“Costruire qualità” sostenibile

Le Corti sostenibili è il progetto di un complesso urbano eco sostenibile. La localizzazione dell’intervento, siamo nel Comune di Maiolati Spontini nell’entroterra marchigiano, ha certamente contribuito a questa scelta: un’area posta nella corona esterna del tessuto urbano consolidato, a confine con la campagna coltivata; la presenza di alcuni pesanti manufatti ad uso agricolo non riconvertibili a costituire valore di recupero per l’area stessa; un territorio lievemente in declivio da nord a sud, con il lato nord protetto da morbide colline che fungono anche da ostacolo ai freddi venti invernali; l’assenza di importanti viabilità così da poter ridurre l’impatto negativo della presenza del traffico veicolare. L’input progettuale è innescato dalla certezza che non sia più procrastinabile il momento di costruire e scegliere il nostro futuro sul pianeta terra in modo consapevole, coniugando esigenze ambientali e socioeconomiche, cercando di non compromettere la capacità di chi verrà dopo di noi, di poter soddisfare le proprie esigenze, lasciando loro la possibilità di attingere a materie prime, imponendoci quindi di costruire in modo migliore (in Italia il consumo energetico e delle materie prime è assorbito per il 40% dall’attività edilizia).Alla base del “costruire ecosostenibile” sono i concetti dello “sviluppo sostenibile”, che ci rimandano “regole” antiche, attenzione al rapporto tra organismo edilizio ed ambiente ed uso corretto delle risorse, attenzione al bilancio di energia impiegata durante l’intero ciclo di vita dell’edificio (in termini di emissioni di CO2). Un ulteriore attenzione è da riferire ad aspetti antropologici quali il rispetto del rapporto abitante – luoghi, il rispetto di valori quali salubrità, comfort, qualità architettonica, percezione, il costruire luoghi che siano in grado di innescare relazioni sociali, informare i futuri abitanti dell’importanza e del valore in termini economici della “gestione” delle costruzioni sostenibili, rendendoli quindi attori del percorso “sostenibilità”. Cambiare i parametri ed il modo di “valutare” l’appetibilità e la convenienza all’acquisto di un edificio, ora incentrati unicamente sul rapporto costo a mq.Già in fase di pianificazione urbanistica sono stati introdotti livelli successivi di progettazione: dalla ottimizzazione dell’orientamento degli edifici, allo studio della disposizione e della funzione delle aree verdi, alla definizione della struttura della mobilità, fino a definire il progetto preliminare degli edifici da costruire, stabilendone quindi la dimensione e la tipologia dei materiali con i quali saranno realizzati. È stata posta la massima attenzione alla qualità urbana degli spazi pubblici, alla qualità dell’architettura, alla qualità di vita. Si è lavorato portando il “paesaggio” al centro del progetto, usandolo come “materia prima” per reintrodurre e rafforzare la connessione tra costruito e natura. Il sistema del verde pubblico e la mobilità alternativa divengono la struttura portante del nuovo quartiere. Il primo assume una consistenza considerevole all’interno del comparto urbano già individuato, la dotazione è del 49% superiore ai requisiti minimi di norma, comportando di conseguenza un rapporto più favorevole tra superficie libera e superficie costruita, con ovvi vantaggi anche per la superficie permeabile.Il comparto denominato “Le Corti sostenibili”, di proprietà della società Edilimmobiliare di Mergo (AN), è composto da otto lotti edificabili sui quali è prevista la costruzione di due tipologie edilizie: la palazzina plurifamiliare e il villino. La prima, progettata in quattro varianti, ha dimensioni che vanno da sei al massimo di undici alloggi, differentemente aggregabili; mentre la seconda, progettata in due varianti, potrà soddisfare le esigenze di una quadrifamiliare, bifamiliare, fino ad una monofamiliare. La strategia progettuale attuata è la medesima per ciascun edificio, a prescindere dalla differente tipologia edilizia. Per ciascun di essi è stato effettuato: un accurato studio della esposizione solare per definire la posizione ottimale all’interno del lotto edificabile, la tipologia della copertura, la posizione di elementi di controllo dell’irraggiamento solare quali filtri frangisole mobili, la dimensione ed il posizionamento delle pareti finestrate rispetto all’orientamento dei punti cardinali, la disposizione e la tipologia delle alberature per schermare il sole estivo, ed al tempo stesso la posizione di ulteriori alberature e siepi per proteggere dai freddi venti invernali, contribuendo a ridurre di conseguenza i fabbisogni energetici degli edifici sia in estate che in inverno.I singoli progetti sono redatti con la consulenza tecnico scientifica dell’Agenzia KlimaHaus di Bolzano, che si occuperà anche della certificazione del grado di sostenibilità ambientale dell’intero comparto, e della classe energetica raggiunta da ciascun edificio. Si prevede la realizzazione di edifici in classe energetica “B”, “A”, “Oro” con consumi per il riscaldamento previsti da 45 a 25 kWh per metro quadrato all’anno, (contro la media di 125kWh per gli i recenti edifici costruiti negli anni ‘90). Gli edifici saranno anche valutati secondo i criteri del “Protocollo ITACA Marche” al fine di ottenere anche questa certificazione energetico ambientale. Il percorso progettuale sin qui descritto dimostra che è possibile costruire “qualità” producendo fabbricati con costi assolutamente comparati a quelli del locale mercato immobiliare, a riprova del fatto che lo scoglio da superare non è quello economico bensì quello culturale, sia da parte degli operatori sia da parte dei futuri fruitori che devono avere il ruolo di selezionare e di richiedere un  nuovo modo di costruire edifici.BATTISTELLI ROCCHEGGIANIARCHITETTIASSOCIATI HA SEDE ADANCONA, ED OPERA NEL CAMPO DELLA PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA, URBANISTICA E DEL RESTAURO. FONDATO NEL 1996 DA SERGIO ROCCHEGGIANI E MARCO BATTISTELLI DIVIENE STUDIO ASSOCIATO NEL 2005, OGGI È STRUTTURATO CON UN GRUPPO DI DODICI PROFESSIONISTI. LO STUDIO PROPONE AI SUOI PARTNER COMMERCIALI SERVIZI PROFESSIONALI DI PROJECT MANAGEMENT, CONCEPT DESIGN E STUDI DI FATTIBILITÀ, PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA E URBANISTICA, STIMA ED ANALISI DEI COSTI DEL PROGETTO, RICERCA TECNOLOGICA E PROGETTUALE. GRAZIE ALLA FLESSIBILITÀ DELLA SUA STRUTTURA LO STUDIO HA PROGETTATO E REALIZZATO EDIFICI RESIDENZIALI, COMMERCIALI, DIREZIONALI, INDUSTRIALI, SIA PER COMMITTENZA PUBBLICA CHE PRIVATA, ED INOLTRE PIANI URBANISTICI (MASTERPLAN), PROGETTI DI TRASFORMAZIONI DI AREE URBANE ED EXTRAURBANE PER IL RIDISEGNO ECOCOMPATIBILE DELLA CITTÀ, E RESTAURI A VARIE SCALE. CARATTERIZZA IL PROPRIO LAVORO CON L’APPORTO DI FIGURE MULTIDISCIPLINARI INTERNE, INTEGRANDO LE SPECIFICHE COMPETENZE CON METODOLOGIA DI LAVORO D’EQUIPE, CONIUGANDO RICERCA TEORICA E CONCRETEZZA PROGETTUALE. DA ALCUNI ANNI LO STUDIO È IMPEGNATO ATTIVAMENTE NEL PROGETTARE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE IN EDILIZIA E URBANISTICA.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)