Giardini da vivere e contemplare

Il giardino è nutrimento per la mente e per il corpo. E’ il luogo dove riscoprire i cicli della natura, ritrovare l’equilibrio e la serenità. E, se lo spazio verde è ben progettato, diventa anche l’ambiente ideale per trascorrere il tempo libero, dedicarsi agli hobby più svariati, praticare sport o, per i più pigri, rilassarsi all’ombra degli alberi.

The garden is nourishment for the mind and body. In it we can rediscover the cycle of seasons and find peace of mind. A well-designed green area makes it the ideal place in which to spend free time, dedicate yourself to hobbies of various sorts, practise sport, or for those with a lazier predisposition, relax under the shade of a tree.

Qui sopra, per un’ambientazione scenografica o per valorizzare una cascatella d’acqua si possono utilizzare le rocce artificiali in cemento rinforzato con fibre di vetro e cristalli di quarzo; Rimini Rock

Armonia tra l’uomo e la natura

Ogni giardino è un mondo a sè, frutto dell’interazione tra l’intelligenza umana e i cicli della natura. Alberi, prati e fiori sono l’essenza di uno spazio verde, ne sono l’anima, ma per quanto abbiano una loro personale fisionomia, sarà solo il tocco umano a trasformarli in un “giardino”: saranno i sentieri, le pergole, le bordure, le luci e qualsiasi altra realizzazione dell’uomo a definire il carattere di un angolo verde e a trasformarlo in uno spazio vivibile. Ai percorsi sarà affidato il compito di guidare il cammino nel verde: se ben progettati, viali e sentieri invitano a scoprire scorci e prospettive diverse. Mete di queste passeggiate o semplici luoghi di sosta possono essere pergole e gazebo, piccole architetture che valorizzano il paesaggio e offrono ombra e relax. Da come verranno posizionati e dall’accostamento di piante e fiori, si avranno macchie di colori e texture diverse in ogni periodo dell’anno. I sistemi di illuminazione per esterni hanno invece il compito di rendere suggestivi e soprattutto sicuri gli spazi verdi durante le ore notturne, così come le recinzioni e i cancelli, che proteggono la privacy e delimitano la proprietà. Una volta definito l’assetto del giardino, lo si potrà attrezzare con ombrelloni, sdraio e poltroncine perché diventi luogo di riposo, oppure accessoriarlo con barbecue e forni per trasformarlo in una cucina all’aperto, dove preparare gustose pietanze per pic nic e pranzi all’aperto. E chi ha l’hobby del giardinaggio e magari anche del fai-da-te può costruirsi da solo la propria serra, dove coltivare e vedere sbocciare i fiori più belli anche fuori stagione.

The balance between man and nature

Every garden is a world unto itself, the result of interaction between human intelligence and the cycle of seasons. Trees, lawns and flowers represent the heart and soul of any green area, but only the hand of man can transform these elements into a ‘garden’. Paths, pergolas, borders, lights, and any other man-made creation define the character of a green area and turn it into an enjoyable space. Paths show you the way through the greenery. If well designed, they encourage you to discover different views and perspectives. Small architectural features such as pergolas and gazebos enhance the landscape and provide areas of shade for relaxation; they can be used as arrival points for the walks or simply as rest areas. Differing areas of colour and texture throughout the year are provided by plants and flowers, depending on where they are placed and in which combinations. Outdoor lighting systems provide beauty and, more to the point, security to green areas during the night, likewise fences and gates which protect privacy and delimit the property. Once the structure of the garden has been established, it can be fitted out with parasols, deckchairs, and small armchairs, turning it into a rest area, or else a barbecue and oven can be installed to make an outdoor kitchen in which to prepare tasty dishes for picnics and open-air lunches. Those who enjoy gardening and a little diy can build their own greenhouse in which to cultivate and see the most beautiful flowers blossom, even out of season.

Nelle foto: Sono in legno di teak le panche, la sedia e il tavolino qui sopra, essenza resistente alle intemperie indicata per gli arredi esterni. Tutto di Emu
Sotto un graticciato trovano posto alcuni divanetti in midollino, creando la sensazione di un comodo “salotto” all’aperto.


Strutture nel verde
Pergolati, padiglioni e gazebo regalano ombra al giardino e creano angoli dove appartarsi in cerca di relax. Possono essere edificati sia isolati, valorizzando così gli spazi aperti, sia lungo i sentieri per diventare mete di passeggiate e motivo di sosta. Accanto a una piscina offrono ombra e frescura tra un tuffo
e l’altro. Il pergolato è la struttura più semplice ed economica da realizzare e può essere considerato una sorta di prolungamento della casa. I gazebo hanno invece un’anima più complessa: originariamente erano torrette da cui godere del panorama della natura e oggi hanno conservato la loro forma articolata, con piante quadrate, rettangolari o ottagonali. In ogni caso gli elementi di sostegno sono generalmente in legno impermeabilizzato o in metallo curvilineo, ma possono essere anche in muratura e in pietra. Le coperture solitamente sono in tela, in cannicciato, in legno o più frequentemente formate da lussureggianti piante rampicanti.

