ARCHITETTURA

Il CAMINO e l’ambiente

Il termocamino costituisce una valida alternativa al tradizionale caminetto per svariati motivi.
Primo fra tutti quello economico: recuperando difatti il calore altrimenti disperso attraverso la canna fumaria, si riscalda l’intera casa utilizzando i normali impianti preesistenti e si producono grandi quantità di acqua calda per uso sanitario, con notevole risparmio di elettricità o gas. Di G.P. TermocaminiLa novità sta nel sistema di utilizzo del calore prodotto. La filosofia consiste nell’evitare gli sprechi e massimizzare il rendimento. La risposta tecnica è semplice e altamente funzionale: questa azienda nasce dalla combinazione di questi fattori.
L’invenzione intelligente è appunto un’installazione applicabile a qualsiasi termocamino, stufa o caldaia ad aria calda canalizzabile che distribuisce il calore in tutta la casa.
Di per sé la distribuzione dell’aria calda nei vari locali provoca dispersioni, poiché la ripartizione dell’aria calda non è differenziata: ne può arrivare in eccesso in un ambiente già caldo, mentre un ambiente più lontano dalla fonte di calore potrebbe restare sempre in condizioni disagiate.
Il sistema di cui stiamo parlando, Caldofurbo, “la bocchetta intelligente”, invece gestisce il comfort in ogni locale e riduce i consumi, assicurando una distribuzione del calore misurata in funzione delle necessità di ogni singolo ambiente.
Il sistema può essere applicato sia su impianti nuovi, sia su impianti esistenti, al posto delle comuni griglie di diffusione. Si ottiene subito un netto miglioramento della portata e della distribuzione dell’aria.Nelle versioni wireless non è necessario compiere alcuna opera muraria e in ogni caso l’installazione è rapida.
Il “cuore” di questo sistema innovativo consiste in una valvola interna che consente di fermare il flusso dell’aria nelle stanze già calde, indirizzandolo invece nei locali ancora da riscaldare. Insomma, è qualcosa che va al di là della semplice distribuzione del calore: si tratta di un sistema che equalizza il calore in tutte le parti della casa, ottenendone una ripartizione omogenea.
Non solo, è possibile dotarlo di un sistema (Domus-Ion) che purifica l’aria emettendo potenti ioni che si legano alle particelle inquinanti: le rendono pesanti e le fanno precipitare, così che possano essere eliminate con la polvere. (Di Domotherm)Nella stanza dove è posta la fonte di calore, l’aria è già riscaldata per irraggiamento: non è necessario che il flusso d’aria calda sia molto sostenuto.
Essendo l’ambiente più vicino alla fonte, come si vede nello schema in alto, qui è dove si dirige il flusso più sostenuto e più caldo.
Nelle altre stanze arriva un’aria più fredda: la cattiva distribuzione porta a sprechi.

Ecco la soluzione: Caldofurbo, applicato al posto delle griglie di diffusione: riparte il calore in relazione alle temperature dei singoli ambienti.www.domotherm.com
…aria nuova nella tua casaOGNI STUFA È COME UN NUOVO UNIVERSO

