FARE

Una Fiera nel cuore d’Europa


A CONCLUSIONE DELLA FIERA R+T, AL SUO PRIMO ANNO, AL NUOVO POLO FIERISTICO DI STOCCARDA, DUE OPINION LEADER: MARCO PARRAVICINI E CHRISTOPH SILBER-BONZ

TWO OPINION LEADERS AT THE END OF THE R+T FAIR IN THE FIRST YEAR AT THE NEW STUTTGART FAIR COMPLEX: MARCO PARRAVICINI E CHRISTOPH SILBER-BONZ

Interviste a cura di: R. Fabio Sciacca, architetto

Si è svolta, presso il Nuovo Polo Fieristico di Stoccarda, la FieraR+T, evento internazionale che si svolge ogni 3 anni e ha visto la presenza di aziende leader del settore delle schermature solari e del mondo delle avvolgibili, con una rilevante
presenza di aziende italiane. Cogliamo l’occasione per fare il punto della situazione a livello europeo e mondiale con Christoph Silber-Bonz, Direttore Generale della Associazione tedesca Avvolgibili e Protezioni solari.

La Fiera di Stoccarda R+T ha registrato in questa edizione una partecipazione importante da parte degli espositori. Può fare il punto per l’edizione appena conclusa in funzione delle novità presentate dalle aziende?
Anche in questa edizione della fiera R+T è stato possibile visionare un’ampia varietà dei prodotti più innovativi presenti sul mercato degli avvolgibili e delle schermature solari. Questa propensione all’innovazione è riscontrabile soprattutto nel fatto che al “Premio Innovazione”, indetto proprio in occasione della R+T, ci sono state ben 94 candidature. Fra gli undici prodotti premiati dalla Giuria, tutti esposti in fiera, vi sono un avvolgibile con funzione di gelosie, uno speciale sistema di sicurezza per i portoni, un motore con sistemi di avvolgimento certificati ed anche un sistema di azionamento per portoni particolarmente efficiente per quanto concerne il consumo energetico relativo all’utilizzo della funzione di Standby. Degna di nota è anche l’eterogeneità delle aziende premiate.
Sono state rappresentate sia aziende tedesche che aziende internazionali, grandi gruppi industriali ma anche aziende di soli 5 dipendenti, dando spazio sia all’industria che all’artigianato.

I progettisti, supportati da una normativa sempre più puntuale, oggi richiedono prodotti caratterizzati da alta qualità ed elevata innovazione; in che modo le aziende hanno risposto a questa sfida?
Come appena menzionato, durante questa edizione della R+T, ci sono state molte innovazioni importanti, che sono state insignite del “Premo Innovazione”.
Oltre a ciò, però, i settori sviluppo e qualità di tutte le aziende che hanno esposto in fiera, hanno lavorato molto per sviluppare e migliorare i loro prodotti. Il visitatore, girando per i padiglioni, ha potuto constatare nel dettaglio gli effettivi miglioramenti che sono stati apportati sui prodotti sia nel settore degli avvolgibili, delle porte e dei portoni, sia in quello delle protezioni solari; si tratta di prodotti sempre più orientati alle necessità dei consumatori, al risparmio energetico,
alla sicurezza, alla comodità ed anche all’estetica. Il mercato offre continuamente al commercio specializzato un ampio assortimento di prodotti, grazie ai quali è possibile attirare e convincere i propri clienti. La domanda tiene sicuramente conto di una qualità in costante crescita e del miglioramento dei benefici per il consumatore.

