come sempre.

Un disegno accattivante: sulla forma a prisma dalle linee semplici si innestano pannelli che con eleganza rifiniscono la presentazione esterna della stufa, un oggetto che ha
sempre rappresentato un po’ il cuore della casa. Oggi lo sportello in vetro consente di godersi lo spettacolo della fiamma, in tutta sicurezza. E’ un prodotto Lamberto Vescovi, dove l’eleganza è di casa.

La pietra come opera d’arte naturale

Le ere geologiche hanno scolpito le viscere della terra e le hanno modellate: il risultato sono le pietre, dai colori e venature di grande bellezza, divenute preziosi elementi per decorare la casa.

La pietra può diventare una vera e propria opera d’arte naturale che abbellisce e decora la casa: è questa la filosofia di International Slate Company, che dalle iniziali cave liguri d’ardesia ha allargato il suo campo di azione ad Africa, America, Asia per offrire una maggiore varietà di pietre e una migliore qualità. Il muro diventa un’opera d’arte grazie ai nuovi Murales,disponibili in dieci colori, da Artesia, l’originale pietra preziosa che rende unico angolo della casa e del giardino. Pietre naturali selezionate che soddisfano il gusto raffinato di chi ricerca materiali naturali ma resistenti per vivere in
libertà sensazioni semplici e intense come solo la natura sa offrire e impossibili da imitare.

Nelle foto: vediamo una bella realizzazione con Artesia Murales di International Slate Company: le pietre, in due spessori, 9 e 14 mm, tre larghezze, 3, 4,5 e 6 cm, e lunghezza a correre, si adattano perfettamente anche a superfici curve. Sotto, un pavimento di quarzite della linea Artesia Quarziti, disponibile in un’ampia gamma di colori, dal verde al dorato al rosa, anche in mix per una bellissima sfumatura mélange, e formati; semplice da pulire, la sua superficie
mantiene il colore naturale invariato negli anni e riduce al minimo anche il rischio di macchie.

Artesia Murales si adattano anche agli esterni grazie all’utilizzo di pietre resistenti al gelo e agli agenti chimici, dato il basso grado di assorbimento, e che non si macchiano. Artesia Quarziti è una gamma di pietre naturali con un’alta percentuale di quarzo, particolarmente indicata per le applicazioni esterne nella versione stone, a spacco naturale su entrambe le facce, ma splendide anche all’interno nella linea easy, che offre un materiale rettificato e semplice da posare, con la faccia a vista a spacco naturale e il retro spianato. La superficie risulta particolarmete resistente ai calpestii e scheggiatu
re per l’elevato grado di durezza e assolutamente ingeliva, per il basso tasso di assorbimento.

Case di legno tra presente e futuro

Il legno è uno dei materiali costruttivi più antichi, che oggi trova sempre maggior favore per i suoi elevati standard qualitativi e per le sue doti di comfort e di abitabilità.

Il legno,uno dei più antichi materiali da costruzione conosciuti dall’uomo, è una materia prima eco-biologica, fono e termoisolante, che permette di vivere in un’abitazione sana, priva di umidità e di muffe. Inoltre, la notevole coibenza termica permette di avere un ottimo risparmio sul riscaldamento (almeno il 50%), con la garanzia di un ambiente fresco d’estate e caldo d’inverno.

Le abitazioni di Case Dani sono davvero calde ed
accoglienti, abitabili velocemente e da vivere subito…
La fornitura può essere completa, organizzata per il "chiavi in mano", dalle tegole ai sanitari, con un’ampia scelta dei materiali.

Da più di trent’anni Giulio Daniele, il fondatore di Case Dani, azienda in crescita costante, costruisce case prestigiose, prefabbricati di qualità. Tutta la gamma è realizzata in legno di "Abete del Nord" di primaria scelta, proveniente da Finlandia e Svezia. Oggi sempre più persone si avvicinano al prefabbricato per la loro prima abitazione, e cercano alti standard qualitativi; infatti il 90% della produzione delle Case Dani è dedicato a queste. Ciascun singolo modello delle Case Dani è rifinito artigianalmente in ogni minimo particolare.

Scenografie naturali per arredare

Comporre un ambiente domestico con le rocce: non per tornare all’età della pietra, ma per ritrovare il fascino della novità e disegnare ambienti tutti da scoprire

Un teatro in giardino: un’ambientazione che ricorda i parchi fantasiosi dalle scenografie inconsuete, dove la roccia rievoca scoscesi pendii e disegna antri misteriosi: come si usava nelle ville patrizie. Anche un terrazzo, o un ambiente domestico, come un bagno, diventano luoghi ricchi di fascino. Arredare con le rocce vuol dire esplorare un mondo nuovo.

