Coperture per piscine


Testo: ing. Rosella Tongini Folli e arch. Roberta Tongini Folli

Il benessere e l’abbattimento dei costi di costruzione hanno consentito alle piscine di acquisire una certa popolarità e diffusione nel mercato globale. Avere una piscina è oggi una possibilità reale e concreta per molti. La piscina è un segno di distinzione ed eleganza che completa la bellezza di una residenza o di una villa per le vacanze estive, diventando un vero e proprio elemento di arredamento. Tuttavia una piscina priva di copertura, è un bene fruibile per
brevissimo tempo all’anno, nei mesi più caldi; la maggior parte delle piscine viene installata in dimore abitate tutto l’anno che necessitano di un sistema per consentirne l’utilizzo anche nei mesi meno favorevoli o in caso di precipitazioni. Le coperture per piscine rappresentano dunque la soluzione ideale ed interessante, in quanto sono un
involucro di protezione per la piscina stessa in grado di mantenere l’acqua a temperatura maggiore rispetto all’esterno, con differenze pari anche a 10-12°C, proteggendo l’ambiente dalle precipitazioni atmosferiche,
e di realizzare a tutti gli effetti una barriera contro i molti agenti che minano la pulizia dell’acqua ed il mantenimento della stessa piscina con vantaggi reali in termini di manutenzione.

TIPI DI COPERTURE PER PISCINE
Esistono vari modelli e diverse modalità di installazione, dipendenti da azienda ad azienda. Molte società infatti brevettano sistemi propri per sfruttare alcune caratteristiche di costruzione. In generale una copertura per piscina tipica è formata da un telaio di alluminio o di materiale metallico, da una rotaia, su cui scorrono l’intera copertura
ed un rivestimento in materiale plastico, spesso in policarbonato trasparente oppure satinato.

I tipi di coperture per piscine si possono suddividere in due categorie:
– copertura per piscine invernale o isotermica;
– copertura per piscine telescopiche.
Strutturalmente la forma di una copertura per piscina è variabile e ne esistono molti tipi adatti a soddisfare le più diversificate esigenze. Per ricoprire le saune, si utilizzano anche delle particolari coperture tondeggianti.
In alcuni casi è possibile personalizzare forme, dimensioni e colori; in generale, i moduli standard vengono studiati
e realizzati per le classiche piscine di forma rettangolare.

Copertura per piscina invernale:
Ne viene fatto uso soltanto nei mesi di non utilizzo della piscina. Viene posata sulla superficie della piscina stessa e funge da scudo protettivo, in quanto è resistente alle intemperie e al degrado.

Copertura per piscina isotermica:
Può essere paragonata ad una sorta di "coperta" da posare sull’acqua, al fine di mantenere costante la temperatura durante la notte o durante il periodo di non utilizzo della piscina, e limitare l’eventuale evaporazione di acqua.

Copertura per piscina telescopiche:
È realizzata in metallo o in legno, integrata con pannelli di plexyglass o vetro la cui trasparenza consente una continuità tra l’ambiente protetto della piscina e l’esterno.
È una vera e propria tettoia e può essere sia mobile che fissa.
Gli elementi che compongono l’intera copertura possono scorrere l’uno all’interno dell’altro; in tal modo si raggruppano nel fondo della piscina, con un notevole risparmio in termini di spazio occupato.
Nel caso di coperture mobili, infatti, i vari moduli della copertura sono poggiati a binari per attuare un facile scorrimento della struttura; un sistema a rotaia ne permette lo spostamento, consentendo di utilizzare la piscina a cielo aperto in estate e di proteggerla in inverno e permettendo di aprire e chiudere agevolmente la piscina.
Questo tipo di coperture rappresentano la maggioranza delle coperture per piscine.
Le coperture per piscina telescopiche mantengono la temperatura dell’aria e dell’acqua più calda anche senza ausilio di un sistema di riscaldamento, in questo modo la piscina è utilizzabile durante tutto l’anno.
Nel caso di piscine riscaldate protette da una copertura, l’utilizzo della piscina per tutto l’arco dell’anno è garantito.