Che influenza hanno oggi nel mercato delle schermature solari, temi quali l’architettura sostenibile e il risparmio energetico?
Quella del risparmio energetico è una tematica sempre più rilevante nel mercato delle schermature solari: attraverso l’utilizzo di sistemi di protezione solare ben progettati, installati e posizionati in maniera corretta ed intelligente, è possibile evitare l’eccessivo riscaldamento degli ambienti e l’utilizzo di impianti di climatizzazione che sprecano grandi
quantità di energia. Contemporaneamente attraverso la grande flessibilità di cui queste apparecchiature sono dotate è possibile, nelle giornate più fredde, sfruttare al meglio l’energia solare. In totale, attraverso l’utilizzo intelligente dei sistemi di protezione solare, si è riusciti ad evitare in tutta Europa l’emissione di ben 111 milioni di tonnellate di CO2. Questa è una realtà, scientificamente provata, che il nostro settore vorrebbe infondere nella coscienza del pubblico così come della politica.

In un momento di crisi internazionale, la Fiera appena trascorsa raccoglie le nuove tendenze verso cui si muoverà il mercato per i prossimi anni; quali le tendenze e in che modo questo momento influirà sul prossimo sviluppo del
settore delle schermature solari?

Il settore degli avvolgibili e delle schermature solari regge relativamente bene alla crisi. Ciò era evidente anche in fiera, dove, sia fra gli espositori che fra i visitatori aleggiava un clima piacevolmente positivo.
Una delle motivazioni è riscontrabile nell’ampia proposta di prodotti che si orientano al risparmio energetico, sia nel settore degli avvolgibili che delle schermature solari. Infatti, nei periodi di crisi, per l’acquirente, un importante criterio decisionale nella scelta degli investimenti è sicuramente la possibilità di risparmiare sui costi. Anche altri settori propongono tendenze orientate al futuro: il cliente finale desidera, infatti, che il prodotto sia sempre più orientato al
consumatore, pratico e sempre più attraente nel design; allo stesso tempo, però, deve essere rintracciabile l’alta qualità che lo contraddistingue. Sono sempre più richiesti, inoltre, i prodotti che contribuiscono a far aumentare il valore dell’immobile sul quale vengono installati. Nel mercato delle tende da sole, delle schermature solari da interno e degli avvolgibili, è riscontrabile un forte interesse verso i nuovi prodotti. Non va sottovalutato, però, anche il settore dei sistemi di sicurezza e dei sistemi antiscasso, che rimane sempre un importante argomento, per esempio se legato agli avvolgibili di alto valore. Anche in questo settore, quindi, i produttori stanno lavorando per apportare nuovi miglioramenti ai loro prodotti.

Nelle foto: La Fiera R+T, per la prima volta presente nel nuovo polo fieristico di Stoccarda, ha visto una presenza importante di aziende italiane leader del mercato delle schermature solari. Gli stand italiani presenti si sono distinti per l’originalità dei prodotti e dei sistemi presentati, oltre che per la grande tradizione legata al design, elemento ricorrente della cultura italiana. Nonostante il momento storico estremamente difficile la Fiera come ci conferma il Rappresentante della Fiera di Stoccarda in Italia Thomas Neureiter “ha decisamente confermato il suo ruolo di evento di riferimento a livello mondiale nel settore delle Schermature solari e delle avvolgibili”. Alla mostra hanno partecipato tra l’altro aziende italiane leader quali Parà, Somfy, F.lli Giovanardi, Corradi, Pratic F.lli Orioli, Stobag, Frigerio tende, Nice, Resstende, Sprech, Bat, Florida, Mottura, Arquati, Tenditalia e Suncover.