Un bagno turco, di per sé ha qualcosa di esotico.
Di provenienza orientale, ma molto usato nel Nord Europa. Proprio per questa connessione nordica, siamo
abituati a pensarlo con le semplici e spoglie pareti in legno, ambienti austeri e vuoti, densi di vapori. La proposta di Riminirock, div. Lega Costruzioni, ha l’impatto
della novità eclatante: un bagno turco dalla scenografia
rupestre; è un po’ come creare un mondo diverso, fare
di un’ ambientazione teatrale un ambiente di vita.

Isolare bene è fondamentale

Difenderci da caldo, freddo e rumori è della massima importanza (oltre che un obbligo di legge) ma nello stesso tempo è opportuno assicurare la ventilazione del tetto.

Una buona copertura ed un buon isolamento con ventilazione (assicura l’allontamento dell’umidità e un maggior benessere termico estivo) garantiscono comfort, sicurezza e durata nel tempo delle strutture edili.
Punta di diamante tra i prodotti termoisolanti, Stirostamp Ventilato, prodotta e commercializzata da POLIS Italia.

Sopra vediamo un particolare della lastra di Stirostamp Ventilato, che garantisce un’ ottima tenuta all’acqua e si configura come un vero sistema di sottocopertura.

E’ una lastra di sottocopertura per tetti ventilati, realizzata in polistirene espanso stampato sintetizzato preformato.
Un prodotto sottoposto a continui aggiornamenti volti ad ottimizzare le prestazioni e la funzionalità in fase di posa in opera. Stirostamp ventilato garantisce i migliori risultati in termini di elevati standard di isolamento termico e benessere
abitativo.

Le stufe per il nuovo millennio

Un calore “alternativo”, il focolare chiuso da un cristallo trasparente fa del riscaldamento un’arte per vivere meglio.

Le nuove stufe della KarniaFire sono l’evoluzione delle tradizionali stufe ad accumulo in muratura o maiolica ma con pesi contenuti ed ingombri limitati. Grazie alla tecnica costruttiva e alle specifiche caratteristiche dei materiali utilizzati
si ottengono alti rendimenti con basso inquinamento e consumo.

Nelle foto, la stufa KarniaFire dalla linea moderna con rivestimento di pietra ollare (in alternativa si possono scegliere il basalto lavico, vari graniti o maioliche, proposte in molteplici tinte); l’aspetto più importante però è il suo cuore, un contenitore in acciaio speciale, da 3mm di spessore, che racchiude ermeticamente la camera di
combustione, composta da elementi modulari, effetti
scaldanti.

Ceramica, una storia di bellezza

I pregi dell’arte pittorica e scultorea si ricongiungono in oggetti preziosi che riscaldano e insieme arredano la casa.

Quanti oggetti si realizzano con la terra! Interi edifici coi laterizi, vasi e suppellettili con la ceramica dove il gusto ornamentale e l’utilità si fondono. La ceramica costituisce forse l‘espressione più compiutamente elaborata dell’arte di trasformare la
terra, e ci d&agr
ave; oggetti che recano un ineguagliabile guizzo di colore agli ambienti domestici. Se con la
pittura l’arte del disegno ricava immagini dalle ampie prospettive anche su superfici limitate, se nella scultura la tridimensionalità della forma propone vibrazioni dalle profonde suggestioni, nella ceramica scultura e pittura si uniscono per comporre sia forme plastiche attraenti, sia disegni capaci di grande impatto emotivo.

Nelle foto: Dall’accostamento di materiali derivano suggestioni particolare, che aggiungono un tono di raffinatezza. Così una stufa in ceramica onocroma acquista leggiadria nell’uso di sportelli metallici. Lo spazio delle aperture resta demarcato con maggiore efficacia, ma soprattutto l’accostarsi di cromatismi di diversa tonalità e lucentezza comporta una variazione di entità notevole. Si evidenzia il raccordo tra focolare e forma esterna del contenitore.
La tradizione delle ceramiche toscane è nota, ha dato prodotti di eccellenza nella storia dell’arte. Ceramiche Pugi realizza le proprie creazioni confrontandosi con quella eredità illustre. Stufe, ma non solo, in ceramica dipinta a mano. Il pregio del materiale è di conservare a lungo il calore, così da diffonderlo con gradualità nell’ambiente. Il pregio degli
ornati è di diffondere una nota di allegra eleganza.

