ARCHITETTURA

Nate per durare nel tempo

La stufa in ghisa e maiolica è pensata e realizzata per soddisfare le più svariate esigenze di riscaldamento, attuali e future.
Questa azienda conosce l’importanza di una stufa che duri nel tempo, dove ogni particolare deve essere frutto di abilità costruttiva ed esperienza. Le stufe sono costruite con tecnologie e materiali d’avanguardia che garantiscono un elevato rendimento termico, risparmio di gestione e lunga durata; e conservano nello stesso tempo intatte bellezza e personalità del prodotto artigianale.
La regolazione millimetrica dell’aria primaria, per la dosatura ottimale del calore e l’abbinamento dell’aria secondaria, consente una combustione pulita, riducendo al minimo le immissioni di incombusti nell’atmosfera.

La camera di combustione, interamente in ghisa è incorporata ad uno scambiatore di calore in acciaio costruito con un particolare giro di fumi che favorisce l’elevato rendimento e la convenzione naturale dell’aria. Un elettroventilatore a velocità variabile ne aumenta la resa e distribuisce in maniera omogenea l’aria calda in tutto l’ambiente. La regolazione dell’aria primaria per la dosatura ottimale del calore desiderato e l’abbinamento dell’aria secondaria consente una combustione pulita e completa riducendo al minimo le immissioni di incombusti nell’atmosfera, con valori di rendimento vicini all’ottanta per cento, rilevati da analisi certificate da prestigiosi laboratori di ricerca.
Nell’immagine grande, il modello C 108 con panca, qui a sinistra F 138, con un pratico scaldavivande, sopra il modello L 108 e sotto il B 109. (Calorvalle)CON LA CONTINUA VALORIZZAZIONE DELLE ENERGIE RINNOVABILI, C’È ANCORA PIÙ ATTESA PER LA PROSSIMA EDIZIONE DI PROGETTO FUOCO, L’APPUNTAMENTO BIENNALE CON LE TECNOLOGIE CHE SVILUPPANO L’UTILIZZO DI FONTI ALTERNATIVE E RINNOVABILI COME IL LEGNO. L’EDIZIONE 2012 SARÀ ANCORA PIÙ IMPORTANTE PERCHÉ RAPPRESENTERÀ “L’OFFERTA ALTERNATIVA PER CHI VUOLE CONTRIBUIRE A COSTRUIRE IN MODO DIVERSO IL PROPRIO FUTURO E APRE A UN’ECONOMIA NUOVA IN CUI CHI ARRIVERÀ PRIMA POTRÀ GODERE DI MOLTI VANTAGGI”. QUESTI IN SINTESI SONO I CONCETTI ESPRESSI DA ERMETE REALACCI, COMMISSIONE AMBIENTE CAMERA DEI DEPUTATI – RESPONSABILE GREEN ECONOMY PARTITO DEMOCRATICO, IN OCCASIONE DEGLI “STATI GENERALI DEL LEGNO E ENERGIA”, CONVEGNO ORGANIZZATA DA AIEL (ASSOCIAZIONE ITALIANA ENERGIE AGROFORESTALI) IN COLLABORAZIONE CON PROGETTO FUOCO SVOLTOSI LO SCORSO GIUGNO A VERONA. CON L’OCCASIONE SONO STATE PRESENTATE LE RICHIESTE POLITICHE PER LO SVILUPPO DEL SETTORE, COINVOLGENDO TUTTI I SOGGETTI DELLA FILIERA NELLA DISCUSSIONE DELLE PROPOSTE PER LA VALORIZZAZIONE ENERGETICA DELLE BIOMASSE E SUI PUNTI DEL MANIFESTO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL SETTORE LEGNO-ENERGIA. NELL’AMBITO DELL’INCONTRO È STATO AMPIAMENTE TRATTATO IL TEMA DELLE EMISSIONI PRODOTTE DALLA COMBUSTIONE DEL LEGNO CON L’OBIETTIVO DI FARE CHIAREZZA CIRCA LA LORO QUANTIFICAZIONE, LA CARATTERIZZAZIONE E GLI EFFETTI PRODOTTI DALLA COMBUSTIONE DELLE BIOMASSE LEGNOSE. ALL’EVENTO HANNO ADERITO OLTRE 20 TRA ASSOCIAZIONI E ORGANISMI CHE A VARIO TITOLO SONO IMPEGNATI E INTERESSATI ALLA CRESCITA RESPONSABILE DI QUESTO COMPARTO CHE RAPPRESENTA LA PIÙ IMPORTANTE FONTE ENERGETICA RINNOVABILE DEL PAESE.www.progettofuoco.it

condividi :
Una villa dallo stile tradizionale
23/05/2011
I tesori da salvare, fatti e non paroleLe schede
01/09/2005