ARCHITETTURA FARE PENSARE

Un tetto bello e forte


IL TETTO È UN ELEMENTO ARCHITETTONICO MOLTO EVIDENTE, IN QUANTO CORONA LA CASA E NE DETERMINA L’EQUILIBRIO ESTETICO, MA È ANCHE UN FONDAMENTALE FATTORE DI PROTEZIONE DELLA CASA E DI QUANTO VI STA ALL’INTERNO: ALCUNI MATERIALI, MEGLIO DI ALTRI, CONCILIANO ENTRAMBI GLI ASPETTI

Il tetto è non solo il coronamento della casa, l’elemento che contribuisce in maniera determinante al suo equilibrio estetico, ma anche e soprattutto è la protezione che deve difendere tutto l’edificio, e soprattutto gli ambienti
interni, dalle aggressioni delle intemperie, dalla pioggia, dalla neve, dal ghiaccio, ma anche dai raggi del sole: se il tetto sarà fatto a regola d’arte, gli appartamenti interni saranno salubri e accoglienti.
– Diverse sono le soluzioni e i materiali che permettono di realizzare un bel tetto: se vogliamo stare sul tradizionale, preferiremo senza dubbio le tegole o i coppi in laterizio, materiale naturale ricavato solo da argilla e acqua e perfettamente in sintonia con tutti gli stabili d’epoca.
– Se vogliamo adottare una scelta simile ma con maggiori doti di robustezza e resistenza, abbinata a una maggiore leggerezza, adotteremo le tegole di cemento, che mantengono lo stesso aspetto estetico.
Oppure, potremmo rivestire il tetto con il grès porcellanato che dà la sensazione di una pietra con le sue venature.
Se vogliamo essere innovativi, ma nello stesso tempo classici, preferiremo il rame, un metallo di lunghissima durata che ossidandosi si ricopre di una gradevole patina del tipico color verde che lo protegge da ogni aggressione atmosferica.
– Ma bisogna considerare anche un altro fattore: il tetto è solitamente il luogo privilegiato per installare i pannelli solari, un contributo prezioso al risparmio energetico e quindi alla salute dell’ambiente.
– Due sono le principali tipologie per sfruttare l’energia solare: quella che trasferisce il calore del sole all’acqua per scaldarla a uso sanitario (e in parte per il riscaldamento) e quella che lo trasforma direttamente in energia elettrica.
– La prima tecnologia risente di limiti precisi: il rendimento non è molto elevato, soprattutto quando più serve (nella stagione fredda).
– Invece il fotovoltaico è molto più promettente: i costi (economici ed energetici) stanno sempre più scendendo e i rendimenti sempre aumentando, tanto che già oggi molti sono in grado non solo di essere autosufficienti ma di vendere
energia elettrica all’ENEL!

LA TRADIZIONE DEL COTTO
Il cotto, nato come prodotto artigianale, fatto a mano, oggi è realizzato con le tecnologie più attuali e si caratterizza per l’elevata affidabilità delle caratteristiche e delle prestazioni. La tegola in cotto ha un’ottimale resistenza al gelo, un’impermeabilità che protegge la casa dalle intemperie ed insieme la lascia "respirare", un tono di colore che appaga sempre il nostro senso estetico. (Cotto Cusimano)

VERA INTEGRAZIONE
L’impegno di Edilfibro nella progettazione e realizzazione della gamma Heliolit per il supporto di moduli fotovoltaici vuole soddisfare l’esigenza primaria del patrimonio edilizio: ”l’integrazione”. Con Heliolit si è nel contempo mirato alla soluzione dell’altrettanto importante requisito, “l’impermeabilità”, che può apparire come scontato, ma che, alla prova dei fatti, a volte è difficile da raggiungere, a meno di non mettere in atto costose soluzioni. Con Heliolit 200 ed Heliolit UN si può intervenire su tetti esistenti, coperti con lastre Tegolit con la funzione di supporto dei coppi; su tetti esistenti, coperti con tegole di varia foggia, che presentino un passo di ondulazione di 150 mm; su tetti in fase di costruzione ex novo, con le stesse caratteristiche descritte ai due punti precedenti. Gli elementi Heliolit in PVA cemento ecologico assicurano impermeabilità agli eventi meteorici, resistenza al vento, conservazione della permeabilità dell’elemento portante al vapore d’acqua, rispetto delle normative di isolamento termico ed acustico, ventilazione della faccia non esposta dei moduli fotovoltaici, insensibilità elettrica, inattaccabilità da insetti e roditori.

 

condividi :
Cultura Rotariana
04/11/2005
Primo piano
06/09/2005