Cornici in tessuto per le finestre-c

Anche il modo di ancorare alla parete il tendaggio può variare moltissimo e nella scelta va considerato non solo l’estetica ma anche il tipo e la frequenza di apertura del serramento. La classica soluzione a bastone rimane sempre tra le più apprezzate e presenta il vantaggio di adattarsi a qualsiasi tipo di arredo se si ha l’accortezza di scegliere il bastone adatto. Perchè il risultato sia equilibrato bisogna anche saper scegliere il tessuto adatto al tipo di montatura desiderato o viceversa. Una soluzione insolita, ma di grande effetto è creare una tenda doppia, realizzata con leggeri tessuti diversi da loro, la cui sovrapposizione creerà con i raggi del sole un piacevolissimo gioco di luci e riflessi.

Also the way of anchoring curtains to a wall can vary significantly, and the choice must be basede not only on esthetics but also on the window opening mode and frequency. The classical staff solution is still most popular and offers the benefit of matching any decoration scheme if you select a suitable staff. For a balanced result,you also have to choose a fabric that suits the mounting system and vice versa. An unusual solutions, though with a great impact, is to create a double curtain, using light fabrics differentfrom each other, whereby their overlapping in the sunlight will create a beautiful game of light and reflections.

Tanti apprezzano lo stile caratteristico dei decori per tessuti ideati da questo personaggio inglese (1834-1896), ma pochi sanno che oltre ad essere scrittore e artigiano, aderì al socialismo ed influenzò la cultura dell’epoca, convinto che il dilagare del brutto fosse una conseguenza della miseria causata dalla civiltà industriale.Per molti dei disegni dei suoi famosi chintzes si ispirò a disegni medievali.

Many people appreciate the typical style of fabric decorations created by this British artistic (1834-1896), but few know that, besides being a writer and craftsman, he supported Socialism and influenced the culture of his period, stating that the diffusion of ugly things was a consequence of the misery caused by the industrial civilization. For many drawings of his chintzes, he drew inspiration from medieval drawings.

"La Toile De Jouy".
Nel 1760, la famiglia Oberkampf si installò a Jouy-en-Josas per via della qualità dell’acqua del Bièvre e dei prati per imbiancare le tele. La tecnica di stampa utilizzata a Jouy, ispirata ai procedimenti indiani, permette di ottenere colori resistenti grazie all’utilizzo di sali metallici, rivelati in seguito ad un bagno di radici di robbia, di bietolina e di quercitrone. Questi mordenti venivano impressi mediante tre procedimenti: la tavola di legno (1760), la tavola di rame (1770), il rullo di rame (1797). Jean Battiste Huet (1745-1811) autore dei caratteristici motivi decorativi monocromatici a tema campestre, storico, orientale e aneddotico, diventerà il più celebre raoppresentante di questo stile.Per conservare e valorizzare il patrimonio relativo alla manifattura della tela di Jouy e ad altre manifatture di tessuti di cotone stampato, nel 1977, è stato realizzato un museo. (Per informazioni rivolgersi all’Ente de Turismo Francese o telefonando direttamente al museo tel. 0139564864)

"Toile De Jouy"
In 1760, the Oberkampf family estabilished in Jouy-en-Josas owing to the quality of the waters of the river Bièvre and the available fields to whiten the fabrics. The printing technique used at Jouy, based on Indian processes, allows to achieve resistant colors thanks to the use of metal salts, made visible through a bath of madder, beet or black oak roots.These mordants were applied using three processes: the wooden table (1760), the copper plate (1770), the copper roller (1797).Jean-Battiste Huet (1745-1811), creator of the typical monochrome decorations reproducing bucolics, historical, oriental themes and anecdotes, would become the leading representative of this style. To preserve and enhance the value of the Jouy fabric production site and other printed cotton factories, 1977 a museum was created. (For information, contact the French Office of Tourism or call the museum directly at 0139564864)

"Tende speciali per la bio-edilizia"
La casa di un architetto che crede nella bio-edilizia è il risultato della somma di tanti diversi accorgimenti che determinano un modo più consapevole di vivere la casa. Per questo nella casa dell’architetto Erich Erlacher la grande parete a vetrata orientata verso sud è costituita da lamelle orientabili orizzontalmente che chiuse, in inverno, creano una zona veranda con funzione coibente mentre ruotate, in estate, deflettono i raggi solari e permettono una piacevole areazione. Quanto alle vetrate vere e proprie, nella zona giorno al primo piano e nella zona notte, rivolta verso mezzogiorno, al secondo tra doppi vetri c’è uno spazio di 15 cm di spessore che, allo scendere della temperatura sotto i limiti prestabiliti, si riempie di granulato di materiale coibente. Non appena la temperatura sale, nel giro di dieci minuti questo materiale viene riassorbito dall’alto.

"Special curtains for bio-architecture"
The house of an architect who believes in bio-architecture is the result of several tricks, which are combined to increase the awareness of living a house. For this reason, in Erich Erlacher’s house, the large glazed wall towards south is provided with adjustable blades which can be closed in the winter to create a veranda with an insulating function. in the summer, they are opened to deflect sun rays and ensure suitable ventilation. As for the glazing, in the day area on the first floor and in the night area- turned towards south – on the second floor, the double glazing is separated by a 15 cm empty volume which, when temperature falls below the fixed levels, is filled with an insulating granular material. As soon as temperature is restored, within ten minutes the pellets are sucked back from above.

Arredare la casa giocando con i colori è una possibilità da non sottovalutare: immergersi in un’atmosfera allegra e colorata può infatti aiutare a tenere alto il morale, ad affrontare la giornata con più grinta. Perchè, dunque, non scegliere tende dai colori decisi e vivaci per illuminare in ogni stagione dell’anno le nostre case, e non solo quelle di vacanza con i colori dell’estate?

Decorating a house by playing with colorsis an option that deserves consideration: moving in a cheerful and colorful atmsaphere can cheer up your mood and help face the day with stronger determination. So, why don’t you choose curtains in bright lively colors to brighten up your house – not just your holiday house – in all the seasons with the colors of the summer?

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)