ARCHITETTURA FARE PENSARE

Suits in the limelight

Specchio del pensiero di moda che contiene, un intervento raffinato e puro, di felici proporzioni e complessiva sobrietà. Uno spazio scenico reale ma anche evocato, mentale, che diventa trasparente per far emergere come protagonista il prodotto.

A project that mirrors the fashion contained within, refined and elegant with pleasant proportions and overall sobriety. A tangible shop arrangement which, being also ethereal, puts the product in pride of place.

1. Lorenzo Riva.
2. Le collezioni di abiti sono illuminate da luci poste al di sotto di mensole, in nicchie appositamente ricavate.
3. Dettaglio delle mensole per scarpe e accessori illuminate da luce radente, con piano intercambiabile per colore e materiale.
4. L’evanescenza di una tessitura simile al pizzo fa da trama al plexiglass, con struttura in acciaio lucido, che scherma la vetrina.

1. Lorenzo Riva.
2. Clothes collections are illuminated with undershelf lighting placed in purpose-made recesses.
3. Detail of the shoe shelf and accessories illuminated using lowlevel lighting, with possibility of changing the colour and material of surfaces.
4.The evanescence of an embroidery-like fabric provides texture to the Plexiglas, with its shiny steel structure, and acts as a screen for the window display.

Architetto/Architect Giacomo Angelucci

L ’involucro del negozio deve offrire un’idea di lusso immediata, ma nello stesso tempo fornire un’idea rassicurante; lusso rassicurante, quindi, ma all’insegna della contemporaneità e della tensione al futuro”. Così Angelucci si fa interprete della griffe “Lorenzo Riva”, l’equivalente di uno stile preciso ed impeccabile.

The store needs to convey a sensation of luxury while at the same time providing reassurance. Reassuring luxury, therefore, dictated by a modern touch and a leaning towards the future.’ This is how Angelucci expresses his concept for the store ‘Lorenzo Riva’, with its precise and impeccable style.

Tessuto in Plexiglass

Il flagship store di Lorenzo Riva, gestito da Mega International, recupera l’idea di un ambiente innovativamente elegante caratterizzato da forme essenziali e da morbidi e caldi cromatismi. Protagonista è il prodotto inserito in luminose trasparenze. La chiarezza dell’impianto e la rarefazione degli elementi architettonici si intravedono fin dall’esterno, dalle due vetrine, alte e strette, schermate da un diaframma in plexiglass, in cui è stato inserito un tessuto da collezione opportunamente trattato.

Fabric in Plexiglas

The Lorenzo Riva flagship store, managed by Mega International, reuses the idea of an innovatively elegant environment characterised by simple shapes and warm, gentle colours. The protagonist is the product, inserted in bright transparencies. The brightness of the system and the toning down of the architectural features can be seen from the two tall and narrow shop windows, located on the outside, which are screened by a Plexiglas diaphragm in which a suitably treated collector’s textile has been inserted.

Nelle foto: In primo piano il banco che funge da vetrina e da appoggio, realizzato su disegno dell’architetto, quasi sospeso da terra per effetto dell’alto zoccolo.
La radica scura dei banchi vendita si accosta al pavimento in marmo limestone iraniano, fornito da Marmi Lodi, e al cristallo, in un contrasto discreto e caldo .
The counter in the foreground acts as shop window and support. Designed by the architect, it looks suspended from the ground thanks to the high skirting board.
The dark walnut of the sales counters matches well with the Iranian lime-stone marble, supplied by Marmi Lodi, and the discretely warm contrast of the crystal.

Lo spazio architettonico è messo in scena con un sofisticato e ricercato rigore. Un taglio secco della parete, in asse con l’entrata, ingloba una teca in cristallo extrachiaro, perfettamente di spigolo: è la ricerca della teatralità nella semplicità; qui viene esposto settimanalmente “l’abito su misura”, quasi a farlo diventare, di volta in volte, un pezzo da museo. L’organizzazione distributiva dello spazio si compone idealmente di tre parti, su un unico livello, riconoscibili dalle diverse altezze e dal trattamento della luce: l’esposizione, la vendita e un’area più riservata, cui si accede da un corridoio ribassato. Qui trovano posto due generose cabine di prova separate da un mobile divisorio a tutta altezza. L’utilizzo di specchi, collocati in posizioni significative, contribuisce a riverberare la percezione prospettica dello spazio e la diffusa luminosità ottenuta con punti luce diretti ed indiretti forniti dalla Delta Light Italia.

