INNOVARE

TypicalEats.com piatti tipici locali

TypicalEats.com il portale dei piatti tipici: come nasce l’idea?

TypicalEats nasce da un’esperienza personale: Chiara Vischi, che sarebbe poi diventata la co-fondatrice del portale, aveva in programma un viaggio ad Atene. Prima ancora di partire si era messa in testa che avrebbe voluto provare la miglior moussaka (uno dei piatti più famosi della Grecia).
Ancora prima di prenotare hotel, volo e musei, si è messa allora alla ricerca del ristorante di Atene in cui provare la migliore moussaka, senza però riuscirci. Dopo lunghe ricerche online tra Tripadvisor, blog e articoli, si è poi resa conto che non esisteva alcun portale che, in pochi click e in pochi secondi, permettesse di scoprire quali sono i piatti tipici locali e quali ristoranti li preparano meglio.
Essendo già titolare di una web agency, ha poi deciso insieme al suo amico e socio Simone Leomanni di approfondire attraverso ulteriori ricerche. Da lì alla creazione del business plan e allo sviluppo della prima versione del portale www.typicaleats.com (oggi disponibile nelle città di Milano e di Roma), il passo è stato breve.

Qual’è il vostro più grande punto di forza?

Io e il mio socio abbiamo competenze assolutamente complementari (Simone è specializzato in ingegneria informatica, mentre Chiara in comunicazione digitale). Siamo profondamente legati e abbiamo in comune la stessa determinazione, cura dei dettagli e soprattutto follia.

Qual’è stata la sfida più grande che hai dovuto cogliere?

Salire per la prima volta sul palco per presentare TypicalEats in occasione di una sfida tra startup organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e da Invitalia, l’Agenzia per lo Sviluppo d’Impresa.
Alla fine è andata bene: siamo arrivati 1° classificati su 127 partecipanti, risultando il miglior progetto innovativo nell’ambito del turismo intelligente e ricevendo come premio un contributo a fondo perduto di 15.000 euro.

Cosa si deve aspettare un vostro cliente?

Grazie a TypicalEats si ha la possibilità di pubblicizzare la propria attività ad un target estremamente preciso e connotato (il turista gastronomico e il foodies, interessato a scoprire e a riscoprire le tipicità locali). Questa specificità rende TypicalEats particolarmente allettante a tutte le attività legate alla ristorazione e al turismo.

Che sviluppo futuro vedi?

Il trend legato al turismo gastronomico è in costante crescita e i numeri sono impressionanti, basti pensare che secondo il rapporto Isnart-Unioncamere, nel nostro paese in un anno  il turismo enogastronomico è raddoppiato. Con oltre 100 milioni di presenze e 10 miliardi di spesa, il segmento ha un impatto economico di oltre 12 miliardi, pari al 15,1% del totale del turismo italiano. Queste numeriche, unite alla sempre maggiore attenzione alla tutela, alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio gastronomico locale, ci fanno sperare che TypicalEats possa diventare un punto di riferimento per tutti i turisti e gli amanti del buon cibo, interessati a scoprire le eccellenze di ogni territorio.

condividi :
Beeing.it il miele a casa tua
04/12/2019
Desideri viaggiare meglio e spendere meno?
20/12/2019