La grazia del legno tirolese

San Martino di Castrozza, cittadina turistica a misura d’uomo, in certi periodi dell’anno, per preservarne la tranquillità e la quiete, diventa tutta pedonale. Il committente cercava proprio queste caratteristiche: una sorta di rifugio per le vacanze che potesse offrire tutti i comfort abitativi che difficilmente si abbandonano in vacanza: al mattino svegliandosi vede dalla finestra una delle più belle montagne del mondo, le Pale di San Martino, e in poco tempo raggiunge il Parco del Paneveggio e il Passo Rolle dove si possono fare lunghe passeggiate immersi nel verde e nella quiete della natura.Il piacere di circondarsi di tanti amici, soprattutto nelle serate invernali, per allegre riunioni conviviali, ha favorito la realizzazione di un ampia zona giorno interamente  rivestita in legno vecchio recuperato da una stube originale trentina. L’ambiente è dominato da una balconata che ricorda quella dei masi tirolesi, con tavolo e panca anch’essi in classico stile tirolese, accompagnati da sedie e divano in stile Liberty, che staccano dal contesto rischiarando l’ambiente.La cucina è inserita sotto il soppalco, che risulta essere un vano pienamente funzionale al soggiorno, con ballatoio a balaustre sagomate accoppiate a due a due che creano un motivo armonioso senza soffocare la mansarda. La scala costruita a gradini piatti per facilitarne l’uso ha solo le pedate per lasciare intravvedere la cucina e il suo bancone; qui è appoggiata una panchetta il cui motivo sullo schienale ricorda un po’ la lavorazione del ballatoio.
In tutta la casa si coglie che il materiale principe utilizzato è il legno, presente in ogni ambiente e altamente caratterizzante, ma bisogna ammettere che l’insieme non risulta mai soffocante, grazie all’abilità e alla cura con cui è stato lavorato (come nella camera padronale mansardata completamente rivestita da tavole vecchie e su cui spicca una vecchia testata letto del ‘700 veneziano in oro zecchino), e contribuisce a rendere questo spazio rustico-chic.La linea della scala, con le sole pedate, permette di avere una vista originale sulla zona soggiorno e su quella pranzo e, oltre di esse, sulle ampie finestre che inquadrano il bellissimo paesaggio montano di San Martino di Castrozza; l’incrociarsi di linee (quelle della scala e quelle della falda a travi) e le calde sensazioni del legno che tutto avvolge con leggerezza rendono interessante e dinamico ogni scorcio.Sopra il tavolo un “luster” con lanterna originario della Foresta Nera rappresenta uno scalatore ed è stato inserito dal committente per la vecchia tradizione che queste sculture in legno con corna di cervo allontanino dalla casa tutti i guai e le tribolazioni.È UN’AZIENDA A CARATTERE ARTIGIANALE FONDATA NEL 1950 DAL SIGNOR ILARIO MOCELLIN, IN SEGUITO PREMIATOMAESTROARTIGIANO BENEMERITO DALLA REGIONE VENETO E DAL COMUNE DI ROMANO D’EZZELINO. A LUI SI SONO AFFIANCATI DAPPRIMA LA MOGLIE E POI I TRE FIGLI: NADIR, GIANLUCA ED ENRICO. I MOBILI VENGONO ESEGUITI IN LEGNO DI ABETE VECCHIO RICAVATO DA ANTICHI MASI TIROLESI, OPPURE IN LEGNO DI ABETE NUOVO. LA PRODUZIONE, OLTRE AI MOBILI, COMPRENDE ANCHE LE BOISERIE E LE SOFFITTATURE, PROGETTATE E COSTRUITE PER SODDISFARE LE ESIGENTE DELLA CLIENTELA. QUESTA BOTTEGA SA TRASFORMARE OGNI CASA IN UN “NIDO” CALDO E AVVOLGENTE. OGNI MOBILE È PENSATO PER ESSERE INVITANTE E CONFORTEVOLE. UN’ATMOSFERA IDEALE PER IL RELAX, UN GUSCIO PROTETTIVO A “MISURA D’UOMO” NEL QUALE SI TROVANO I RITMI DELLE PROPRIE EMOZIONI.Naturalmente, per godere al meglio queste meraviglie della natura, è ideale una casa di vacanze: il committente si è affidato a un’impresa artigianale che ha una lunga esperienza nella realizzazione di arredamenti completi, creati utilizzando legno di abete antico, recuperato da antiche costruzioni della zona trentina e tirolese, ormai destinate alla demolizione: il risultato è un appartamento molto confortevole, tutto avvolto dal legno ma senza che questo diventi prevalente e soffocante, con accurati particolari di arredamento (tutto è stato realizzato su misura) e con alcuni tocchi veramente preziosi di alto antiquariato, con una scelta attenta di ogni tessuto e di ogni complemento, per un comfort al di sopra di ogni sensazione.Uno scorcio del bagno, anch’esso rivestito in legno con mobile dal lavabo incassato e due ante inferiori di contenimento. 
Nella camera degli ospiti si è creata al centro una nicchia in andamento con il tetto, con porte superiori e laterali dove è stato inserito il letto e un cassone retro letto con piano superiore apribile.CENTRALITÀ DEL PROGETTO: REALIZZARE UN APPARTAMENTO CONFORTEVOLE E RICCO DI DETTAGLI INTERESSANTI
INNOVAZIONE: CONSIDERARE OGNI PARTICOLARE DELL’ARREDAMENTO NEL QUADRO D’ÌNSIEME, AFFASCINANTE E LEGGERO VISIVAMENTE 
USO DEI MATERIALI: LEGNO DI ABETE RECUPERATO DA ANTICHI MASI
NUOVE TECNOLOGIE: NON MANCA NESSUNA DOTAZIONE TECNOLOGICA NECESSARIA ALLA CASA D’OGGI, MA TUTTO È CELATO NEL LEGNO ANTICOArredamenti
www.mobilitirolesi.it

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)