The architectural design of the place is sophisticated and tastefully severe. A neat cut in the wall, aligned with the entrance, houses an extrabright crystal case placed edge on. Theatrical simplicity is the key. A tailor-made suit is displayed here on a weekly basis, almost as though it were a museum piece. Space has been divided into three areas, all on the same level, but which can be identified by varying heights and the use of light. They are display, sales, and a more reserved area, with access from a low-level corridor, consisting of two large outfitting cabins separated by a floor-to-ceiling wardrobe. The use of mirrors, placed in strategic positions, helps reflect the sense of perspective while diffusing light originating from direct and indirect sources. The all-mirror back wall doubles space and naturally takes you almost to the point of walking into your own reflection. The materials and the way they are put together reflect a sense of luxury and measured modernity. The dark shiny walnut furniture and Iranian limestone marble floor, supplied by Marmi Lodi, subdivided into large slabs of warm even colour, provide a sure yet discrete contrast. Touches of refined high-tech for the hangers, and white leather with steel studs for the pouffes designed by the architect complete the furniture.

Nelle foto:1. Incassi nel controsoffitto e feritoie lungo il perimetro nascondono corpi illuminanti di Delta Light Italia.
2. L’inserimento di alcuni schermi al plasma fornisce una nota dinamica e di movimento attraverso la proiezione di eventi di moda.
1. Inserts in the suspended ceiling and slits along the perimeter hide lighting by Delta Light Italia.
2. Flat screens provide movement and dynamics with the broadcasting of fashion shows.

In particolare, la parete di fondo, completamente a specchio, raddoppia lo spazio e fa sì che si è indotti naturalmente a procedere fino quasi a scontrarsi con la propria immagine riflessa. Lusso estremo e modernità misurata anche per i materiali e negli accostamenti: radica lucida scura per l’arredo e marmo limestone iraniano per il pavimento, fornito da Marmi Lodi, suddiviso in grosse lastre di colore caldo ed uniforme, per un sicuro e discreto contrasto. Tocchi di raffinato high–tech nelle appenderie e pelle chiara con borchiature d’acciaio per i due pouf, su disegno dell’architetto, che completano l’arredamento. Le collezioni di abiti sono illuminate da luci poste in apposite nicchie ricavate al di sotto di mensole che sostengono le appenderie. Per corredare gli abiti alle scarpe, delle pedane a luce radente si appoggiano sul pavimento. Hanno piano intercambiabile sia per colore che per materiale. Incassi e feritoie ricavati nel controsoffitto racchiudono i corpi illuminanti di Delta Light Italia che garantiscono una luce diffusa. Spazio e luce fanno del progetto un ambiente armonioso e proporzionato, animato da tocchi raffinati.

The clothes collections are illuminated with lights placed in purpose-made niches located under the shelves that support the hangers. In order to supply suits with shoes, footboards with low-level lights rest on the floor; the colour and material of their surfaces can be changed around. Inserts and slits in the false ceiling house lighting by Delta Light Italia, ensuring indirect lighting. Space and light provide a harmonious and proportioned environment with elegant touches.

Pareti a specchio
Mirrors on the walls

Nelle foto: 3. Pianta.
4. Sezione.
5. Il corridoio ribassato con un telaio che sostiene lastre sottili di vetro opalino per un’illuminazione diffusa.
6. La parete di fondo, completamente a specchio raddoppia otticamente lo spazio. Un mobile a tutta altezza fa da parete divisoria ai camerini.

3. Floor plan.
4. Cross section.
5. The low-level corridor with frame supporting thin slabs of opal glass for indirect lighting.
6. The all-mirror back wall provides an optical doubling of space. A floor-to-ceiling wardrobe acts as a partition for the outfitting cabins.

condividi :
Cucina alla piastra.
29/01/2007
Modulari
11/02/2008