ARCHITETTURA FARE PENSARE

Wolfsgruber sensibilità Sud tirolese

“Schmiedeeisen Wolfsgruber” è il nome autoctono dell’azienda “Wolfsgruber Ferro Battuto” di Brunico in provincia di Bolzano, al centro della ridente Val Pusteria, da trent’anni partner di fiducia per fabbri, scalifici e serramentisti.

Fondata nel 1972 da Klaus Wolfsgruber, l’attuale “Wolfsgruber Srl” è nata come azienda artigiana specializzata nella lavorazione del ferro battuto. Ancora oggi nelle sue officine il ferro viene forgiato a mano secondo le antiche tradizioni, per mantenere quella qualità che la fa apprezzare in tutto il mondo da una clientela solida e soddisfatta.
Ma c’è anche un aspetto innovativo: l’accostamento del ferro battuto con l’acciaio inox che ha aperto alla Wolsgruber Srl la via della moderna architettura come fornitori di componentistica specializzata per fabbri, costruttori di scale e di serramenti. Grazie al grandissimo assortimento di articoli adatti sia all’uso interno che esterno, si offre la possibilità al cliente di aggiungere all’architettura o all’ambiente un tocco individuale di gusto personalizzato. Nel caso che le richieste del cliente non trovassero riscontro nel programma standardizzato, Wolfsgruber è in grado di produrre pezzi unici su misura, su disegno o su semplici indicazioni del cliente, immedesimandosi col suo gusto personale e l’ambiente di destinazione. Una parola va spesa anche per la loro interpretazione dell’antico, soprattutto per quanto riguarda case e castelli del Sud Tirolo, di cui sono eccelsi continuatori sia per le inferriate delle finestre, sia per i rinforzi decorativi
dei portoni.

Qui sopra, una piccola balaustra eseguita con acciaio inossidabile, su un motivo antico di gusto eclettico. La stessa cosa si può dire per la scala a giorno qui a destra: un coraggioso ma armonico assemblaggio di forme e materiali diversi tra loro compreso il luminoso cristallo verde del piano d’appoggio degli scalini. Qui sotto, un capolavoro: un’aerea inferriata (anche se molto disegnata) alla finestra di un’antica casa sud tirolese, in ferro battuto verniciato di bianco e blu violaceo;
una sottile trina che con grande bellezza sale verso la cimasa.

condividi :
C’era una volta il frantoio
01/09/2005
Redazione – Case di Campagna N°113
14/02/2007