Il fascino sottile di accendere il fuoco

Arte antica e sempre nuova: per quanto la tecnologia la raffini, al di là del risultato funzionale, è la danza cangiante della fiamma quel che rende insostituibile il focolare the garden. An old art that is always new. No matter how much it is refined by technology, and going beyond functional performance, it is the dance of the flame that makes a fireplace irreplaceable.

Testi di Loredana Santandrea

Riscaldamento fai da te: forse non il più efficiente in un edificio pluripiano di tipo condominiale, per il quale si richiede una massa termica globale che a sua volta si ripercuote nel benessere diffuso di ciascun singolo appartamento. Ma inevitabile e il più adatto in una villa monofamiliare. La scelta del camino o della stufa deriva da ragioni estetiche e sociali anzitutto: ma a queste si unisce anche l’efficienza energetica.

DIY heating is not the most efficient of systems in a multi-storey apartment building, given that this requires a global thermal mass that is in turn distributed to provide comfort to each apartment. Yet it is inevitable, and the most appropriate, in a single-family home. The choice of fireplace or stove is based primarily on social and aesthetic considerations, in addition to energy efficiency.

Rivestimento in pietra antica lavorata a conci con piano, colonne e capitelli in marmo di Trani levigato opaco. Avignone, Palazzetti.
Un caminetto modellato nel muro, per un effetto “Old Style”.
Cladding in old stone blocks with mantelpiece, columns and capitals in smooth opaque-finish Trani marble. Avignone by Palazzetti.
A fireplace ensconced in the wall for an old-style effect.

Tra il classico e il moderno: nella ristrutturazione di una casa di campagna si mantengono le travi in legno, il pavimento in cotto, mentre la cornice del camino si inserisce come un elemento di mediazione, sobria e rispettosa.

Between classic and modern: in the renovation of a country house the wood beams and terracotta floor have been maintained, while the plain and respectful fireplace surround acts as a go-between.


FOCOLARE E ARTIGIANATO

Il cuore del camino è il focolare: “macchina” oggi sofisticata che consente la chiusura anteriore con vetro panoramico, il riciclo dell’aria, in certi casi l’alimentazione automatica programmata (di pellet) in funzione della temperatura
richiesta e molto altro ancora. Questi focolari sono di produzione industriale. All’artigiano è lasciata la struttura esterna: la cornice architettonica in pietra, mattoni, legno…

L’USO DEL LEGNO NEL CAMINO

È l’alimento del fuoco: il ceppo che arde ha un fascino suo proprio che nulla potrà sostituire. Un fascino che risiede non solamente nel momento stesso della combustione, ma anche nella preparazione: se si può richiedere il ceppo a un fornitore, in molti casi coloro che dispongono di camini in campagna o in montagna preferiscono andar per boschi a procurarsi di persona il combustibile: scegliendo i rami caduti più corposi, per poi tagliarli alla misura necessaria perché entrino bene nella bocca del camino. È come un rito: il rito antico del fuoco che trova nella fiamma solo il momento ultimo. Il camino posto come un pilastro centrale evidenzia il protagonismo della fiamma e contribuisce alla diffusione omogenea del calore all’intorno: del resto è questa la collocazione originaria del focolare nelle case preistoriche.

Se il primo valore del focolare acceso in casa è quello di costituire un punto di attenzione (non a caso si parla di “mettere a fuoco”, o di “focus” che, nell’accezione inglese, indica il perno su cui ruota il discorso), oggi al tema di carattere culturale e sociale si aggiunge il problema di carattere eminentemente economico e ambientale. Il camino a legna contribuisce a ridurre le spese e a contenere l’inquinamento.

If the main purpose of a fire in the home is that of creating a focal point (in fact the word ‘focal’ comes from the Latin for fireplace or hearth), today in addition to the cultural and social aspect, there is also the economic and environmental question. A wood-burning fireplace helps cut costs and pollution.
If the house is in a mountain or country setting, there is a good chance of finding wood suitable for burning.

Un camino di fattura artigianale, in legno e pietra (Archivio
Di Baio).
Il principio è quello delle Kachelofen, le grandi stufe in maiolica tipiche dell’Europa Centrale, dove i grandi freddi suggeriscono ampie superfici radianti e forte inerzia termica. mod. Laura di Palazzetti.

Cladding in old stone blocks with mantelpiece, columns and capitals in smooth opaque-finish Trani marble. Avignone by Palazzetti.
A fireplace ensconced in the wall for an old-style effect.

