Bagno

Stili in bagno
Ognuno ha il suo stile: unico e personalissimo… l’importante è raggiungere un accordo con tutti i membri della famiglia. Per fortuna, spesso in casa è possibile realizzare due bagni!
realizzazione di Mario Margheritis, architetto

Una volta era più facile, il locale bagno non creava problemi: sanitari bianchi, piastrelle bianche o al massimo azzurre, senza fantasia. Era un locale da “usare” e nulla più. Ma da quando si è capito che è uno spazio importantissimo della casa, da arredare con lo stesso impegno e la stessa cura degli altri locali, allora sì sono cominciati i guai… e le discussioni in famiglia. Noi abbiamo scelto per voi due stili agli opposti: uno opulento, ricco, impegnativo; l’altro all’avanguardia,
hi-tech, minimalista. A voi decidere. Naturalmente ci sono anche vie di mezzo, ma si rischia di realizzare qualcosa di banale, senza personalità.

Il bagno degli ospiti in una grande villa è completamente rivestito in tessuto, disegnato da Filippo Perego e prodotto da FP2, ispirato al mondo decorativo della Secessione Viennese d’inizio secolo. Il lavabo è incassato in un bel mobile in marmo e noce, anch’esso disegnato da Filippo Perego, e dotato di rubinetteria dorata.

1. Un bagno dalle linee pure, con pareti e contorno vasca in mosaico bianco, piano lavabi sospeso, grande specchio e, a contrasto, il pavimento in ardesia. E’ un bagno aperto sul piccolo disimpegno della camera da letto. (visto su: NB Il Nuovo Bagno n.26, progetto Asfour Guzy Architects)
2. Il contrasto tra i due bagni di questa pagina è davvero eccezionale: tanto “pulito”, spoglio (in senso positivo!), senza ornamenti il primo, quanto ricco, estremamente decorativo, prezioso il secondo. Il bagno a lato mostra pareti e soffitto interamente rivestiti con una tappezzeria fiorita che gli conferisce un’atmosfera speciale: l’effetto trompel’oeil non solo ne accentua l’eleganza, ma contribuisce ad aumentarne il senso di ampiezza e luminosità. D’altra parte è anche uno spazio eccezionale, molto ampio e con soffitto a capriate che lo caratterizzano fortemente. Il pavimento in marmo con elegante disegno a tre colori, la statua, il mobile antico ricco di oggetti preziosi completano questa particolarissima realizzazione. Interessante anche l’adozione di vetri serigrafati alle finestre.

1. Un bagno minimalista e high-tech, realizzato in un loft a Milano. L’ambiente è dominato dalla grande vasca contornata da una larga fascia di marmo grigio venato, materiale ripreso anche nella zona del lavabo, costituito da un blocco centrale e due mensole e posizionato a lato dell’ampia finestra ad arco. Sulle superfici candide spiccano con deciso contrasto il sistema di illuminazione (in metallo nero, con lampade tipo fotografo), il folto tappeto, la poltroncina e il calorifero orizzontale che sottolinea la finestra.
2. Qui sono stati uniti i due stili che vi abbiamo proposto: in un bagno modernissimo, mobili bianchi lineari e stilizzati e il piccolo lavabo tondo in acciaio, mettono ancor più in evidenza l’antica cornice dorata dello specchio. Una particolarità del progetto dell’architetto Piccinali, che forse non si indovina guardando l’immagine, è la realizzazione di un elemento scorrevole che all’occorrenza nasconde i sanitari (a destra nella foto).

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)