Prossimo appuntamento fra tre anni. Può farci un’anteprima dei temi attorno ai quali si incentrerà la prossima edizione?
Alla fine di una fiera si è già proiettati verso la sua nuova edizione. I lavori per la preparazione della nuova edizione della prossima R+T, che si terrà nei padiglioni del nuovo Polo fieristico di Stoccarda, inizieranno a breve. L’obiettivo che ci si pone, ancora una volta, è di riuscire ad organizzare non solo un presentazione dei nuovi prodotti presenti sul mercato, ma anche e soprattutto garantire un punto di incontro internazionale per tutti coloro che lavorano in questi
settori o vi collaborano, facciano essi parte della Industria, dell’Artigianato, della Distribuzione, siano essi progettisti o architetti, rappresentanti dei mezzi di comunicazione o dell’ambito scientifico: per tutti loro la R+T deve rappresentare un appuntamento d’obbligo nel calendario annuale. Proporremo ancora naturalmente nuovi prodotti innovativi e interessanti tematiche di sviluppo, senza trascurare le nuove scoperte scientifiche che consentono il progredire e
la crescita del settore. L’associazione tedesca degli avvolgibili e delle schermature solari, una delle due organizzazioni che supportano e collaborano all’organizzazione della fiera R+T, collaborerà con il consueto partner associativo e con l’Ente Fiera di Stoccarda, affinché la R+T riesca ad ampliare il successo ottenuto durante questa edizione.

In occasione della Fiera Internazionale R+T Stoccarda cogliamo la occasione per chiedere al
Dott. Marco Parravicini, Amministratore della Parà, azieda leader del mercato delle schermature solari, quale è il
bilancio del mercato in termini di qualità e innovazione offerta per l’anno appena trascorso.

La recente fiera R+T si è svolta, come tutti sappiamo, in un momento storico estremamente difficile e ciò destava in tutti noi, prima dell’inizio dell’evento, grande preoccupazione per le sorti dello stesso.
Invece direi che la Fiera ha decisamente tenuto ed ha confermato il suo ruolo di evento di riferimento a livello mondiale nel settore delle schermature solari e delle tende tecniche in generale.
Il fatto di svolgersi ogni 3 anni e di aver luogo in Germania (quest’anno inoltre nel nuovo polo fieristico di Stoccarda), fa sì che questa fiera sia il punto di riferimento del mercato mondiale. Non parlerei certamente di un record di presenze perché forse si è registrato un leggero calo rispetto all’edizione scorsa in termini puramente numerici, ma devo
registrare un incremento della qualità e della varietà dei visitatori. Al nostro stand abbiamo registrato le visite delle più importanti aziende mondiali del settore, che si sono dimostrate molto interessate ai prodotti e desiderose di lanciare nuove idee sul mercato.
Abbiamo anche registrato un incremento di visitatori provenienti dai mercati emergenti come Sud America, Europa dell’Est, Russia ed Estremo Oriente. Le aziende espositrici hanno come sempre dato il meglio di sé per presentare prodotti di altissimo livello stilistico e tecnico e si sono viste cose veramente interessanti. Naturalmente l’argomento
che in questo periodo va per la maggiore ed era quindi ampiamente promosso all’interno della Fiera è quello del risparmio energetico e dell’utilizzo delle energie alternative più economiche e rispettose dell’ambiente. Si sono viste numerose soluzioni di tende e chiusure con meccanismi alimentati da pannelli solari. Abbiamo visto con piacere che il
design di alto livello è arrivato anche nel nostro settore con aziende, anche emergenti, che hanno fatto parlare di sé per innovazione e un nuovo modo di presentare un prodotto che è rimasto invariato sul mercato per molti anni.

Per quanto riguarda lo sviluppo per i prossimi anni, quali le tendenze e le linee verso cui il mercato si sta orientando?
Io credo che il settore delle schermature solari a livello mondiale si svilupperà in due principali direzioni nei prossimi anni: il risparmio energetico, che una schermatura solare è in grado di garantire all’interno delle abitazioni civili e dei luoghi di lavoro sia in estate che in inverno. Molto si è già fatto in questa direzione e anche la mia azienda, in collaborazione con il Politecnico di Milano, ha dato un grande contributo nello sviluppo degli studi in questa direzione. Ora serve che anche il Legislatore, a livello almeno europeo, dia un contributo concreto a rendere questi studi e
soprattutto questi prodotti noti sul mercato ed imporre, a certe condizioni, l’utilizzo di questi prodotti. L’altro argomento è quello del rispetto dell’ambiente, che è poi strettamente collegato al primo: bisogna investire sempre di più in tutto ciò che sia rispettoso dell’ambiente che ci circonda, nei materiali riciclabili, nei bassi consumi energetici e nelle basse emissioni inquinanti. E in questa direzione ancora molto si può e si deve fare.

