ARCHITETTURA

COMINCIA IL TEMPO DELLA RICOSTRUZIONE

Il conteggio dei danni è terminato: nell’Emilia Romagna si pongono le basi per ritornare alla vita normale. Si apre un corso di studi ad hoc, titolato “Terre degli Estensi – Terrae mutatae: un Patrimonio ritrovato” ma soprattutto si coltivano la solidarietà e la speranza, e così la ferita diventa occasione di rinascita.

 

Solidarietà, aiuto, partecipazione, sostegno e… sono state le parole più adoperate in questi otto mesi trascorsi dal terremoto che il 20 e il 29 maggio 2012 ha colpito in prevalenza l’Emilia Romagna.
Sono parole ancora sulla bocca di tutti, tanto che paiono la dichiarazione nella quale può essere riassunta la generalità dei sentimenti espressi alle popolazioni terremotate. Quanto avvenuto è stato tragico, tanto più perché non previsto in una zona, la pianura padana, impropriamente ritenuta da molti una pianura piatta sia dal punto di vista orografico che sismico.
Non sono stati risparmiati i luoghi e i beni della memoria: i cimiteri, le chiese, le opere di rilevanza storico-artistica in esse custodite, le testimonianze della pietà popolare; senza dimenticare i campanili, le torri civiche, i monumenti civili…
È vero che la caduta della chiesa di Buonacompra o di Mirabello, per riferire esempi concreti, non hanno suscitato l’allarme e l’apprensione di quando ad Assisi cadde il soffitto della Basilica superiore di San Francesco. Ma per gli abitanti di Buonacompra e di Mirabello le loro chiese rivestono la stessa rilevanza dei tesori di Assisi, senza contare l’incommensurabile legame affettivo che hanno con esse. In particolare nelle campagne la chiesa è l’identità dell’abitato, è la memoria collettiva e nel contempo la memoria di ciascuno degli abitanti; è il centro di aggregazione per eccellenza, il luogo che segna le tappe della vita di ognuno…

L’articolo completo è disponibile in
CHIESA OGGI 100
Acquistalo online, in Edicola o su www.lekiosk.com !

VIBRAZIONI DI LUCE
http://pro.dibaio.com/gammadue-2013

condividi :
STOP ALL’UMIDITA’
29/03/2013
Il colore della vostra tela influisce sul benessere
26/02/2007