Garden structures

Pergolas, pavilions and gazebos provide shade to the garden and create areas in which to relax. They can be set up either as stand alones, thus making the most of open spaces, or along paths so that they become the arrival point for a walk and an excuse for a rest. Next to the pool they provide shade and coolness between swims. The pergola is the easiest and cheapest structure to make and can be seen as a house extension. Gazebos, on the other hand, are somewhat more complex. Originally they were little towers, vantage points from which to enjoy the green panorama; they have maintained their complex shape, and can be square, rectangular or octagonal. Support elements are generally in waterproofed wood or curvilinear metal, although brickwork and stonework are also possible. Covers are usually in fabric, trelliswork, or wood, but more frequently they consist of luxuriant climbing plants.

L’angolo del relax

Pranzare all’ombra degli alberi, riposarsi su comode sdraio dopo una nuotata in piscina o semplicemente leggere un libro tra i cuscini di un “salotto” all’aperto sono piaceri a cui, chi possiede un giardino, non deve rinunciare. Basta davvero poco: l’importante è scegliere il punto giusto e attrezzarsi con gli accessori più indicati. Qualche esempio? Se in giardino due alberi si trovano posizionati vicini si può appendere un’amaca e dondolarsi placidamente, oppure sfruttare il riparo di un ombrellone, comodo perché facile da spostare e chiudere in caso di brutto tempo.

A place for relaxation

Dining under the shade of a tree, resting on comfortable deckchairs after a swim in the pool, or just reading a book ensconced among the cushions of an open ‘living room’, are pleasures that those who possess a garden can enjoy. Surprisingly little is needed. It is important to choose the right spot and to get hold of the most appropriate accessories. For example, if the garden has two trees near to each other, you can hang up a hammock for a gentle swing; alternatively you can enjoy the shade of a parasol, which is ideal because it is easy to move and can be closed when it rains.

Novità sotto il sole

Un’alternativa alle classiche panche e alle tradizionali poltroncine viene offerto dalle sedute in midollino, materiale resistente e naturale che ben si presta a creare elementi dalle linee sensuali e dal design invitante. Dormeuse e sofà hanno morbide imbottiture in stoffa e comodi cuscini che invitano al relax. A destra, una dormeuse e un divanetto in colore naturale, Palmobil.

Sunshine novelties

These seats are an alternative to the classic benches or traditional armchairs. They are made of rattan, a long-lasting and natural material particularly suited for making items with a sensual look and an inviting design. Loungers and sofas have soft padding in fabric and comfy cushions that lend themselves to relaxation. Right,a lounger and small divan in their natural colour, by Palmobil.

Si può posizionare ovunque il barbecue nell’immagine piccola, dotato di cappa, vano porta a legna e griglia cottura in inox “Cefalù”, Edilkamin

Il progetto
The Project

Realizziamo un barbecue

La struttura “base” di un barbecue in muratura è molto semplice: ha un’anima in mattoni a forma ferro di cavallo con fondamenta di cemento o sempre di mattoni a una profondità minima di 60 cm dal terreno. Si utilizzano due griglie, una sulla quale arde il fuoco (con un vassoio sottostante per raccogliere la cenere) e l’altra, detta “graticola” su cui cuoce il cibo, poste a circa
10 cm di distanza l’una dall’altra. Entrambe le griglie devono essere a maglie strette e, per facilitare la pulizia, è bene che siano estraibili.

Making a barbecue

The basic structure for a barbecue is very simple. It consists of a brick horse-shoe shaped centre with a cement (or brick) foundation at a depth of 60 cm from the ground. Two grills are required, one on which the fire burns (with a tray below it to catch the ash) and the other, the gridiron, to cook the food on, placed ten centimetres apart from each other. Both grills need to have a tight mesh and be removable for easy cleaning.

Un barbecue per cucinare all’aperto

E’ una vera cucina per tutti i gusti, il più antico sistema per cuocere i cibi, apprezzato ancora oggi per la semplicità di cottura, la velocità di manutenzione e lospazio minimo che la sua struttura richiede. E soprattutto perché regala una varietà di sapori e profumi da sedurre qualsiasi palato. Il barbecue può essere mobile o fisso, in metallo o muratura, e si può posizionare ovunque, meglio se al riparo di un portico o di una tettoia così da cucinare in tutta tranquillità anche nelle giornate di pioggia o di vento. Quando lo spazio lo permette lo si può combinare con il forno, creando veri angoli cucina per dare sfoggio delle proprie capacità culinarie.

