ARCHITETTURA FARE

Una casa “normale”

Funzionalità, praticità e flessibilità sono le caratteristiche che rendono alcuni mobili di produzione corrente adatti ad essere inseriti anche nelle abitazioni di coloro che presentano una mobilità ridotta, come gli anziani ed i disabili.

Arredare una casa significa renderla confortevole e funzionale attraverso mobili ed accessori adatti alle proprie esigenze, i quali vengono scelti anche in funzione della loro estetica e delle possibilità economiche. La maggior parte degli arredi in commercio risultano funzionali per l’utente “tipo”, ma non si rivelano quasi mai pratici per i disabili, che non sono soltanto coloro che presentano ridotte capacità fisiche o psichiche, ma anche gli anziani e chi per un periodo di tempo è vittima delle conseguenze di un infortunio. Una casa comoda e funzionale anche per questi individui deve prevedere spazi ampi e arredi privi di spigoli pericolosi, non sdrucciolevoli e di facile pulizia, accessibili al loro interno, oltre che piani di lavoro raggiungibili e comodi anche per chi presenta difficoltà motorie. Solitamente questi prerequisiti rendono necessario il ricorso ad arredi progettati appositamente, i quali vengono penalizzati il più delle volte nell’estetica o costringono i clienti più “esigenti” ad adattare gli oggetti esistenti alle proprie necessità o a farsi costruire su misura ciò di cui hanno bisogno, con costi elevati.
I prodotti presentati in queste pagine sono mobili ed accessori tratti da produzioni standard in commercio che per alcune loro caratteristiche (tra cui la praticità e la flessibilità d’uso) si rendono adatti, senza bisogno di modifiche, alle particolari esigenze di chi ha bisogno di una casa comoda.

"Ala" è caratterizzata da un disegno moderno e pulito La cabina armadio è la soluzione comoda per tutti Questa composizione givane si dimostra comoda anche per chi ha capacità motorie ridotte

condividi :
Cotto, porfido e acqua azzurra
05/11/2007
Le campane del Corpus Domini a Bologna
26/10/2009