Caldo parquet


Dalla tecnica dell’intarsio ai prefiniti.

Il pavimento in legno è stato utilizzato fin dal X secolo a.C. per le sue caratteristiche di calore e
confortevolezza. Da semplice tavolato a parquet la sua definitiva consacrazione come elemento d’arredo avviene nel 1600 quando diviene parte integrante della Reggia di Versailles. Oggi il pavimento
in legno è disponibile in innumerevoli varianti: in aggiunta all’essenza, e conseguentemente al colore, vi sono il formato e la geometria di posa, la scelta dell’essenza, più o meno dura, l’opzione tra
parquet tradizionale e prefinito, i trattamenti finali.

Servizio di Raffaela Balestrieri, architetto

L’uomo iniziò ad utilizzare il legno come pavimento, considerandolo un materiale adatto a creare un ambiente più caldo e confortevole, fin dal X sec. a. C. Il pavimento in legno quindi, segue la storia dell’umanità, adeguandosi via via alle nuove tecnologie costruttive. Verso la fine del Medioevo abili artigiani intrapresero l’accostamento di più essenze legnose per realizzare disposizioni particolari; in seguito, artisti dalla fantasia creativa, svilupparono la tecnica dell’intarsio proponendo decorazioni e figurazioni di grande valore.

Il pavimento in legno è una scelta legata al comfort e all’estetica. Se a questo si aggiunge l’eleganza
e il fascino dell’antico, ecco che diventa il vero protagonista dell’ambiente.

L’antica arte dell’intarsio ligneo, frutto dell’abile accostamento di essenze e cromie diverse, disegni e motivi floreali, figure e splendidi ornamenti per un magico effetto trompe l’oeil, nel nome della fantasia e dell’immaginazione, Berti. Pavimento in cassettoni di legno in rovere antico “Andraz”, Antico è.

La pavimentazione in legno del castello di Versailles (1600) diviene celebre ovunque e fa maturare la consapevolezza nuova del parquet come elemento d’arredo. Il legno, utilizzato nelle abitazioni come semplice tavolato fin dai tempi più remoti, riceve qui la sua definitiva consacrazione a prodotto per l’architettura.
Dati i costi elevatissimi, la moda del parquet rimane comunque per molti anni un privilegio di pochi. Una vera diffusione del parquet si ha solo in epoca moderna, dove a fronte di una richiesta sempre maggiore di mercato, dovuta all’inurbamento delle grandi città, l’industria propone prodotti di più semplice costruzione ed applicazione.

La messa a punto di nuovi prodotti aumenta la resistenza del parquet.

Pavimento in legno
prefinito in maxilistoni “Asia”
rovere naturale, Ardesia.

La crescita registrata negli ultimi anni delle pavimentazioni in legno risiede nella “riscoperta” di alcune valenze tecnico-prestazionali proprie del materiale e nello sviluppo dei trattamenti di finitura. Si è assistito, ad esempio, a un progressivo affinamento nella formulazione dei prodotti, che ha permesso di ottenere rivestimenti superficiali a elevata resistenza e fattore di protezione tali da ampliare le possibilità di impiego di pavimentazioni in legno anche in ambiti in cui tale scelta veniva tendenzialmente sconsigliata, quali zone ad elevata percorrenza e locali umidi. L’abbinamento tra prodotti per il trattamento del fondo e vernici superficiali ha permesso infatti di ottenere valori di resistenza all’abrasione ed impermeabilizzazione del supporto particolarmente elevati. Le funzioni svolte da tali prodotti sono di estrema importanza in quanto, da un lato, determinano una chiusura dei pori del legno rendendone
uniforme la capacità di assorbimento e impedendo che l’assorbimento di sostanze di vario genere possa alterarne il colore, dall’altro, incrementano in modo sensibile il livello di aderenza della vernice al supporto e, conseguentemente, anche la capacità di conservare nel tempo una migliore qualità estetica.

La prefinitura garantisce un prodotto omogeneo con alte prestazioni.

Per la sala da thè di questa “Residenza d’Epoca”, sono stati scelti Master Floor® e la variante Master Floor® Big
Old. Questa combinazione di prodotti permette di ottenere i pavimenti in legno come quelli di una volta, caratterizzati da tavole di diverse larghezze e lunghezze.
Riproposti oggi in ambienti moderni inseriscono dei richiami alla tradizione con risultati molto interessanti. L’essenza di roere spazzolato verniciato effetto cera, si sposa con le scelte cromatiche e progettuali dell’architetto. Anche la posa
incollata, su massetto in cemento è stata studiata ad hoc: la disposizione in diagonale di Master Floor® crea una nuova, interessante texture. Garbelotto
In camera da letto un pavimento in legno di gusto contemporaneo: è il prefinito Super Listo Floor® rovere, spazzolato, sbiancato, effetto cera. Garbelotto.

Il livello di resistenza, oltre che di impermeabilizzazione, raggiunto grazie a tali prodotti è tale che le prestazioni offerte hanno permesso di estendere l’impiego di rivestimenti in legno persino in ambienti esterni, ad esempio, dando continuità di pavimentazione tra interni, verande, loggiati, ecc. Accanto alle tipologie tradizionali si è progressi
vamente affiancata una serie di prodotti compositi che sono stati sviluppati con l’obiettivo di migliorare una serie di limiti prestazionali o applicativi delle pavimentazioni in legno. Si tratta di una serie di alternative in grado di superare alcuni inconvenienti delle finiture in legno tradizionali grazie ad una stratificazione del prodotto attraverso singoli componenti che assolvono in modo ottimizzato precise funzioni. Un primo vantaggio che queste tipologie sono in grado di offrire riguarda la prefinitura, ossia la superficie di calpestio già trattata con prodotti vernicianti in modo da
garantire controlli ed omogeneità delle condizioni di applicazione attraverso un processo seriale industrializzato.

I pavimenti in legno antico possono essere caratterizzati da nodature, annerimenti,
possibili tracce di alburno, fibrature ecc. Tutti elementi che ne confermano l’autenticità.

“Casentino” plance in rovere a posa assortita. Cosmo
“New mosaics collection”, parquet in rovere medio e tessere in argilla. Parquet in  Pavimenti in doghe naturali per case rurali “Vintage Tundra”, Nordholz.  Il prefinito Skema Elegant è dotato del nuovo sistema a incastro Sigil Lock System, che consente, oltre alla posa del tipo flottante, anche il classico incollaggio a terra. Skeina
Pavimento in Larice antico colorazione “Breeze”. Antico è

Il trattamento di protezione è applicato in genere sullo strato superiore di legno naturale (di solito è in legno nobile
con uno spessore minimo di 2,5 mm) che conferisce al prodotto finito lo stesso aspetto superficiale di una pavimentazione in massello. Lo spessore del legno utilizzato varia da prodotto a prodotto ed è in relazione a questo che cambiano le possibilità di sottoporre o meno la pavimentazione a successivi interventi di levigatura.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)