FARE

Tutto un mondo


Nella ridente Versilia, tra la campagna e il mare

L’intesa tra progettisti e committenti fa sì che l’ambiente domestico rispecchi con pienezza un modo di vivere.

Understanding between architect and client has resulted in a home that fully respects a way of life

Progetto di Michelangelo Chiti e Gaia Nebuloni, architetti
Servizio di Luisa Carrara e Sara Sperolini
Foto di Athos Lecce Testi di Leonardo Servadio

Una casa colonica con vocazione globale. In sintonia coi tempi che corrono, da sito di riferimento per la popolazione locale (nel forno conservato sotto il pergolato venivano qui a cuocere il pane dalla vicina campagna), con la ristrutturazione diventa ambiente di vita in cui riecheggiano richiami lontani, d’oltre mare. Coerenti col genius loci: la Versilia è rurale e marinara assieme, radicato e universale. I proprietari hanno riversato negli arredi esperienze e ricordi dei viaggi compiuti all’estero, in Africa e Medio Oriente per motivi umanitari, e i progettisti hanno con loro stabilito quella
sintonia, tanto profonda quanto rara, che consente realizzazioni di mirabile completezza.

Ristrutturata ma anche disegnata: della vecchia casa colonica rimangono l’ossatura e i materiali.
L’ampia veranda è un salotto all’aperto che guarda verso la piscina realizzata su disegno, che si protende in una
lunga corsia per consentire di nuotare con energia.

The renovation and redesign of this old farmhouse has maintained both structure and materials. The large veranda
is an open-air living room that looks onto the pool, designed as a long strip to allow for energetic swimming.

La piscina è disegnata per soddisfare la necessità di praticare il nuoto vero in una corsia lunga, mentre la parte allargata ha spazio per i tuffi e il gioco. Tutto è disegnato in armonia con la tradizione, fin nel comignolo dalle colonnine in sasso. Persiane e porte sono in vinaccia: colore dell’uva e del vino, dalle misteriose risonanze negli intagli di cavallucci
marini. L’intervento ha recuperato lo spazio di una cadente tettoia per ricavare nella veranda un salotto all’aperto. Sotto il tetto in travi e coppi di riuso lo spazio è libero, luogo di incontro tra casa e giardino, e stabilisce continuità tra esterno e interno.

Lo spazio protetto ma aperto: non una contraddizione, ma l’espressione di un desiderio:
di vivere all’aria aperta, godendone i vantaggi ma senza rinunciare alla comodità.

This farmhouse has a global appeal. In line with the times, from being a point of reference for the local population (people from the surrounding countryside would come and bake their bread in the oven preserved beneath the pergola), the renovation has converted the house into a place that recalls faraway lands.

PISCINA NATATORIA
Si dà per scontato che la piscina serva a nuotare. In realtà c’è una valenza puramente estetica in essa, che spesso prende il sopravvento. La piscina diventa il laghetto domestico; offrendo la massa d’acqua all’evaporazione nella calura estiva determina un
microclima gradevole. Le sue dimensioni la rendono in ogni caso adatta al gioco, ma non necessariamente all’attività sportiva, soprattutto se chi nuota è allenato e desidera avere la possibilità di distendersi nelle bracciate. Qui il disegno particolare, con una
porzione di vasca stretta e lunga, risolve il problema: è una corsia dedicata allo sport puro.

Le case ristrutturate hanno un carattere proprio, che deriva dalla loro storia. Dove gli interni presentano travi in legno a vista, come in questo caso, è naturale inserire elementi che sanno di antiquariato.
In ogni caso è difficile sbagliare, il legno armonizza con immediatezza con le forme più diverse. L’abilità degli architetti sta nel riconoscere l’anima della casa e nel farla rivivere aggiungendovi la comodità cui la vita di oggi ci ha abituati. In questa realizzazione il connubio tra passato e presente si compie in un mirabile equilibrio, senza forzature o esagerazioni. L’apertura di archi che rendono fluido lo spazio dà un tono di modernità ma conserva il carattere originario degli ambienti.

Gli archi conferiscono la sensazione dell’altezza e allargano le prospettive interne,
danno ariosità e un tocco di classicità.

A sinistra: il volume nuovo che allarga il soggiorno è caratterizzato dall’ampia finestra e dal camino in pietra recuperato da una villa, fornito dall’antiquario F.lli Berti di Barberino.

Left, the new volume that enlarges the living roomhas a large window and stone fireplace salvaged from a villa and supplied by antiques dealer F.lli Berti di Barberino.

I divani sono di Ivano Gardening di Manarosa, rivestiti da cuscini dai viola decisi che staccano sul fondo bianco. Gli altri mobili sono di recupero.

Sofas are by Ivano Gardening of Manarosa, covered with dark violet cushions in stark contrast to their white background.
The remainder is all salvaged furniture.