ALCUNI VANTAGGI
Una copertura per piscine presenta moltissimi vantaggi e di vario tipo:
– prolunga la stagione del bagno, consentendo di utilizzare la piscina sempre durante tutto l’anno, anche nei mesi invernali o quando le condizioni climatiche non sono favorevoli, grazie alla protezione dagli agenti atmosferici;
– riscalda aria ed acqua: grazie allo sfruttamento del naturale effetto serra, la temperatura dell’aria e dell’acqua viene mantenuta sotto controllo e superiore rispetto all’esterno anche di 10-12°C, senza alcuna necessità di riscaldamenti o condizionamenti e quindi senza costi; inoltre la temperatura si mantiene costante durante le ore notturne e le perdite di acqua per evaporazione diminuiscono;
– aumenta la sicurezza: la protezione impedisce l’accesso alla piscina per bambini e animali domestici, risolvendo il problema di eventuali incidenti; inoltre alcuni sistemi consentono di chiudere a chiave la copertura per evitare che qualcuno possa accedere alla piscina;
– protegge dai raggi UV: il materiale in policarbonato offre una protezione ulteriore ai raggi ultravioletti che in alcune circostanze possono essere dannosi per la pelle;
– si sposta facilmente: le tecnologie e gli studi più moderni hanno permesso di realizzare lo spostamento dell’intera copertura facile ed alla portata di tutti: una singola persona, senza alcuna fatica può aprire e chiudere liberamente la piscina;
– protegge dagli effetti climatici, resistendo all’impatto del vento forte, al tempo e ad agenti esterni quali polveri, foglie, aghi di pini e quanto può essere dannoso per la pulizia dell’acqua; questi vengono bloccati dalla copertura che aiuta a mantenere una piscina sana e pulita;
– riduce la manutenzione con
risparmi di ordine economico e di tempo, in quanto la copertura funge da scudo protettivo; l’acqua rimane più pulita e gli interventi manutenzione per la pulizia della stessa sono limitati;
– ha un bassissimo impatto ambientale sull’ambiente circostante grazie alle caratteristiche tecnologiche e ai materiali di cui è costituita.

LE COPERTURE TELESCOPICHE
Le coperture mobili per piscine sono costituite da segmenti telescopici mobili (aventi in genere una lunghezza massima di 2550 mm). In relazione all’ottica scelta, i segmenti possono essere mossi indipendentemente
in tutte le due direzioni o in una sola direzione come sistema telescopico sincronizzato; se richiesto, possono anche essere mossi telescopicamente alla fine della piscina o per coprire la superficie dell’acqua.
I benefici della mobilità sono notevoli, dall’utilizzo durante tutte le stagioni, non solo calde, ma anche fredde, ed in condizioni climatiche ed atmosferiche sfavorevoli, senza l’ausilio di speciali sistemi di condizionamento, alla facilità e poca frequenza di manutenzione.
Una vasta gamma di forme di coperture, colori di profili, pannelli di policarbonato, sistemi scorrevoli e sistemi d’arresto consentono di realizzare soluzioni “ad hoc“ per ogni domanda.

Accesso alla piscina:
L’accesso alla piscina può avvenire da una porta "a libro" (con o senza profilato) o da una porta scorrevole (con profilato).
La porta può avere una o due ante.

Nella parte dove ci sono più segmenti, è possibile prevedere una porta scorrevole da utilizzare come una seconda porta d’entrata o come l’alternativa alla porta nella parete frontale, particolarmente utile dove la copertura è bassa. L’accesso inoltre può essere ricavato costruendo ai lati pareti più basse con pannelli verticali scorrevoli di
policarbonato.
Nelle coperture più larghe o nelle coperture a cupola, possono essere sistemate finestre per migliorare la ventilazione.

Struttura della copertura:
Nella struttura della copertura per piscine, particolare attenzione deve essere prestata ai numerosi movimenti ripetuti durante gli scorrimenti ed ai sistemi di bloccaggio dei segmenti. I sistemi di scorrimento possono essere con o senza rotaie; le rotaie anodizzate o di alluminio verniciato a polvere, sono progettate per resistere alle forze e all’usura e possono essere fissate a superfici orizzontali, verticali o oblique.
Il numero di tracce delle rotaie di scorrimento corrispondono al numero dei segmenti che supportano la copertura per
piscina. Nelle coperture di forma rettangolare i segmenti possono essere azionati elettricamente.
I collegamenti di alluminio sono nascosti così come i rivetti.
La struttura della copertura è realizzata da profilati di alluminio di qualità tecnica ed estetica, in grado di resistere in modo efficace alle variazioni termiche, al forte vento, ecc.. La struttura di alluminio della copertura viene riempita da pannelli di policarbonato tipo alveolare con doppia (monocamera) o tripla (doppiacamera) parete (o quadrupla, se richiesto), o da pannelli di policarbonato compatto; questi pannelli conferiscono resistenza alla costruzione, aumentano la luce e assicurano un riscaldamento ed un soleggiamento migliori (non possibili quando vengono
usati pannelli di vetro). Le lastre di policarbonato vengono usate per ottenere una costruzione più rigida e possono essere impiegate in diversi colori trasparenti: senzacolore, verde, azzuro, blu, colore latte (bianco) e marrone (fumè), ecc..
Particolari pannelli sono in grado di prestazioni superiori come i pannelli autopulenti in cui i depositi superficiali vengono rimossi dalla pioggia, con vantaggi in termini di pulizia e di trasparenza alla luce.

Requisiti dei pannelli in policarbonato:
Prestazioni tecniche e qualità estetiche contraddistinguono i pannelli in policarbonato:
– forza in relazione al peso;
– resistenza ai colpi (200 volte migliore del vetro);
– resistenza alle abrasioni;
– resistenza alla temperatura;
– resistenza ai raggi ultravioletti (filtro UV in superficie);
– resistenza alle fiamme;
– resistenza alle sostanze chimiche;
– adattamento a diverse condizioni meteorologiche;
– isolamento dovuto anche alla struttura multi-strato (migliori del 60% rispetto ai pannelli di vetro);
– isolamento acustico;
– buona trasmissione della luce.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)