CUCINE CREATIVE

progetto di Alessandro Rizzi, industrial designer e interiors
Tre proposte per vivere la cucina di una casa di campagna in maniera informale e creativa. Una ricerca di funzionalità e stile condotta attraverso un intelligente utilizzo dei materiali e una sapiente interpretazione degli spazi, che trae direttamente ispirazione dagli elementi della natura e dove anche il vuoto e l’assenza di un centro assumono una importante funzione estetica.

Differenti livelli, materiali
La particolarità di questo ampio ambiente sta nella divisione spaziale resa ancor più interessante dalla differente altezza delle zone funzionali. Lo spazio è praticamente diviso in tre aree distinte: il piano cottura/lavoro ad isola; la parte operativa e gruppo lavaggio; il pranzo. Quest’ultimo, sistemato accanto alla grande vetrata scorrevole che illumina il locale e da cui si domina il giardino, è posto su una pedana che fa da sfondo e quinta alla cucina vera e propria. Si accede ad essa da una parte mediante una scala in pietra e legno, dall’altra per mezzo di un piano inclinato in acero. Questa differenza di accesso rende ancor più movimentato e articolato l’intero ambiente. Interessante anche la scelta dei materiali: marmo verde per i top e ciliegio per antine e rifiniture; sempre ciliegio per la boiserie che corre lungo le pareti fino a mezza altezza e che contrasta elegantemente con il muro “nuvolato”. Il pavimento è in pietra serena, mentre il soffitto presenta travi in ferro laccato e giunti in legno.

Pietra grezza, morbide tende
Questo secondo progetto si presenta con uno stile molto più rustico del precedente: tutta la cucina infatti è dominata da pareti e pilastri in pietra grezza che contornano il grande lavello sospeso, il frigorifero, l’isola centrale che poggia su una base d’acciaio. La parete di destra è una sorta di armadio a muro, chiuso da morbide tende scorrevoli; sul lato opposto un lineare mobile contenitore in legno con antine di vetro serve la zona pranzo posta sul fondo del locale.

Tutto a vista, legno e lamiera
Un mix di materiali conferisce dinamicità e gradevoli contrasti di colore a questo ambiente lasciato volutamente “vuoto”: una penisola che ospita zona lavaggio e cottura, opportunamente separati da un divisorio in pietra, e un contenitore che occupa tutta una parete. Questo particolare spazio di contenimento è realizzato inserendo su una boiserie in legno di ciliegio dei ripiani in lamiera zincata su cui trovano posto tutte le stoviglie e altri oggetti da cucina. Le ante dei contenitori inferiori sono anch’essi in lamiera zincata e creano motivo grafico decorativo. Parquet a listoni d’acero a pavimento e le travi in massello d’abete che movimentano il soffitto e la parete donano calore a tutto l’ambiente.

1. Ariston, da sempre attenta ai consumi e sensibile alle istanze ambientali, ha creato una nuova gamma di frigoriferi ancora più efficienti rispetto alla massima certificazione a livello europeo: la classe A. E’ nata così la gamma “Super A” che permette di raggiungere fino al 25% di consumi in meno rispetto alla classe A.
2. A scomparsa totale ed integrabile la lavastoviglie della Franke (disponibile nel modello da 45 e 60 cm) ha ottenuto il riconoscimento della “3A”, classificazione europea che determina il più alto grado di efficienza di un elettrodomestico: A nei consumi, A nelle prestazioni, A nell’asciugatura.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)