NUOVI TESSUTI

Presentata da Parà alla Fiera R+T, una nuova linea di tessuti tecnici denominata TempotestStar®, realizzata con una avanzata fibra poliestere tinta in massa, dotata di stabilizzatori ai raggi UV che la rendono particolarmente performante nella protezione solare. Questo tessuto è dotato di una adeguata tenacità e di una ottima resistenza alla trazione e ciò lo rende particolarmente adatto ad essere utilizzato per la realizzazione di grandi coperture dove il tessuto è sottoposto ad eccezionali trazioni; insomma, una valida alternativa al PVC ma con l’aspetto tessile e lo stile tipico Italiano. Questo tessuto, realizzato in fibra poliestere, è particolarmente “amico dell’ambiente” poiché riciclabile e riutilizzabile.

At the R+T 2009 International fair in Stuttgart, we take this opportunity to ask Marco Parravicini, Director of Parà, a market leader in solar screening what the balance of the market in terms of quality and innovation provided in the last year is.

As we all know the recent R+T fair took place in an extremely difficult moment in history and this aroused in us all great concern before the beginning of the event as to what would become of it. Instead I would say that the fair held its own in no uncertain terms and repeated its role as a benchmark event at world level in the sector of solar screening and technical curtains in general.

The fair takes place every three years and it takes place in Germany (this year, moreover, at Stuttgart’s new fair complex), makes this fair a benchmark event for the world market. I would not certainly talk about a record turnout because there was in fact slight fall compared with 2006 in purely numerical terms but I must record an increase in the type and variety of visitors. Our stand recorded visits from world leaders in the sector and they showed themselves to be very interested in the products and wanting to launch new ideas in the market. We also registered an increase of visitors coming from emerging markets such as South America , Eastern Europe, Russia and the Far East.
Exhibitors have always pulled out all the stops to present products of the highest stylistic and technical level and really interesting things were seen. Naturally, energy saving and the use of cheaper alternative energies that respect the environment were on everybody’s lips and therefore widely promoted within the fair. Many types of curtain and closures powered by solar panels were on display. We saw with pleasure that high-level design has become a feature of our industry too with companies, even emerging ones, that set chins wagging for their innovation and the new way of presenting a product that has been the same inn the market for years.

With regard to development for the next few years, what are the tendencies and the lines towards which the market is moving?

I believe that the sun screening sector at world level will develop in two main directions in the next few years: energy saving that solar screening is able to guarantee in residential dwellings and the work place both in summer and winter. Much has already been done in this direction but it is now also up to lawmakers at least at European level to make a concrete contribution to publicising studies already done and, aboveall, impose the use of these products under certain conditions.
The other is that of respecting the environment that is then strictly related to the first. It is necessary to invest increasingly in everything that respects the environment around us, in recyclable materials, low energy consumption and low polluting emissions. And much can and must be done in this direction.

Marco Parravicini

The new fair complex in Stuttgart was the venue of the R+T 2009 fair between February 10 and 14. An international event, it is held every three years and was attended this year by leaders in the sun screen industry and the world of roller blinds with a significant presence of Italian companies. We took this opportunity to take stock of the situation at European and world level with Christoph Silber-Bonz, German Roller Blind and Sun Protection association.

The Stuttgart R+T fair this year had a high number of exhibitors. Can you tell us about the fair that has just closed in terms of the new products presented by the companies?

