La protezione dell’ambiente in Cina: per uno sviluppo sostenibile

E’ iniziato ufficialmente a settembre 2010 l’Anno culturale della Cina in Italia, inaugurato dalla visita del Premier Wen Jiabao a Roma, che lo scorso ottobre, durante l’incontro tra i due governi, ha ribadito la priorità da accordare alla tutela dell’ambiente.
Una grande mostra dal titolo “La protezione dell’ambiente in Cina: per uno sviluppo sostenibile” è stata presentata a Roma presso il Complesso monumentale di San Michele, nella prestigiosa Sala delle Navi.
La mostra, curata dall’architetto Mario Occhiuto e promossa dal MEP–Ministry of Environmental Protection the People’s Republic of China, propone una visione inedita della Cina, dei suoi paesaggi e degli interventi a favore della salvaguardia dell’ambiente messi in atto dal MEP negli ultimi anni.
Sullo sfondo di scenari naturali vasti ed emozionanti, viene presentato lo sforzo intrapreso da un grande Paese alle prese con un importante processo di industrializzazione e urbanizzazione, per risolvere i problemi legati alla tutela dell’ambiente e per diffondere una “coscienza verde” fra la popolazione.
Agli scatti d’autore introduttivi, si susseguono filmati originali che sovrappongono le immagini più tecniche dei progetti realizzati all’interno del Paese nel quadro di programmi di cooperazione internazionali, e che vanno dagli edifici ecologici ai progetti di ricostruzione postsismica, passando dalla prevenzione dell’inquinamento delle risorse idriche alla qualità dell’ambiente urbano, alle immagini suggestive di grandi spettacoli naturali.
Una Cina per frammenti e visioni d’insieme, da cui emerge il desiderio di trovare un equilibrio per avviarsi sul cammino dello sviluppo sostenibile.MARIO OCCHIUTO, architetto.
Si è laureato in Architettura a Firenze.
La sua attività spazia dai temi del progetto architettonico e della pianificazione territoriale, fino al dettaglio del progetto di interni e del design.
Punti fermi dei suoi lavori sono l’estetica del progetto combinata alla sua utilità funzionale, l’identità culturale, l’innovazione e la sostenibilità, intesa come risposta necessaria e compatibile alla domanda di qualità del progetto contemporaneo.
Lo studio mOa-Mario Occhiuto Architetture ha sedi a Roma, Cosenza e Pechino.
È professore incaricato nella Facoltà di Ingegneria presso l’Università della Calabria.
È presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Cosenza.Osta
I “tuttolegno”Albe Case
La tua prima difesa è un ambiente sano e naturaleThs srl
Curriculum immobiliare
Griffner
La casa ecosostenibile senza compromessi

Condividi

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.
Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nella pagine(cookie)(technical cookies) (statistics cookies)(profiling cookies)