In alcune produzioni ceramiche di pregio cessa la scissione che spesso si ravvisa tra l’utile e il dilettevole – cioè tra oggetti di immediata praticità che esprimono nella loro forma solo funzionalità, e oggetti privi di finalità pratica ma capaci di raffigurare idee e sollevare emozioni. Arte e praticità sono ricondotte a unità. Lo si vede per esempio in alcune stufe decorate: la forma, adatta alla diffusione del calore, non manca di esprimere bellezza, a volte in sommo grado.

Una pietra speciale irraggia un calore particolare

Vi sono stufe che sembrano provenire da un mondo fuori dal tempo. C’è in esse qualcosa di antico e di profondamente vero.

Il segreto è la pietra ollare. Usata sin dall’antichità, ha il pregio di accumulare rapidamente il calore e di cederlo lentamente. Le stufe in pietra ollare fanno risparmiare energia, riducendo le ore di accensione, e irraggiano un calore naturale. Il colore grigio della pietra ne facilita l’inserimento in ogni ambiente.

Nelle foto: Importate da Paccagnel in esclusiva, le stufe finlandesi Nannauuni sono realizzate in pietra ollare. Oltre alla
eccellente resa termica, la pietra costituisce un naturale complemento di arredo.

Nel ricciolo il piacere dell’asimmetria

I complementi di arredo in ferro battuto sono di per sé dotati di una forte personalità. In alcuni la raffinatezza diventa arte.

Il gusto della simmetria informa probabilmente la parte maggiore della storia dell’architettura e dell’arredo di pregio. Simmetria vuol dire stabilità, proporzione, certezza d’immagine. Vuol dire dominare lo spazio e dargli una misura certa. La simmetria riflette il bisogno di ripercorrere cose note, che è insito nell’animo umano, perché negli ambienti e oggetti simmetrici si ravvisa un che di noto. Simmetria è regola. La mancanza di simmetria invece introduce automaticamente
una novità. E’ indice di transizione, di mutamento, di movimento.

Nelle foto: Sponde in ferro battuto: il letto acquisisce un disegno leggero, trasparente. L’ampia voluta del ricciolo si avvolge con la grazia di una capigliatura femminile ed evoca immagini di bellezza e di piacevolezza. C’è un che di aereo che crea una folata di sospiri. Il letto, come la lampada a muro, sono realizzati da L.T.A., azienda che produce elementi curvati o tranciati per l’industria del mobile e fa della fantasia e della leggiadria, immagini che restano impresse nel ferro,
circonfuse di grazia.

Più praticata nell’espressione artistica che architettonica, in essa si fa strada uno stimolo per i sensi e per l’intelletto. Nell’arredo l’asimmetria diventa occasione di ornamento: è la via per uscire dall’ambito di quanto ci si può aspettare, e per generare sorpresa. Gli elementi in ferro battuto, quando sono forgiati secondo forme asimmetriche, acquistano una leggerezza inusitata e diventano capaci di evocare immagini nuove. Si trovi su un letto o su un lampadario, un ricciolo realizzato con maestria fa sì che l’oggetto diventi subito più eloquente e significativo.

Il segreto sta nell’antichità

Legni reperiti in antichi casolari montani diventano preziosi elementi per arredare le case di oggi.

Boiserie non è arredo, ma qualcosa di più. Un vestito di augusta presenza, che nelle cromie proprie e nei disegni racconta storie coinvolgenti e affascinanti. Usato a volte impropriamente, il termine si riferisce a quegli ambienti che sono interamente, o quasi, rivestiti in legno lavorato, reso esteticamente gradevole ed espressivo. Vi possono essere
trafori o incisioni, miniature o mosaici composti da tessere di diverse essenze. La ricercatezza nel campo della falegnameria può spingersi a vette di espressività inusitate.

Nelle foto: Una delle condizioni più importanti perché gli elementi in legno siano robusti e duraturi, è che il materiale sia ben stagionato. Di qui l’importanza del suo invecchiamento. Se tenuti in condizioni che ne evitino un’usura eccessiva, gli oggetti in legno durano secoli e per secoli mantengono i loro pregi e la loro funzionalità. L’azienda La Trentina ricerca legni antichi, ricavandoli da travature o da pavimentazioni, da baite montane o da antichi masi.
Il legno antico così reperito, con lunghe ricerche in Italia e all’estero, e selezionato, viene rilavorato, spazzolato o piallato a mano e cerato, o oliato. Se ne ricava un materiale non “anticato” ma autenticamente antico, col quale si realizzano scale, pavimenti, rivestimenti e altri elementi di arredo la cui forza espressiva risiede innanzitutto nelle qualità intrinseche del materiale e nel suo trattamento accurato.