At this year’s R+T fair there was again a wide variety of the most innovative products on the roller blind and sun protection market. This tendency towards innovation can be seen most clearly in the fact that for the “Innovation Prize”, awarded to coincide with the R+T, there were no fewer than ninety-four candidates. Among the eleven products which were awarded prizes by the jury, all of them exhibited at the fair, there was a roller blind that acts as a shutter, a special security system for main doors, a certified motor with a winding system and also a system of activation for main doors that is particularly efficient on the energy front when used in standby. It is worth noting the variety of companies receiving prizes. Both German companies and international companies were represented, large industrial groups but also companies with just five employees with space for both industry and craftsman-scale operations.

Designers supported by a st
andard that is more and more precise are now demanding products that are of high quality and characterised by great innovation. How have companies responded to this challenge?

As just mentioned, at this year’s R+T, there was a whole host of high-profile innovations that were awarded the “Innovation prize”. Beyond that however the sectors are developing the qualities of all the companies that exhibited at the fair, they have done a lot to develop and improve their products. Vistors in their meanderings through the pavilions were able to see the actual improvements made to the products in the roller blind, door and outer door sectors and in terms of protection from the sun, in all their glory. These are products that are increasingly oriented to the needs of the consumer, energy saving, security, comfort and a great appearance as well. The market is continually offering trade customers a wide assortment of products with which to attract and convince their customers. The demand will certainly take into account quality in constant growth and improvement of the benefits for the consumer.

What influence do topics such as sustainable architecture and energy saving have on the market today?

The energy saving aspect is of increasing importance in the sun screen market: through the use of well-designed solar protection systems that are installed and positioned properly and intelligently, it is possible to avoid excessive heating of the rooms and the use of climate control systems that waste a lot of energy. At the same time, through the great flexibility characterising these devices, it is possible to make the very most of the sun’s energy. In total, through the smart use of solar protection systems it has been possible to avoid the emission of no less than one hundred and eleven million tons of carbon dioxide. This is a scientifically proved reality that our industry would like to instil in the consciousness of the public as it would in policy.

At a time of international crisis, has the fair that has just ended taken on board the new trends the market will be moving towards in the coming years, what are the the trends and how will this event influence the future development of the sun screen industry?

The roller blind and sun screen industry is weathering the crisis quite well. That was also clear at the fair, where, there was a pleasingly positive climate among exhibitors and visitors alike. One of the reasons can be attributed to the wide range of products that are directed towards energy saving both in the roller blind and sun screen sectors. In fact, at the time of crisis, for the purchaser an important factor that helps him or her what to invest in is certainly the potential for cost cutting. Other sectors also propose tendencies aimed at the future: in fact the end customer wants the product to be more and more tailored to the consumer, practical with designs that are ever more attractive; at the same time, however the high-quality that sets it apart from the rest must be discernable. As a matter of fact, products that help to increase the value of the property they are installed on are in increasing demand. In the sun curtain, sunscreen from inside system and roller blind market, strong interest is evident in the new products. The security system and anti-housebreaking sector must not be underrated either. This remains an important theme for example if connected with up-market roller blinds. In this sector too, therefore, producers are working to make new improvements to their products.

The next fair is in three years. Can you give us a preview of the themes around which it will be centred?

At the end of a fair one is already looking forward to the next one. Work on the preparation of the next R+T, that will be held in the pavilions of the new fair complex at Stuttgart from February 28 to March 3, 2012, will start shortly. Our aim once again is to manage to organise not just a presentation of new products on the market but also and most importantly to provide an international meeting point for all those who work in this sector or collaborate with it, be they part of industry, crafts,, distribution, designers or architects, representatives of communication methods or the scientific community: for all of them, R+T must be an essential date in their diaries. We will of course continue to propose new innovative products and interesting themes for development without neglecting the new scientific discoveries that allow progress and growth in the sector. The German Roller Blind and Sun Protection Association, one of the two organisations that support and collaborate in the organisation of the R+T fair, will collaborate with the usual associate partner and with the Stuttgart fair authority so that R+T 2012 manages to build on the success obtained this year.

condividi :
La casa Walser
15/02/2007
Attorno al fuoco in casa e fuori
18/12/2007