FARE

Tutto il calore della boiserie


Tradizione e Dolomiti

L’arredo completo in legno, realizzato da chi ha nel sangue le montagne, crea ambienti accoglienti e funzionali

Nelle valli delle Dolomiti, la tradizione del lavoro del legno è molto antica e radicata.
Dai superbi panorami offerti dai vasti panorami traggono ispirazione, da generazioni, artigiani e artisti che lavorano la materia prima proveniente dai boschi distesi sui declivi come un manto sempre verde.
Non a caso in Val Gardena si producono statue esportate in tutto il mondo, opere raffinate e semplici allo stesso tempo, che conservano il vigore espressivo, la schiettezza, il fascino della montagna. E’ con questa antichissima tradizione che deve confrontarsi chiunque, in quella zona dell’Alto Adige, voglia dedicarsi a lavorare il legno. Ed è per questo che lì si trovano artigiani di grande valore.
Osta “i tuttolegno” sono una famiglia che dal 1946 realizza arredi in legno di prima qualità: lavorano a Padola di Comelico Superiore, non lontano dal confine con l’Austria e l’opera che mostriamo in queste pagine si trova a Ortisei,
nel cuore della Val Gardena. Valli vicine, piene di luce, in cui l’abilità di plasmare la materia trae alimento da panorami unici al mondo: il colore rosato della pietra, l’ampiezza degli orizzonti sono veramente inconsueti a quelle altitudini.

Nelle foto: Un angolo del soggiorno ospita la grande stufa in maiolica: una presenza ben definita dall’intelaiatura
lignea, raccordata al resto dell’arredo.
A sinistra: la cucina e un’altra vista del soggiorno, di una casa di Ortisei, realizzata da Osta “i tuttolegno”.

Ed ecco che questo assieme di luminosità e di vigore montano, di sensibilità artistica e di cura per il dettaglio e la finitura, si ritrova tutto nella boiserie e negli arredi in legno: anch’essi unici al mondo, come i panorami dolomitici nei
quali sono pensati e realizzati.
Un soggiorno il cui soffitto è scandito da modanature che ricordano la disposizione degli antichi cassettoni, ma reinterpretati con la sensibilità attuale, con qualcosa che ricorda le architetture razionaliste. E a queste scansioni ritmiche si accostano intagli di alta manualità, che rendono al dettaglio il piacere della singolarità, del pezzo unico lavorato a mano: al confine tra artigianato e arte. Così, in questo accostarsi di antico e moderno, di tradizione e innovazione, troviamo la caratteristica di queste realizzazioni.
Osta “i tuttolegno” hanno racchiuso nel nome un programma di vita: una vocazione. Il legno è trattato da conoscitori che sanno fondere materia e forma in un concerto armonico, in cui utilità e bellezza hanno una sola voce, dove la
stufa si inserisce con naturalità.


condividi :
Isolare tetto e pareti
07/02/2006
Valorizzare l’arte e l’antiquariato
07/03/2007