A barbecue for cooking outdoors

A barbecue is a kitchen to suit all tastes. It isthe most ancient system for cooking food, and it is still appreciated today for its simplicity, ease of maintenance and the small space it occupies, but especially for the variety of flavours and smells it gives off, which seduces all palates. A barbecue can be mobile or fixed, in metal or brick, and it can be placed anywhere, ideally under the shelter of a portico or canopy so that you can cook in peace even when there is wind and rain. Space permitting an oven can be included, creating a genuine kitchen area in which to let loose your culinary skills.

Design e funzione

Per cucinare pranzi elaborati il barbecue deve essere attrezzato con piani di lavoro e utili accessori, come griglie in acciaio, pietre ollari per la cottura dietetica, portacarbone per favorire le operazioni di accensione del fuoco e magari un girarrosto elettrico. I piani di lavoro dovrebbero sempre essere posti ad un’altezza che permetta di cucinare senza piegarsi e il fuoco dovrebbe essere protetto per contenere i fumi di cottura anche nelle giornate ventose. Qui a sinistra, due modelli di barbecue con struttura in conglomerato cementizio rivestita in spugnato plastico lavabile per una maggiore igiene. In alto”pinocchio” con vano porta carbonella e in basso “nuovo vulcano” dotato anche di un forno molto capiente; Palazzetti

Design and function

To cook elaborate lunches, barbecues need to be fitted out with a worktop and some useful accessories such as steel grills, soapstones for dietary cooking, a charcoal holder to facilitate fire lighting, and possibly an electric spit. Worktops should always be placed at a height that lets you cook without having to bend over, and fires need protection so as to contain cooking smoke even on windy days. Shown left are two types of barbecue with a concrete structure covered in washable plastic sponge for better hygeine. Above is the ‘pinocchio’ model with charcoal holder, and below is ‘nuovo vulcano’ equipped with a very large oven, by Palazzetti.

Una piccola serra da giardino

Sin dal ‘700 le serre, piccole o grandi, hanno arricchito i giardini permettendo di coltivare piante bisognose di cure e calore. Oggi esistono serre già pronte da montare, ma gli amanti del fai-da-te saranno soddisfatti nel sapere che realizzare una struttura da soli è più semplice di quel che sembri. Innanzitutto è necessario un telaio in legno fissato a un traverso in terra e in parte fondato oppure montato su una fondazione in mattoni a vista. Per l’involucro si possono utilizzare lastre di polimetilmetacrilato o di vetro (no ai semplici fogli di plastica perché vanno sostituti ogni tre anni) mentre il pavimento sarà lasciato in terra (magari con una parte pavimentata in legno) per regolare l’umidità e piantarvi gli ortaggi. Per una buona ventilazione, vanno previste due aperture e unventilatore da azionare nelle giornate afose. Infine si riveleranno utili pannelli per creare zone d’ombra e prese di corrente per l’illuminazione artificiale.

A small garden greenhouse

Ever since the 1700s, greenhouses large and small have embellished Gardens by enabling the cultivation of plants that require care and Warmth. Prefab greenhouses are today available, but diy enthusiasts will be pleased to know that making your own structure is easier t
han it looks. First you need a wooden frame fastened to a beam in the ground that is partly well-grounded or else mounted on a brick foundation. Sheets of polymethyl methacrylate or glass (avoid simple plastic sheets because these need to be replaced every three years) can be used for the overing, and the floor can be left as earth (perhaps with some planking) to regulate humidity and to plant vegetables. For proper ventilation, two openings are required together with a fan to be used on sultry days. Finally, panels are useful to create shaded areas with and to attach plugs for artificial lighting.

Il giardino ecologico

Qui a lato lo schema di una compostiera, il sistema ecologico di raccolta di sostanze organiche che fornisce utile concime. A sinistra, tre soluzioni per i ricci, gli animaletti che proteggono il giardino da rettili e insetti: pioli per la risalita dall’acqua, un rifugio di pietra e fango e un riparo di rami e foglie secche contro un albero.

The ecological garden

Shown above is a diagram of a compost heap, the ecological system for collecting organic substances to make useful fertilizer. Left, three ideas for hedgehogs, those little animals that protect your garden from reptiles and insects: rungs to come out of the water, a stone and mud refuge, and a shelter made of branches and dry leaves placed against a tree.

Le Distanze di sicurezza

La distanza da cui si pianta un albero rispetto al resto della vegetazione o alla casa, non solo influenza lo sviluppo della pianta stessa, ma può compromettere la vivibilità del giardino e la sicurezza dell’edificio. In linea di massima si può affermare che la distanza minima è pari alla metà dell’ampiezza massima della chioma e il colletto di un albero dovrebbe essere distanziato di almeno 2 o 3 metri dalle fondamenta, tubature, pozzetti e vasche sommerse.

