CREDERE

Nell’acronimo CREDERE, presentato la prima volta alla Biennale di Architettura di Venezia 2008 , riconosco e mi piace sottolineare il “percorso virtuoso” di un professionista che nelle sue opere testimonia “creativita , ricerca , esperienza , documentazione, etica, rispetto (quindi conoscenza del territorio), con le sue valenze ecologiche”. Il verde protagonista che diventa soggetto del costruito, per rispettare l’uomo nel suo ambiente dove vive, lavora e si ricrea nel tempo libero: questo percorso porta all’Eccellenza, lo riconosco in Giancarlo Marzorati architetto, a cui dedico con soddisfazione un numero di questa collana.
Una collana di idee di architettura, e un architetto pieno di risorse: ecco perche Marzorati e stato scelto, tra i protagonisti della progettazione, a cui dedicare un “Pocket”.
La sua ricca produzione (nel pocket presentiamo solo alcuni tra i suoi principali progetti degli anni 2000, e pochi esempi delle sue precedenti realizzazioni) e connotata da soluzioni originali e fondamentali, per risolvere il problema del ridisegno degli spazi urbani nell’epoca postindustiale, quando si consolida il dilatarsi della citta in una magalopoli che cresce.
Marzorati con i suoi progetti sta ridando un volto a diverse realta urbane, coniugando creativita e tecnologia in particolare nel “laboratorio” di Sesto San Giovanni ? una citta dove l’industria pesante aveva la maggiore densita possibile ? e dove la trasformazione in corso e di alta significativita. Il pocket non e un regesto delle opere di Marzorati: e un sunto che cattura e ripropone al lettore, la sua capacita creativa e interpretativa applicata allo spazio del vivere oggi e del lavorare.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)