Il cielo per soffitto

Il desiderio di salire più in alto è connaturato con l’uomo, e la letteratura lo ha  variamente celebrato.
Ora che la vita si svolge quasi esclusivamente nelle città, la casa in montagna offre l’occasione di una pausa in cui ritrovare il silenzio e il contatto vero con la natura. Ma è necessario disporre di un ambiente autentico, in cui l’ambiente montano non sia solo “fuori” dalla casa, ma anche “dentro”: con tutte le sue manifestazioni tradizionali, soprattutto con arredi elaborati secondo le modalità dell’alta falegnameria, quali quelli illustrati in queste pagine: eseguiti a mano nei più minuti dettagli, ricchi di particolari stilistici che restituiscono ambienti originali, coerenti con il sito e artisticamente ineccepibili.
Sono ambienti che si configurano come autentiche operazioni culturali, che recuperano la continuità di tradizioni che si ritrovano nella storia di tutto l’arco alpino. Elaborazioni che traggono alimento da una collezione a carattere museale di opere in legno, antiche ma riutilizzabili: “Legno d’Epoca”, raccolta nell’arco di decenni.

La scala di accesso al piano mansardato. I gradini sospesi sono realizzati con travi in patina originale, scavate e murate. L’ambiente è ricavato da un appartamento mansardato, dove l’abbaino guarda sulle Tofane.Si pensi a come doveva apparire prima che fosse così ricomposto: il sottotetto di solito è vuoto, freddo, polveroso, scuro.
L’apertura delle grandi finestre l’ha inondato di luce. Le travi sono disposte non solo lungo la pendenza in funzione strutturale, ma anche orizzontalmente a definire l’orditura della libreria, creando una continuità visiva.
Gli schienali rimovibili consentono di accedere agli impianti di servizio. Lo stesso legno incornicia la nicchia del calorifero. La porta apre alla camera da letto.La parete della camera è attrezzata con armadio e piano scrittoio sormontato da tre nicchie portaoggetti e sorretto da una doppia cassettiera. La patina del legno dà un carattere ben deciso agli ambienti.NEI DECENNI IN CUI PER SPIRITO DI MODERNITÀ NELLE ZONE ALPINE CI SI LIBERAVA DI VECCHI (QUANDO NON SECOLARI) ARREDI, TARCISIO SCANDIUZZI ANDÒ CONTROCORRENTE. DOMANDÒ IN GIRO, SI FECE CONOSCERE. SI PRESENTÒ IN
DIMORE NOBILI E IN CASTELLI DI MEZZA EUROPA, IN CASOLARI DI MONTAGNA E IN SPERSI TABIÀ CHE DOVEVANO ESSERE DEMOLITI O RISTRUTTURATI. ACQUISTÒ ARREDI DI LEGNO, SOFFITTI, PARETI, TRAVATURE, STUBE, PORTE, MOBILI. CON ATTENZIONE, FIUTO E LUNGIMIRANZA, SI DEDICÒ AL SALVATAGGIO DI PEZZI “D’EPOCA”, CARICHI DI STORIA E DI CULTURA, DI GUSTO E DI CIVILTÀ LOCALE. NASCEVA COSÌ A POCO A POCO LEGNO D’EPOCA. 91 SOFFITTI IN ABETE, CIRMOLO E PINO, DI VARIE EPOCHE E MISURE; 6 SOFFITTI CON TRAVI ALLA SANSOVINA; 22 SOFFITTI DIPINTI; 60 BOISERIE E STUBE ESPOSTE E 350 A MAGAZZINO, OLTRE 1.000 PORTE ORIGINALI, 150 MOBILI E CIRCA 150 ATTREZZI DA LAVORO. ORA È UN MUSEO E UN MAGAZZINO CUI ATTINGERE PER NUOVE REALIZZAZIONI. (V. IL VOLUME “IL LEGNO CHE RIVIVE. L’OPERA DI TARCISIO SCANDIUZZI E IL MUSEO DEL LEGNO D’EPOCA”)

La vetrata nell’abbaino segue l’andamento del tetto in altezza e in larghezza. Il soffitto rivela tutta la bellezza delle travi portanti e di quelle a correre, ognuna scolpita in maniera diversa, e allo stesso modo si apprezzano i pannelli della controsoffittatura tra trave e trave. L’ambiente è sfruttato al meglio, con le sedute avvicinate alle parti basse e lo spazio centrale libero e inondato di luce.

La camera padronale con nicchia per la testata del letto. Il disegno a due falde dell’abbaino è scandito da due travi che si innestano su quella traversa: la forma triangolare che si viene a creare nel gioco degli incroci è chiusa da cornici sovrapposte.
Non si tratta più di un varco nel tetto, ma di uno spazio modellato per convogliare la luce e conferire calore.Legno d’Epoca
Il libro dei libri del legno

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)