Come una gradinata irregolare

L’ambiente è dominato dal Monte Conero: il promontorio emergente lungo il basso profilo della costa marchigiana, che con la sua caratteristica forma conica spicca tra mare e campagna. La piscina è stata realizzata con l’occasione della ristrutturazione della villa monofamiliare di cui diventa una propaggine.
L’andamento in declivio del terreno ha suggerito un disegno che si dispone su piani differenti e si articola in una forma irregolare che si adagia sul variare dei livelli.
La vasca è lunga 10 metri, la larghezza varia da 3,10 a 5,60: è ubicata accanto allo zoccolo della casa ed è un poco come la continuazione del terrazzo.La scala di accesso è posta sullo spigolo diametralmente opposto a quello spanciato che diventa piedistallo di una fioriera, e affianca il trampolino.
Il bordo a valle, caratterizzato dall’originale linea spezzata, è ribassato e funge da sfioratore: qui sta l’invenzione architettonica più significativa.
L’acqua che scivola sul muretto è accolta nella canaletta nascosta da ciotoli bianchi, con effetto ornamentale semplice ed efficace.
Il rivestimento interno della vasca è stato realizzato con un telo in pvc armato color sabbia e l’illuminazione è garantita da due fari Led multicolor. Il telo coprivasca è avvolto entro una fenditura sul lato più lungo. La disinfezione avviene tramite una centralina
che produce cloro per elettrolisi del sale, con controllo automatico del ph. L’originale forma integra la piscina nell’architettura e la pone come elemento di mediazione tra il costruito e il prato. (Blue Pool by Gramaglia)

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)