Safety Distance

The distance at which we plant a tree in relation to the rest of the vegetation or the house, not only influences the growth of the tree itself, but can also compromise the liveability of the garden and the safety of the building. Generally speaking we can say that the minimum distance is equal to half the maximum width of the foliage, and that the neck of the tree should be at least 2 or 3 metres from the foundations, pipes, wells, and underground tanks.

Per un giardino sempre in ordine
For a garden always tidy

La cura del giardino non dovrebbe essere un dovere, ma un piacere. Il rasaerba rotativo Bosch, rende facile e veloce la rasatura sia di prati calpestabili sia all’inglese perché è leggero e comodo da usare.

Taking care of your garden should be a pleasure, not a burden. The Bosch rotary lawn mower makes mowing all types of lawns quick and easy because it is ligh
t and simple to use.

Perché un giardino sia sempre lussureggiante è indispensabile un buon sistema d’irrigazione. Per ampi spazi Sono ideali i gocciolatori che mantengono l’idratazione sempre costate, mentre i microzampilli risolvono i problemi delle piccole zone. A sinistra, un impianto di Gardena.

A good irrigation system is a must for a garden with permanently luxuriant vegetation. Drippers are ideal for keeping moisture constant over large surfaces, and micro-fountains are a solution for small areas. A Gardena system is shown right.

I percorsi nel verde

Per dare risalto al verde del giardino, renderlo vivibile e guidare alla scoperta di angoli e scorci, i vialetti e i sentieri hanno un ruolo primario. Progettare un percorso e sceglierne la pavimentazione diventano, quindi, operazioni di fondamentale importanza. I sentieri dovrebbero innanzitu tto avere sempre linee morbide, così da rallentare il passo e invitare alla contemplazione, con una larghezza che consenta il passaggio di almeno due persone contemporaneamente. I materiali che più spesso vengono scelti come pavimentazioni sono la pietra e il laterizio. La prima è resistente, economica e disponibile in infiniti colori e varietà. Il laterizio si presta a creare giochi geometrici, è bello da vedere e ha una notevole resistenza.

Paths through the vegetation

Paths have a leading role in bringing out the green of the garden, making it pleasant and encouraging exploration of secluded spots and views. So designing a path and choosing the paving become operations of crucial importance. First and foremost, paths should always have gentle lines such that they slow down the pace and encourage contemplation; they should be wide enough for the passage of at least two people at the same time. The materials most often used for flooring are stone and brick tiles. The first is resistant, cheap, and available in an infinite number of colours and varieties. Brick tiles are ideal for geometric designs; they are good to look at and they are remarkably resistant.

Illuminazione e cancelli

Una buona illuminazione e una recinzione affidabile sono indispensabili per rendere un giardino sicuro e vivibile. Le luci da esterno sono disponibili con tipologie e funzioni diverse, ma la più frequente è il modello a lampioncino, in diverse altezze, utile perché convoglia la luminosità sui percorsi, illumina i cespugli e, se spento, si mimetizza con il verde. Le recinzioni e i cancelli, invece, hanno il compito di proteggere il giardino da eventuali intrusi, di delimitarne la proprietà e definirla in zone funzionali, come per esempio l’orto. In più, una bella recinzione diventa elemento d’arredo che dà compiutezza formale e incornicia gli spazi verdi.

Nelle foto: Accostare i diversi formati della pietra e sfruttare la varietà dei colori possono dare vita a vivaci giochi di trame. Qui sopra una pavimentazione A.L.P. e un percorso in pietra arenaria; Sercecchi
Qui sopra il lampioncino da terra che illumina i percorsii, “Diritto”.
Una recinzione in legno; tutto di F.lli Aquilani

Gates and lighting

Good lighting and a reliable fence are essential for a safe and pleasant garden. Various types of outside lights are available that answer to different requirements, but the most common is the Chinese lantern, in various heights, which is useful because it directs light over paths, illuminates bushes and, if switched off, merges well with the green. Fences and gates, on the other hand, protect the garden from intruders; they delimit the property and defend the garden from functional areas such as the vegetable garden. In addition, an attractive fence provides formal completeness and frames green areas.

Una doccia nel verde

Dopo una nuotata in piscina la doccia è di rigore. Qui a lato un modello con cinque funzioni: doccia fissa regolabile, acqua nebulizzata, idromassaggio mirato alla zona alta del corpo, idomassaggio per la zona bassa e infine lavapiedi. “Doccevita” Brandoni

A shower surrounded by vegetation

After a swim in the pool, a shower is a must. Shown here is a model with five functions: adjustable fixed shower, water nebulizer, upper-body hydromassage, lower-body hydromassage, and finally, foot-bath. Bandoni “Doccevita”.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)