Basti pensare agli intarsi di cui restano testimonianze nel mobilio e nelle boiserie degli appartamenti dei signori rinascimentali, in Italia e all’estero. Il legno ha questa grande virtù: è un materiale che “parla” da solo. Le sue venature sono, anche da sole, elemento che arreda; le sue tonalità di colore – sempre cangianti, mai uniformi – sono in ogni caso ragione di piacevolezza: tanto maggiore quanto maggiore, è la “personalità” che traluce dal materiale. E nulla è più significativo del legno sperimentato dal tempo: scurito dagli anni, provato e riprovato dall’uso. Con questo materiale, mobili o boiserie sono sempre capolavori.

E’ sempre attuale il ritorno all’antico

In cucina, luogo per eccellenza dotato di grande potere evocativo, le soluzioni del bel tempo andato raggiungono
un fascino particolare.

Lo si vede in certi cartoni animati: la cuccuma del caffè che si anima e sbuffando schiude un ampio sorriso mentre chiacchiera con le tazzine appese in fila al muro presso il vicino lavello. In quelle immagini di sogno, pensate per
i bambini (chissà perché, visto che a tutti piace sognare), la cucina è sempre quella della nonna, quella dove il fuoco
va a legna o a carbonella, dove lo spazio sotto il lavello è definito e allo stesso tempo ornato da una infiorata tendina
dai molti colori… Ma ancora oggi si fanno cucine così: fuori dal tempo, lontane dalle ansietà. Cucine fatte per sognare.

Il piacere dell’autenticità. In fondo è questo che si ricerca
negli arredi che riprendono il disegno antico. In questo si
ritrova qualcosa di duraturo: piace oggi così come piaceva
quaranta o cent’anni fa.

La canna fumaria

La canna fumaria è uno di quegli elementi che spesso vengono nascosti, coperti da altri elementi la cui finalità sarebbe quella di offrire una “faccia” presentabile. Effettivamente in certe cucine dal disegno moderno potrebbe apparire come alcunché
di estraneo. Tuttavia anche la canna fumaria ha una sua dignità e una sua fuzionalità.

Nelle cucine La Fonte del Rustico si ritrova intatto tutto quel piacere, denso
di ricordi e di emozioni. Quella capacità evocativa che si unisce anche alla
funzionalità dell’oggi.

Anzitutto è un complemento necessario e in quanto tale inevitabile di qualsiasi cucina – moderna o “antica” che sia. Poi, convogliando i fumi, contribuisce anche a diffondere un calore gradevole nell’ambiente. In forza della sua necessità, una canna fumaria a vista, sinuosa con i suoi manicotti, ha anche un valore estetico. Questo va recuperato appieno, in una cucina “d’epoca”.

L’edilizia qualitativa e "risparmiosa"

Oggi per costruire bene occorre scegliere le soluzioni che garantiscano allo stesso tempo un’elevata qualità, il risparmio energetico e il contenimento dei costi.

Il risparmio energetico, l’ecologia edilizia e la diminuzione dei costi di investimento sono obiettivi di un’economia moderna. Concetti quali gestione idrica o risparmio energetico trovano una risposta non solo nei singoli prodotti, ma
soprattutto nella gamma di soluzioni complete ed adeguate. Il programma Rehau-Edilizia offre da un lato sistemi innovativi ed efficienti, come per esempio i sistemi profili finestra per case ad alto risparmio energetico o i sistemi combinati di riscaldamento e raffrescamento ad acqua, dall’altro lato un’assistenza competente a tutte le richieste
provenienti dal settore edile.

Nello schema vediamo l’esempio delle molte soluzioni che Rehau mette a disposizione del progettista e dell’utilizzatore finale: dai pannelli solari alle soluzioni
complete per impianti di riscaldamento e raffrescamento, dalle reti idriche e gas agli impianti elettrici, dalle reti fognarie ai sistemi di teleriscaldamento, dai profili per porte e finestre ai prodotti finiti, come le persiane Sol-Design: molto resistenti alla luce del sole, non richiedono particolari manutenzioni e offrono un’ampia scelta di lamelle fisse e mobili, che consentono di regolare
l’intensità dell
a luce nell’a
bitazione.

Rehau-Edilizia significa migliorare la qualità della vita, in riferimento alla sicurezza, al comfort, all’efficienza energetica, all´ecologia, all’economicità ed al benessere. Prodotti sicuri e duraturi, un’offerta completa di servizi, un’elevata competenza tecnica, organizzativa, logistica e commerciale, oculatezza nella gestione dei costi nonché vicinanza ai clienti attraverso strutture decentralizzate in loco con elevata autonomia decisionale costituiscono i fattori fondamentali per il successo duraturo di Rehau.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)