COMPLEMENTI PER IL BAGNO


Le piccole cose di ottimo gusto da disporre intorno alla vasca.

Quando si decide, secondo la recente tendenza, di avere la vasca da bagno vicino al grande letto della camera padronale, la scelta degli accessori ne è condizionata: c’è bisogno di armonizzarli con la
nuova atmosfera tra sonno e igiene.

Negli anni ‘30 ci fu un primo assalto al bagno da parte degli architetti razionalisti, che lo svuotarono, ne dilatarono
lo spazio e lo resero superigienico e luminosissimo: una macchina per lavarsi fredda e lussuosa come un cristallo. Negli anni ‘60 in Inghilterra, un famoso arredatore del tempo, David Ics, lanciò la moda del suo contrario: un bagno pieno di oggetti antichi comprese le grandi poltrone barocche d’antiquariato.

Ora si assiste a un nuovo capovolgimento: gli architetti propongono di nuovo un bagno monumentale con tanto spazio e pochi oggetti, ma collocato accanto al grande letto della camera padronale. L’effetto, per chi lo vede per la
prima volta, può essere sconcertante, sembra di assistere a una piccola profanazione domestica: il talamo di
un’unione sacramentale sconvolto da uno strumento di pulizia. Meglio disporre accanto alla vasca qualche seduta:
serve ad attutire il contrasto.

1. Non un solo elemento ma un intero progetto che rilegge la “sala da bagno”. Una proposta dell’architetto olandese Wiel Arets dove prevale l’equilibrio tra gli elementi. Doccia, vasca, lavabi e sanitari sono pensati per dialogare tra loro, IL BAGNO ALESSI CONCEPT dOt
(prodotti e distribuiti da Laufen Bathrooms e Oras per la rubinetteria).
2. Rubinetto “Volo”, unisce contenuti tecnici a un design innovativo, Huber.
3. “Fat Sofa”, tante sedute ispirate alla forma del tamburo, B&B Italia.
4. Il design di “Miss” trae ispirazione dalla natura e dal concetto di seduta. È un lavabo dalle linee avvolgenti, progettato come una scultura, Hidra.

5. La vasca “Illusion” di Calix con la sua forma ovale e tondeggiante vuole appropriarsi delle forme rilassate del relax. Ha una struttura in acrilico rinforzata all’interno da fibra di vetro. Un autentico cocoon, al quale si affianca un’ampia gamma di complementi di arredo, Calyx.
6. Contenitori da terra e da parete di linea minimalista, in legno parzialmente laccato bianco e, per quello da parete, in cristallo, Former.
7. Per creare un’atmosfera che s’ispira all’Oriente, vasca circolare dorata con specchio coordinato e due contenitori in legno, “Batik Imbuya”, Regia.

L’architetto Valentino Galimberti appartiene all’ultima generazione di una dinastia d’imprenditori artigiani che costruiscono mobili dal 1850. Sopra allo show room di famiglia c’era un piccolo spazio mal utilizzato che si pensava di trasformare in un open space con cucina e zona pranzo. Studiando il progetto si è reso conto che poteva diventare un appartamentino sofisticato, e l’idea ha preso corpo diventando un’abitazione a due piani collegata da una bellissima scala leggermente curva con gradini autoportanti in cristallo. Il tema del cristallo ha preso piede anche nella progettazione del bagno, pensato come spazio visivo continuo con la camera da letto. Il tema della vasca in camera è di moda e qui serviva anche per darle respiro, ma l’inconveniente è di riempire l’ambiente di vapore e di tanta umidità, che non sempre fa piacere avere in camera da letto. Ecco la ragione funzionale per separare con delle pareti di
cristallo lo spazio bagno dallo spazio letto.

Questo bagno annesso alla camera da letto è da essa separato mediante pareti
di cristallo. Tutto il bagno diventa un gioco di scatole cinesi trasparenti.

Il ritratto dell’architetto Valentino Galimberti.
Lavabo realizzato su misura in pietra scavata; sanitari, Nic Design; vasca idromassaggio, Albatros.
Il piatto doccia showart® in resina termoplastica riproduce le caratteristiche del marmo, Maxi Studio.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)