Atmosfere rinascimentali


Ha il sapore dell’autenticità questa villa immersa nel verde.

Camere e soggiorni affrescati, comode poltrone dove leggere e riposare, sale da bagno dove rilassarsi immersi in un’atmosfera antica carica di sogni e memorie.

Servizio e testo di Antonella Tundo architetto
Le immagini sono state gentilmente concesse da “il Poggiale”.

Dalla strada che conduce a San Casciano, sorge, con la massa bruna delle sue vecchie e solide mura, sulla cima pianeggiante del colle di Argiano lungo la via Empolese, una tra le più belle e antiche ville di San Casciano. Arrivando non si scorgono né la villa né il giardino, ma superato il cancello della proprietà la campagna toscana si rivela in tutta la sua esuberanza e freschezza, in tutto il suo colore argenteo e caldo degli ulivi che abbracciano per quattro ettari la villa. Dal lato del giardino vi è un portico elegante che invita all’ingresso con colonne di stile toscano, mentre tutte le
porte e le finestre sono decorate di pietrami di un purissimo carattere rinascimentale.

Nel cuore del Chianti, a pochi chilometri da Firenze,
una villa rinascimentale classificata tra le "Dimore Storiche" italiane.

Nelle foto: Seduti nel grande loggiato rinascimentale si gode la vista del giardino classico, avvolti dai profumi delle rose antiche, delle piante e delle essenze.
Il grande salone affrescato, il cuore della casa, è pieno di comode poltrone e accoglienti divani; vari altri salottini offrono spazi tranquilli per riposare.

Arrivati si è sorpresi da questa villa che è alla sua seconda vita. Questo complesso di edifici rustici del XVIII secolo, luogo natale dei proprietari, i Sig.ri Johanan e Nathanel Vitta, che qui sono nati e vissuti da piccoli, è stato scrupolosamente e con dedizione infinita riportato in vita e convertito in un albergo confortevole e di lusso. Gli stessi proprietari si sono occupati del restauro nel 2001, ogni oggetto è stato acquistato e scelto per rendere gli ambienti non solo unici, ma soprattutto per far sentire a casa chiunque soggiorni in questa dimora.

Nelle camere e nei saloni i sapori e i colori della regione fanno da sfondo all’eleganza diffusa,
dal grigio della pietra serena al cotto dell’Impruneta.

Nelle foto: Le stanze sono piene di oggetti di svariata provenienza, alcuni risalgono alla famiglia Vitta, oggetti recuperati dalla memoria famigliare, altri sono stati acquistati sui banchi dei rigattieri che la domenica rallegrano i centri medioevali toscani, altri ancora sono stati riportati da viaggi esotici fatti in giro per il mondo. Ogni oggetto dialoga con gli altri. I colori sono armonici, i materiali complementari.

Qualità dell’intervento

Centralità del progetto: spazi eleganti ma confortevoli e domestici per far sentire chiunque a casa.
Innovazione: ogni camera gode di tutte le più moderne tecnologie, ma tutto è nascosto e nulla intacca la poesia classica degli ambienti, nessun filo disturba gli occhi, tutto è stato accuratamente nascosto.
Uso dei materiali: materiali della tradizione toscana dall’elegante pietra serena, al cotto di Impruneta, le pareti sono dipinte con colori fatti con terre e pigmenti naturali.
Nuove tecnologie: pur godendo del panorama magnifico di tutta la campagna toscana o volendo sostare all’ombra di un ulivo, qui sarete comunque connessi con il mondo. Anche il parco infatti è coperto da Internet Wireless a
banda larga e dal servizio VoIP per telefonare.

Villa Il Poggiale offre ambienti ampi e luminosi. Il grande salone
affrescato, cuore della casa, è arredato con eleganza.

In Edicola

Nelle foto: Le camere, tutte spaziose e diverse tra loro, hanno le pareti dipinte con colori fatti con terre e pigmenti naturali. I tessuti delle tende e dei letti a baldacchino provengono da piccole tessiture artigianali; sete orientali invece
sono state impiegate nelle sale e nelle stanze del piano nobile.

Durante il periodo di apertura della piscina il lunch viene servito nella “Tinaia”, un’antica orciaia affacciata sulla natura.

Tutta la residenza il Poggiale ospita 22 camere, ognuna rifinita ed elegante, curata nel dettaglio e resa accogliente in ogni particolare.
La Fonte è il nome dell’antica casa colonica raggiungibile dalla villa attraverso un sentiero fra gli olivi lungo circa 100
metri. Risale al XVI secolo ed è stata completamente ristrutturata da pochi mesi. L’appartamento è delizioso, con vista sul giardino di rose, gli oliveti e le colline bordate di cipressi sullo sfondo. Ci sono due ampie e luminose camere da letto (una doppia ed una tripla) ognuna con il proprio bagno ed un elegante ed accogliente soggiorno col caminetto originale.

La storia

Le prime notizie della villa risalgono al 1408, quando i Corsini comprarono Il Poggiale da Jacopo d’Agostini Martini. Passò poi alla commenda del priorato di Firenze ed in seguito ai Ri
casoli-Rucellai. L’aspetto esterno della villa risale al XVI secolo con il bel loggiato rinascimentale e le eleganti incorniciature in pietra serena delle finestre e delle porte. Il cortile centrale con il pozzo è probabilmente la parte più antica; vari abbellimenti e ampliamenti sono stati eseguiti in tempi successivi.
La decorazione interna risale invece ai primi anni dell’800 con begli affreschi nelle sale e porte dipinte. I locali per l’accesso e la rimessa delle carrozze sono affrescati a grottesche di epoca rinascimentale. L’ultimo restauro, ad opera degli attuali proprietari, i Signori Johanan e Nathanel Vitta, è del 2001.

 

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)