Architettura

Materiali e soluzioni costruttive biocompatibili costituiscono gli ultimi innovativi capitoli della storia
dell’architettura. Un’evoluzione che nasce da problemi energetici e di inquinamento e dalla volontà di
ristabilire nuove modalità di “essere nella natura”, di rapportarsi all’ecosistema. Un filone di ricerca, quello della bioedilizia, sul quale si innesta l’attuale offerta di case prefabbricate privilegiando abitazioni dove il comfort interno è strettamente legato alla struttura architettonica e alla scelta di
materiali (dagli intonaci alle pavimentazioni) rigorosamente naturali.

La ricerca e la sperimentazione nel campo delle tecnologie per lo sfruttamento delle fonti di energia alternative e rinnovabili hanno dato un contributo significativo anche al settore dell’edilizia dettando, nella progettazione, una nuova tendenza che va sotto il nome di “Architettura bioclimatica”. In questo caso l’involucro architettonico esterno, diventa parte attiva nel migliorare funzionalità e comfort all’interno dell’edificio. Un riferimento forte anche per architetti e imprese che si occupano di edilizia prefabbricata.

Nelle foto: L’architetto Mario Veronese ha progettato per Cosmo Haus “Futura”, una casa bioclimatica costruita per sfruttare al meglio le condizioni climatiche esterne ed avere un microclima interno ottimale. A “basso consumo energetico” (utilizza pannelli solari, pompe di calore, ecc..) è inoltre dotata di un moderno impianto di automazione domestica.

Nelle foto: L’idea di realizzare una casa con struttura portante in pannelli prefabbricati in legno nasce dalla collaborazione commerciale della Legnami Mattarei con l’azienda austriaca ASHolzbausysteme, e con l’uso, prima, e la distribuzione poi, dei loro pannelli prefabbricati in legno. Stefano Mattarei rappresenta la seconda generazione della Legnami Mattarei, azienda specializzata da oltre trent’anni nella fornitura e posa in opera di strutture in legno lamellare e massiccio alle imprese edili. La conoscenza della materia prima, abbinata alla grande professionalità dell’azienda, è stata riconosciuta dalla ASHolzbausysteme, conferendo all’azienda veronese la distribuzione in esclusiva per l’Italia del loro sistema. Nasce così una partnership che si concretizza in “Progetto Ecosisthema”, mettendo a disposizione dei clienti uno show-room nel quale è possibile trasformare le idee in realtà. “Dato un progetto – dichiara in un’intervista Stefano Mattarei – anche se è concepito per essere realizzato in muratura, studiamo il modo più adatto per realizzarlo con i preassemblati di legno. La qualità del nostro prodotto è sicura e
costante nel tempo, a differenza degli edifici in muratura”. Nelle immagini 1 e 2 il progetto di un’abitazione prefabbricata con il sistema “ASHolzbausysteme”.

In Edicola

Nelle foto: A Vogogna, in provincia di Verbania, è possibile scoprire quanto le case prefabbricate Rubner Haus possano veramente definirsi “su misura”. Il committente può infatti intervenire personalmente, o assistito dal proprio architetto di fiducia, nella progettazione della nuova costruzione. La grande casa nella foto è un modello
“Residenz” bifamiliare personalizzata con balconi e colonne in pietra. Le case Rubner Haus interpretano in modo raffinato ad eclettico sia abitazioni di tipo tradizionale che moderne, con versatili soluzioni architettoniche.
L’attività di Le Ville Plus si articola su diversi settori (residenziale, aziendale, turistico, immobiliare) ma ha un denominatore comune: l’attenzione costante alla biocompatibilità e al comfort. Nella foto uno scorcio dell’interno della Villa a Gradisca, un’abitazione che realizza una sapiente commistione fra materiali nuovi, ma tipici della tradizione locale, come il pavimento in pietra di Torreano, e materiali di recupero come i mattoni a vista delle pareti.

Case Dani nasce negli anni ’70 come azienda artigianale, per volontà del titolare che ha sempre avuto grande fiducia nel prefabbricato come alternativa al tradizionale. All’epoca non si parlava ancora di “Abitazioni ecologiche”, e in questo senso si può dire che Case Dani sia stata un’anticipatrice nel settore. Nel corso del tempo l’impresa si è ingrandita, con ottimi risultati, sia nelle realizzazioni che nei luoghi di
montaggio, mantenendo allo stesso tempo l’impostazione e la cura artigianale dei particolari e delle finiture.

Tutta la gamma dei prefabbricati è realizzata in legno d’abete nordico di prima scelta. Si possono scegliere numerose tipologie che vanno dalla semplice casa monofamiliare a quella pluripiano cono senza mansarda, con tetto a due o quattro falde. Un ufficio tecnico, con personale specializzato, è semp
re a disposizione dei clienti per consigli e progettazione. Nella foto la camera da letto di un modello “chalets”. Gli “chalets” sono costruiti in semitronchi di abete dello spessore di 90 mm, con arrotondamento sulla facciata esterna (oppure lisci su entrambi le facce), con doppio incastro sulle facce di appoggio. L’ottimo isolamento acustico e termico si traduce in un notevole risparmio energetico.

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)