ARCHITETTURA

Editoriale – Un’erba nuova cresce in città

Riabitare la città: farne luogo di bellezza, in un momento in cui questo termine sembra dimenticato.
Estendere gli spazi verdi e arginare l’estensione dell’urbanizzazione: l’espansione urbana nel XXI secolo parla un linguaggio totalmente nuovo.
Gli argomenti su cui si incardina il nuovo modello di crescita urbana sono stati messi in luce nel convegno organizzato da DI BAIO EDITORE e OSMI Borsa Immobiliare “Rigenerazione urbana e valorizzazione edilizia – Loft e Mansarde – riqualificazione delle aree dismesse e recupero dei sottotetti per uso abitativo”.
Si guardi il cielo: è lì il confine da conquistare. Mansarde, tetti verdi e fotovoltaici sono una dimensione nuova della crescita senza nuove cementificazioni… Il loft segue la stessa logica e propone nuovi modi di vivere gli spazi ex industriali. Si richiedono coraggiose iniziative e Amministrazioni locali lungimiranti per offrire una chiara prospettiva su cui chi sogna lo sviluppo urbano, e vi investe energie e risorse, possa muoversi sul terreno della certezza.
Tanti guardano in questa direzione. Soprattutto in questi anni di crisi.
Come ci ha detto in un’intervista Luca Zevi, il curatore di Padiglione Italia nella Biennale 2012 di Venezia: “È il momento di elaborare proposte capaci di creare opportunità di lavoro, di crescita, di creatività: sono queste le risorse su cui far leva per aprire le porte del futuro… L’ANCE, Associazione Nazionale Costruttori Edili, recentemente ha svolto un congresso su: “Il piano per le città”. Al centro è stato posto il tema della riduzione del consumo di suolo attraverso la densificazione degli insediamenti esistenti e la trasformazione di quartieri monofunzionali in organismi complessi, caratterizzati dalla compresenza di spazi pubblici, servizi, realtà produttive, residenze”.
Che significa questo, se non rendere ben vivibili gli spazi già urbanizzati? L’impegno non è piccolo. Per riferire ancora la parole di Luca Zevi: lo sviluppo del futuro dipende “… dalla collaborazione di tre settori: economia, cultura e progettualità. Mettendosi a sistema, potranno dar vita a uno sviluppo qualificato, fondato sulla produttività, ma
anche sulla creatività e sulla solidarietà…. è necessario attivare le energie capaci di promuovere un progetto sostenibile del territorio. Il Made in Italy costituisce un bacino di prodotti di eccellenza, un terreno di coltura da cui architettura e industria possono costruire nuove iniziative virtuose…. per la realizzazione di una città accogliente, della quale tutti possano sentirsi cittadini a pieno titolo”.
Ora la creatività, il design, l’impegno imprenditoriale ha una prospettiva chiara verso cui muoversi: la “CASA GREEN”. Il nuovo nome dello sviluppo sostenibile non delle, ma nelle città. L’evoluzione delle proposte incalza. CASA GREEN e DI BAIO EDITORE si aprono alle nuove prospettive attivando nuovi servizi per i lettori.
Anzitutto QR Code e Link Pro: il primo consente di accedere dallo smart phone alle notizie e ai filmati sempre aggiornati nel sito Web DI BAIO EDITORE.
Il secondo consente di accedervi via Internet.
Perché l’informazione è la prima base per l’azione.
Per chi desidera scommettere sul futuro delle città, per chi desidera stimolare la propria creatività, per chi desidera muoversi in modo informato in un mercato sempre più complesso, per chi vuole la propria casa in città sempre più energy efficient e sorridente.EXPO ITALIA REAL ESTATE
http://pro.dibaio.com/fiera-eireLo spazio è ispezionabile
http://pro.dibaio.com/liraXTRA TECHNOLOGY
http://pro.dibaio.com/montexport
Serramenti in PVC
http://pro.dibaio.com/diquigiovanni-serramenti-pvc

condividi :
Tante idee per il bagno
02/01/2013
Artisti salentini famosi nel mondo
26/09/2005