Cotto, porfido e acqua azzurra


L’interesse nel risultato progettuale si ritrova nella forma a ventaglio, con un invito alla discesa molto morbido ed
attraente. Infatti, su uno dei lati corti, quattro ampi gradini permettono di entrare ed uscire dalla vasca.
L’architetto Pastorino si è preoccupato di accostare due materiali della stessa tonalità ma di differente natura. Le pareti verticali che circondano tutto l’ambiente intorno alla piscina sono i vecchi mattoni, venendosi così a curare il piacere tattile della materia dell’argilla cotta, disegnata dalle fughe lasciate allo stato rustico.

L’arch. Pastorino è stato sensibile a rispettare il paesaggio, cosciente che la collina è disegnata dallo skyline del
campanile e del disegno del tetto della antica pieve del borgo.

Scheda tecnica

PISCINA AD USO PRIVATO
•UBICAZIONE: Valle Prati n. 3 Cavatore (AL) – Colline limitrofe alla città di Acqui Terme (AL).
•PROGETTISTA: Arch. Matteo Pastorino.
•COLLABORATORI: Geom. Alberto Olmo.
•FORNITURE TECNICHE ED IMPIANTISTICHE: GIAVAPISCINE – Concessionario Piscine Castiglione – Moasca (AT).
•FORMA: libera.
•SUPERFICIE: 60 mq.
•CAPIENZA: 100 mc
•PROFONDITÀ: mt 1,00 – 2,00.
•STRUTTURA: Cemento armato.
•RIVESTIMENTO: Tipo “Alkoplan 2000” in PVC armato dello spessore di 2,5 mm.

•IMPIANTO FILTRAZIONE:
– N.1 filtro a sabbia – diametro 790 mm
– Capacità filtro 22 mc /h
– Ciclo di filtrazione 4 h
– Velocità di filtrazione 50 m/h
– N. 1 prefiltro pompa con cestello estraibile
– N.1 pompa Challenger Monofase 1,5 Hp
•IMPIANTO DI CIRCOLAZIONE:
– N.3 skimmers automatici di superficie
– N. 3 bocchette di mandata diametro 50 mm
– N. 1 presa di fondo diametro 120 mm
– N. 1 dosatore a labimento
•IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE: N. 2 fari subacquei da 300 W/12 V.

I piani orizzontali sono in porfido a spacco poligonale. È importante la scelta del porfido per la resistenza alla gelività
nel periodo invernale e nel periodo invece estivo per il fatto di essere antisdrucciolo.
Sottolineare l’importanza di scegliere superfici che anche bagnate non permettono di scivolare, vuol dire avere
un’attenzione per la sicurezza dei bagnanti.
Ritornando alla scelta di questa forma insolita ed originale che si ispira al ventaglio, l’architetto ha voluto rimarcare l’intorno paesaggistico di verdeggianti colline.
Nuotare, rilassarsi facendo il sonnellino sul materassino godendo il cielo azzurro, le nuvole, il verde lussureggiante vuol dire partecipare in armonia allo spettacolo della natura nelle sue varie azioni meteorologiche.
I confini del prato, che circonda la piscina, sono contrassegnati dalla presenza di pilastri in mattoni che sono la
struttura di corpi illuminanti: effetto notte, presenza di queste strutture come personaggi a difesa, “a sentinella”, che scandiscono il perimetro tra il prato e la zona lasciata a bosco ceduo.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)