Mai come in questi anni di frenesia abbiamo sentito più forte il bisogno di crearci momenti di intimità, in cui ritrovare l’autenticità della tradizione. La stufa in maiolica ha per chiunque il significato di un forte momento di raccordo a questa tradizione. Anche a vederla spenta il cuore si rinfranca e si pensa “questa è la casa”.
La tecnica che implica questo genere di prodotto è assai nota: la capacità del materiale di distribuire uniformemente il calore, di accumularlo e mantenerlo per lungo tempo dopo lo spegnimento del focolare…
C’è qualcosa che dà un tocco caratteristico a certe produzioni. E questo sta nella capacità dell’artigiano, che realizza ogni prodotto su misura. Di L’Artigiano della StufaUNA PORTA PER IL CARICAMENTO FRONTALE A SALISCENDI CON AMPIO VETRO A SCOMPARSA TOTALE.
SI PUÒ GODERE DELLA VISTA DEL FUOCO IN TUTTA SICUREZZA; SI PUÒ APRIRE IL FOCOLARE E ASCOLTARE IL CREPITÌO DELLA FIAMMA.
NELL’AMBIENTE BIANCO SI EVIDENZIA LA “PULIZIA”, COME FATTO INTRINSECO DI QUESTO CAMINO. CHE È UNO STRUMENTO A INCASSO, CHE CONIUGA LE FUNZIONALITÀ DELLA CALDAIA CON LA PRATICITÀ E L’ECONOMICITÀ DELL’UTILIZZO DELLA LEGNA. IL FATTO CHE SIA AD INCASSO, NON IMPLICA CHE IL CAMINO NON ABBIA UNA SUA PERSONALITÀ: ESSA È EVIDENZIATA DAL PROFILO DELLO SCHERMO INCORNICIATO DAL METALLO BRUNITO. IL CASSETTO RACCOGLICENERE È VISIBILE SOTTO IL TELAIO. IL CAMINO SCOMPARE NELMURO E LA PARETE RESTA OMOGENEA: LINDA NEL SUO MANIFESTARSI COSÌ COM’ERA. UNA SOLUZIONE ADATTA ALLE NUOVE COSTRUZIONI O ALLE RISTRUTTURAZIONI, GRAZIE ALLA SEMPLICITÀ DI INSTALLAZIONE. DOTATO DI IMPIANTO ANTICONDENSA E KIT DI INTEGRAZIONE IMPIANTO A VASO CHIUSO. STRUTTURA IN ACCIAIO. SCAMBIATORE IN RAME A IMMERSIONE.
DA 28 A 33 KW DI POTENZA. MOD “THERMOIDRO” DI RIELLOQUANTO SI RISPARMIA CON LEGNA E PELLET RISPETTO AI COMBUSTIBILI TRADIZIONALI?
FINO A 950 € RISPETTO AL GASOLIO € 450 E RISPETTO AL METANO, COME SI VEDE NELLO SCHEMA A LATO.

OLTRE 40 ANNI DI ESPERIENZA E CAPACITÀ PROGETTUALE ALL’AVANGUARDIA, 6 STABILIMENTI DI PRODUZIONE IN ITALIA E ALL’ESTERO E NUMEROSE FILIALI COMMERCIALI, HANNO PORTATO QUESTA AZIENDA A FARSI APPREZZARE DA CONSUMATORI ESIGENTI E ATTENTI A PRODOTTI STILISTICAMENTE INNOVATIVI. DA SEMPRE ORIENTATA ALLA RICERCA, ALLO SVILUPPO TECNOLOGICO ED AL MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DEL PRODOTTO, HA REALIZZATO AL SUO INTERNO, CON LA CONSULENZA DEL DIPARTIMENTO DI ENERGETICA DELPOLITECNICO DITORINO, UNA MODERNISSIMA SALA PROVE. LAMASSIMA ATTENZIONE È VOLTA AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA QUALITÀ DEI PRODOTTI, GARANTENDO LA MASSIMA AFFIDABILITÀ E SICUREZZA, SANCITE CON PRESTIGIOSE CERTIFICAZIONI. DI EDILKAMINCornice in acciaio verniciato: un elemento coordinato con l’arredo: ecco il termocamino a legna con struttura in acciaio e focolare in refrattario, che alimenta l’impianto dei termosifoni e tramite apposito kit produce acqua calda sanitaria. L’acqua è riscaldata dai fumi di combustione che attraversano lo scambiatore a fasci tubieri, collocato sopra il focolare. L’elevata temperatura massimizza la combustione e mantiene il vetro pulito.

condividi :
Per il corretto funzionamento di stufe, camini e forni
29/11/2005
Ristrutturazione delle coperture
26/03/2009