ARCHITETTURA FARE

Termocamino ad aria.

Il focolare ha la struttura portante costruita in materiale metallico (monoblocco): il telaio e lo scambiatore di calore
sono in acciaio mentre il focolare può essere in ghisa o in altri materiali refrattari per accumulare calore da cedere
successivamente, anche a camino spento, all’ambiente per irraggiamento. Il focolare chiuso, è dotato di un portello
in vetro che secondo i modelli e le preferenze dell’utente finale, consentono una vasta scelta con diverse versioni apribili a saliscendi o a anta e a scomparsa.

Funzionamento. Il flusso d’aria che serve alla combustione viene prelevato da una bocchetta esterna, può essere regolato mediante valvola di tiraggio e fuoriesce insieme ai fumi della combustione dalla canna fumaria; il flusso d’aria che serve al riscaldamento invece, dopo essere entrato da apposite bocchette dell’apparecchio, si riscalda nello scambiatore di calore, fuoriesce e viene soffiato con ventilatori da apposite bocchette nello stesso locale d’installazione dell’apparecchio, con particolari canalizzazioni di adeguata sezione, opportunamente isolate, si possono riscaldare ambienti anche lontani dal focolare. In tutti i modelli l’apertura della finestra in vetro aziona meccanicamente una valvola che, modificando il tiraggio, impedisce che il fumo si propaghi nell’ambiente. Ogni apparecchio è corredato da una serie di accessori, installabili a richiesta o già dotati in serie (termostati, sonde, serrande automatiche, quadri di controllo, ecc.) che riducono al minimo le operazioni di regolazione. (Tratto da G. Mezzalira e M. Veronese, Fuoco Amico, Cear).

condividi :
Bagno
31/07/2005
COMPLESSO ICET SESTO S. G.
02/09/2009