Focolare Magnofix, refrattario ad alto accumulo. mod. Istanbul di Palazzetti.

Fireplace in Magnofix, a refractory material with excellent accumulation properties. Istanbul by Palazzetti.


I VANTAGGI DEI PELLET

È il modo migliore per utilizzare il legno: il pellet è ricavato dalla segatura vergine essiccata (residuo della lavorazione del legno), compressa ad altissima temperatura fino a ottenere piccoli cilindri (diametro di circa 6mm, lunghezza circa 3 cm). La capacità legante della lignina, naturalmente contenuta nel legno, permette di ottenere un prodotto compatto senza l’aggiunta di additivi chimici o collanti. Non inquinante, il pellet brucia completamente lasciando minimi residui che possono essere usati come fertilizzanti per il giardino. Pratico da usare e dosare è commercializzato in sacchi da 15 Kg ed è facile da trasportare e da immagazzinare. Ideale per chi usa stufe completamente automatiche e di grande autonomia di esercizio. La tracciatura di origine garantisce la provenienza e quindi la qualità del prodotto. Palazzetti

IL SEGRETO STA NELLA CANNA FUMARIA

Dalla qualità del tiraggio dipende la qualità della
combustione: se essa sia rapida e completa o se
sia difficoltosa e provochi un ritorno del fumo nell’ambiente.
La canna non deve dar luogo a dispersioni, deve essere studiata in modo tale da assicurare la depressione (risultante dal riscaldamento)
necessaria per espellere i fumi. Nel focolare deve
essere assicurato l’accesso di aria fresca che fornisce l’ossigeno per la combustione. Il comignolo deve favorire il tiraggio anche in presenza di vento.

Se la casa si trova in un contesto montano o comunque campestre, vi sono ottime possibilità di trovare legno di bosco adatto alla combustione: e già il partecipare alla raccolta della legna aiuta a pregustare il piacere del sedere attorno al focolare. E contribuisce al mantenimento dei boschi: infatti, i rami o gli alberi secchi abbandonati aumentano il pericolo di incendi, mentre un bosco ben tenuto è quello in cui si facilita il ricambio. Inoltre, la raccolta del legno ritualizza il fuoco e lo nobilita.

The gathering of wood itself makes you savour even more the pleasures of sitting around a fire. And it helps in the maintenance of woods: dried branches or trees increase the risk of fire, whereas a well-kept wood encourages new growth. Furthermore the gathering of wood turns the fire into a ritual.

Gruppo elettrogas e blocco a legna. Serie Professional di Ilve.
Termostufa SK60F De Manincor in acciaio.
Termostufa De Manincor e blocco Classic 120 di Ilve.

Electrogas and wood-burning unit.
Professional series by Ilve.
De Manincor SK60F thermo stove in steel.
De Manincor thermo stove and Classic 120 block by Ilve.

Atmosfera nostalgica per questa deliziosa cucina, contraddistinta da una cucina economica degna della più ricercata tradizione rurale: l’immagine grande rimanda alla proposta del bel forno-scaldavivande qui a destra, super efficiente e
di grande effetto estetico.

Old Style, Bertmark & Max A nostalgic atmosphere for this delightful kitchen comprising a range worthy of the most elegant country kitchens: the large picture has echoes of the attractive oven/food warmer shown right, of superior efficiency and great aesthetic ffect. Old Style, Bertmark & Max


STUFA FORNO CUCINA E CAMINO

Unire la stufa alla cucina: ecco due sportelli vetrati: in uno, quello basso, ard
ono i ceppi (possono essere lunghi fino a 60 cm); nell’altro, quello alto, si preparano gli arrosti. Il focolare a vista diventa elemento di atmosfera, ma resta visibile anche, ben protetto dietro il vetro termico, l’arrosto. Come avveniva per i grandi camini di una volta, dove nel vano scoppiettava la fiamma mentre più in alto, infilzato nello spiedo, girava il tocco di carne, oppure sulla piastra cuocevano verdure. Nella stufa-cucina le dimensioni sono ridotte, il rendimento è massimo: il sistema permette una combustione completa e pulita a elevato rendimento; nel forno è regolata l’umidità e il percorso dei fumi a doppio giro consente cotture omogenee e alte temperature, fino a 350°, ideali per le pizze. Quel che si dice estetica e funzionalità unite assieme:
le lisce superfici metalliche ispirano il senso del pulito, come pulito è il design di questo oggetto moderno e antico allo stesso tempo.