RIDISEGNARE L’ANTICO
Tecnica moderna, volto architettonico antico. In quale misura si può compiere il connubio? Il tetto di questa casa è stato realizzato secondo il metodo originario: struttura in legno di recupero, perlinatura al di sopra della quale è posta una guaina coibente e infine i coppi e le tegole. Lo spessore stesso degli elementi lignei, insieme con la guaina, raggiunge quel grado di isolamento naturale adeguato a proteggere dagli eccessi termici, in una zona in cui peraltro il clima è mite.
Diversi elementi sono stati realizzati su disegno: per esempio, i comignoli in pietra e cotto, o le scale interne, in pietra con ringhiera in ferro battuto sagomato a barre tra la quali si interpongono elementi a “S”. Il disegno studiato dai progettisti si sviluppa secondo linee semplici, che rispettano e conservano il carattere della casa, privo di fronzoli e ornamenti, ma ricco di presenze.
Le pavimentazioni in cotto sono posate secondo linee miste, così da creare una varietà di tessitura che contribuisce a individuare diversi ambienti. Sia il cotto, sia il legno, per la loro stessa consistenza materiale, offrono un notevole grado di coibenza naturale: mai troppo caldi d’estate, mai troppo freddi d’inverno. Sono materiali antichi e sempre nuovi, che ben si adattano alle esigenze di ogni stagione.

Coherent with the spirit of the place, Versilia is both rural and seafaring, set in its ways yet universal. The furniture bears witness to travels and experiences abroad by the owners, in Africa and the Middle East for humanitarian reasons, and the architects have worked with them to create a balance, as profound as it is rare, whereby everything seems to fall into place.
The pool is designed for swimming lengths, while the wider section can be used for diving and recreation. Everything has been designed to fit in with tradition, including the chimney pot with small stone pillars.
Shutters and doors are wine-coloured, and have intriguing intaglios depicting seahorses. A new lease of life has been given to what was once a ramshackle shelter.
This has been converted into a veranda with open-air living room. Beneath the roof made of salvaged beams and tiles, a meeting place between the house and garden creates continuity between inside and outside.

Usare al meglio gli spazi non vuol dire ingombrare ogni pertugio esistente, ma permettere libertà di movimento, tale da poter godere di ogni ambito, per quanto recondito.

Nei bagni gli elementi sono Flaminia e Stark, il mosaico è di Bisazza. In cucina la cappa (a sinistra) è sovradimensionata e diventa un emblema. La sottolineatura del colore (un blu dalle vibrazioni autorevoli) rende significativo l’oggetto, che diventa manto protettivo.

Flaminia and Stark elements in the bathrooms; Bisazza mosaic. The cooker hood in the kitchen (left) is very l arge and becomes an emblem, its vibrant blue colour giving it prominence and acting as a protectivecoat.

Anche là dove l’ambiente diventa latore di messaggi che rasentano l’esotico o l’arcano, come nell’ampia taverna, si conserva una serena pacatezza e le lanterne magrebine si pongono come testimonianza di una integrazione semplice, pur tra culture diverse, sotto il segno del colore. Arredo e architettura partecipano di una comunanza immediata. La casa è viva perché ideata e cresciuta in una intesa profonda tra pensiero architettonico e stile dell’abitare. Non frutto di un sogno, ma di una realtà ben radicata, autentica, vera.

Renovated houses have a character of their own, determined by the story they have to tell. When interiors have beams in full view, as in this case, it seems normal enough to add antique elements. Either way it is difficult to go wrong given that wood will go with all manner of shapes and styles. The skill of the architects lies in their ability to capture the spirit of the house and make it live again by adding all the mod cons that we have become used to. In this example the marriage between past and present has been beautifully achieved, without straining or exaggeration. The opening
of archways, which provides fluidity to the space, adds a modern touch while preserving the original character of the rooms. Even when the setting has an exotic feel to it, as with the large basement games room, there is nevertheless a feeling of calm, and the Maghrebi lanterns bear witness to a simple integration of different cultures by means of the use of colour.

L’INVENZIONE, L’EMOZIONE

Non limitandosi al semplice disegno, i progettisti sono intervenuti realizzando in prima persona alcuni elementi. Nella camera di uno dei figli hanno realizzato un letto in canne di bambù come una “zattera”.
La camera dell’altro figlio presenta invece righe alternate ocra e azzurro chiaro: una composizione sobria e allegra, che ritma lo spazio e crea varietà con la semplice giustapposizione di linee cromatiche.
Queste determinano dei “confini” verticali che suggeriscono alla mente la p
ossibilità di divagare alla ricerca di immagini nuove. Ogni camera ha il proprio bagno, nell’un caso riprendente la tinteggiatura rosa-viola della coperta del letto, nell’altro caso l’azzurro chiaro. Quest’ultimo colore si traduce, nel mosaico pavimentale e parietale, in un canto policromo
che, per contaminazione e riflesso, alberga una prevalenza turchese. Il colore gioca con le pareti e con gli ambienti, accentuandone percezione e dimensione, affinandone la intrinseca propensione emotiva. Arredo al limite della immaterialità, il colore dà emozione alla materia e la fa cantare. DIvenendo aspetto dominante anche nei bagni e nella cucina, accentua la varietà degli elementi e dei luoghi, li caratterizza con tonalità emotivamente significative e le rende sempre nuove e interessanti. Il colore avvicina l’abitare al gioco.

condividi :
Attico: luogo di sogni e visioni
27/06/2012
A TUTTO VETRO
12/05/2010