ARCHITETTURA

UN CAMMINO CHE PORTA ALLA LUCE

Un edificio chiaro, la cui facciata si ritrae per liberare lo spazio di un sagrato che è anche invito, e accesso a quel che sarà giardino. Il disegno di Mauro Galantino e Enia Architectes si svela a gradi, attraversando un lungo ambiente introduttivo, da percorrere per tutta la lunghezza dell’aula, prima di svoltarvi dentro.

Periferia “storica” della capitale francese, il comune di Les Lilas già a metà ‘800 aveva una sua fisionomia e una sua vocazione: floreale, come il nome stesso indica. La chiesa Notre Dame du Rosaire fu edificata nel 1887, ma come edificio provvisorio: piccole fondamenta, pareti di gesso, strutture di legno… Ha inopinatamente resistito più di un secolo, ma il Comune, che ne è il proprietario, d’intesa con la Diocesi decise nel 2005 che non si poteva attendere oltre: fu indetto un concorso, vinto dall’Arch. Mauro Galantino insieme con ENIA Architectes. Con un programma per rimpiazzare in fasi il vecchio edificio, così da mantenere la continuità nell’esercizio delle funzioni liturgiche.
Il progetto infatti ha previsto l’edificazione della chiesa nuova (già completata) a fianco di quella vecchia, così da abbattere questa solo dopo l’entrata in funzione di quella. E, là dove stava l’edificio vecchio, far sorgere il centro parrocchiale, raccolto per due lati attorno a un giardino che resterà liberamente accessibile dalla strada, e sarà pertanto luogo di incontro tra la città “profana” e quella “religiosa”. Si compie così un destino che sembra implicito nel DNA di una chiesa di proprietà comunale.
L’architettura in effetti nasce come salomonica composizione che porta a far convergere gli interessi laici e quelli ecclesiali: prende le mosse dalla scelta di ruotare leggermente la facciata rispetto al profilo della strada, a mo’ di libro, ottenendo così lo spazio di un sagrato che diverrà luogo anche di accesso allo spiazzo attorno al quale si costruiranno servizi parrocchiali e canonica…

APPROFONDIMENTO
http://pro.dibaio.com/mauro-galatino

L’articolo completo è disponibile in
CHIESA OGGI 100
Acquistalo online, in Edicola o su www.lekiosk.com !

Progetto: Enia Architectes (M. Chazelle, S. Pallubicki, B. Piechaczyk)
Arch. Mauro Galantino
Capo progetto: Arch. Olivier Rousseau
Collaboratori: D. Velay, J. Boulben, S. Bitar, Y. Tabet, A. Legrand, D. Leroux,
J. Jongwane, H. Glotin
Artisti: Didier & Alice Sancey (vetrate);
Dominique Kaeppelin (statua della Vergine); Claude Abeille (bassorilievo nel presbiterio); Laurence Bernot (Via Crucis); Enia Architectes e Claude Enia Architectes e Claude Cheret (arredi)
Foto: Mauro GalantinoSerramenti
http://pro.dibaio.com/tonini-serramenti

condividi :
Maurizio Meossi
19/06/2007
SUL “BELLO” DELLE CHIESE
02/09/2010