DIMENSIONI E OPPORTUNITÀ

Tanti modi per interpretare la cucina: dal semplice piano a una fiamma,
al piano multiplo con fiamme di diverse dimensioni, piastre, forno, girarrosto. La fonte di calore varia e influenza le modalità di
preparare gli alimenti. Oggi il sistema più diffuso è quello della cucina a gas, in cui la fiamma si regola istantaneamente. Le piastre elettriche diffondono un calore più uniforme, ma tardano a riscaldarsi e a raffreddarsi. L’alimentazione a legna – il sistema antico – ha il fascino delle cose buone di una volta e risulta particolarmente efficace per le grandi occasioni, o per chi deve cucinare a lungo.

Rivestimento in maiolica fatta a mano, con basamento e profili in acciaio pallinato. Il vetro panoramico a saliscendi è ad andamento ricurvo, per offrire una visione più libera sulla fiamma. È Fenice di Piazzetta. La “macchina” è
in ghisa o acciaio attorniata da piastre in ceramica che hanno forte inerzia termica Stufa Thermorossi.

Il rivestimento in maiolica assume forme di schietta contemporaneità: mentre il focolare si scalda subito, l’involucro mantiene a lungo il tepore e lo diffonde con gradualità nell’ambiente. Stufa a pellet mod. P962 di Piazzetta.

Handcrafted majolica cladding with pallinato steel base and trimmings.
The curved panoramic latch window provides an unobstructed view of the flame. Fenice by Piazzetta.

LA CIRCOLAZIONE DELL’ARIA NELLA STUFA

MAIOLICA E IRRAGGIAMENTO
La differenza è tra convezione e irraggiamento. Il primo termine individua lo spostamento di masse d’aria a seguito della differenza di temperatura: l’aria calda si espande, per conseguenza sale e al suo posto arriva aria a temperatura più bassa. Il riscaldamento per irraggiamento agisce in modo progressivo all’intorno evitando di muovere masse d’aria.
Il primo tipo di trasporto di calore è attivato dalle superfici metalliche; il secondo tipo dalla maiolica, la cui massa trattiene a lungo il calore.

Nella civiltà della macchina la distanza tra l’agire e le sue conseguenze è dilatate all’infinito.
Premere i pulsanti di un telecomando è comodo, ma fa perdere la cognizione del rapporto tra l’azione e la sua conseguenza. Accendere un camino con le proprie mani recupera questo legame.

In this world of machines, the gap between the consequences of one’s actions has been greatly enlarged. Pressing on a remote control is convenient but we fail to appreciate the link between our action and its effect. Lighting a fire with
one’s own hands helps restore this link.

MONUMENTO DOMESTICO

Il minimalismo inteso come riduzione nelle dimensioni e nelle forme, è espressione di una ricerca dell’essenziale, familiare nell’epoca contemporanea. Ma le kachelofen di tradizione nordica permettono di aggiungere alla casa un elemento di monumentalità che non contraddice il miesiano “less is more”.

Stufe in maiolica: architetture che irraggiano pacate un calore profondo.
“Havana” e “Parete” di Carampiù.  Una struttura cilindrica che trova posto facilmente ovunque. “Zio” Skantherm, di Oekotherm.

Majolica stoves are designed to give off a gentle and steady warmth. ‘Havana’ and ‘Parete’ by Cerampiù.
A cylindrical structure that will fit into any setting. ‘Zio’ Skantherm, by Oekotherm.

E vi sono alcuni camini che per la loro stessa imponenza e dimensionalità assumono qualcosa che va oltre la centralità nel contesto dell’arredo.
Sono un vero e proprio cuore architettonico su cui la casa sembra imperniarsi: come se fossero l’elemento basilare, permanente e inamovibile, e come se tutto il resto vi ruotasse attorno, avvolto dallo scorrere del tempo. In questo, la presenza del camino aggiunge un quid di solidità che spesso l’architettura contemporanea, nella ricerca di trasparenza e di fluidità, sembra perdere.

The sheer size of some fireplaces makes them more than just a central furnishing feature. They are fully-fledged architectural centres around which the house seems to revolve. It is almost as if they were the basic, permanent
and irremovable element, with everything else revolving around it, enveloped by the passing of time.
In this, the presence of the fireplace adds a touch of solidity which contemporary architecture, in its quest for transparency and fluidity, often seems to lose.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)