FARE

Silvio Berlusconi: il quartier generale del Presidente del Consiglio

Villa San Martino è la sede del quartier generale operativo del nostro attuale leader, dove amato, criticato, invidiato, attaccato violentemente, troppe volte ingiustamente (i difetti dei grandi si sa, sono la consolazione dei mediocri) è sempre pronto ad affrontare le avversità e i moneti difficili con ottimismo e generosità di energie. Un profilo abitativo che ne rispecchia tutta la personalità e le vocazioni.
Villa San Martino is the operative headquarter of our current leader, where sometimes loved, criticized, envied, violently attacked, too many times unjustly (the defects of important people, as we know, are the consolation of mediocre people) he is always ready to face adversities and difficult moments with optimism and energy. A life-style that reflects his personality and vocations.

L’esterno della villa, immersa nel parco, valorizzata dalle sculture di Pietro Cascella
The outside of the villa, enhanced by the sculptures of Pietro Cascella

Accolti nella sala centrale di conversazione che dà sul parco (sul ballatoio si affacciano le camere da letto del primo piano) è sistemato il bellissimo pianoforte a coda che il padrone di casa suona spesso virtuosamente (dato il senso musicale innato e da sempre coltivato fin dalla giovinezza) non disdegnando, se è con gli amici di accompagnarsi con il “suo bel canto” rasentando la professionalità. E’ mia convinzione personale che l’intelligenza creativa, l’intuizione, la rapidità di comprensione dei fatti e la relativa tempestività d’intervento per risolvere favorevolmente i problemi, sono facilitati dalla sensibilità musicale. Nell’importante sala da pranzo il tavolo è adeguato per grandezza ai pranzi ufficiali. Sempre ornato con raffinatezza è il luogo dove vengono consolidati gli accordi più importanti. Caratteristico della villa è che tutte le stanze sono comunicanti: la sala da musica ad esempio confina con un soggiorno neoclassico con un prezioso camino e con lo studio privato, immerso nel bianco e modernissimo, costellato di riconoscimenti e premi sportivi a cui tine particolarmente e ricordi privati. La dinamicità che è ben conosciuta dagli stretti collaboratori, è mantenuta da una buona attività ginnica esercitata in un grande ambiente attrezzato a ‘sporting’ privato con piscina e una zona relax dotata di nove televisori per poter controllare i programmi delle varie emittenti: “mens sana in corpore sano”, e qui, mi confida gli vengono le migliori idee! L’esterno è caratterizzato dal grande parco che circonda la villa (progettato dall’arch. Enrico Hoffer) che si estende fino al Lambro. Qui si aggirano liberi, fra le opere bianche di Pietro Cascella cerbiatti e altri graziosi animali. In un lato del parco vi è il sacrario di famiglia, dove già riposa il padre Luigi e poi la Cappella (settecentesca), dove ogni domenica si celebra la S. messa. Qui Silvio Berlusconi ritrova la bellissima moglie, Veronica Lario con i figli Barbara, Eleonora e Luigi rispettivamente di 16, 15 e 12 anni. La First Lady vive infatti nella villa di Macherio, residenza privata del Presidente del Consiglio, dove trascorre, gelosa della sua privacy, il resto della settimana. Villa San Martino è quindi la sede del quartier generale operativo del nostro attuale leader. Casa Oggi modi di vivere coerentemente alla filosofia di testata che la contraddistingue, ne ha tracciato un profilo abitativo che rispecchia tutta la personalità e le vocazioni di chi ci abita. Soprattutto emergono l’amore per l’arte, il recupero delle nostre migliori tradizioni, il rispetto della famiglia e degli amici, valori che hanno accompagnato da sempre questo personaggio ormai entrato nella storia e nel costume degli italiani; con la chiarezza, la semplicità e la sincerità che lo contraddistinguono.
In the conversation room overlooking the park there is the grand piano that Berlusconi often plays. In the dining room, the table is perfect for official dinners and the place where important agreements are reached. All the rooms are communicating: the music room is next to the Neo-Classical living-room with a precious fireplace and the private study, decorated with awards, sports trophies and private memories. He works out in a “gym” with pool and lounge area with nine TVs: “mens sana in corpore sano” (“a sound mind in a sound body”). A big park surrounds the villa (designed by architect Enrico Hoffer) and reaches down to the Lambro river, with deer and other animals. The family chapel, where his father Luigi was buried, is on one side, and then there is the Chapel (17th century), where Mass is held on Sundays. Here, Berlusconi meets his wife Veronica and children Barbara, Eleonora and Luigi. But the First Lady lives in the Macherio residence of the Prime Minister. Villa San Martino is the operative headquarter. Casa Oggi outlined a way of living that reflects the personality and vocations of who lives in it. What emerges is love for art, respect for traditions, family and friends.

La grande sala conversazione dove è sistemato il pianoforte a coda e, in alto il ballatoio che conduce agli appartamenti dei figli
The conversation room with the grand piano
Altri interni adiacenti la sala da musica
Other rooms adjacent the music room
Il salottino privato con camino
The private living-room with fireplace

La villa, oggi al centro della cronaca politica, ha una storia con radici lontane: se ne parla in documenti risalenti all’VIII secolo che descrivono due monasteri di suore benedettine ad Arcore, il primo dei quali dedicato a San Martino. Fu poi restaurato nel 1750 -1781 con probabilità dallo storico Conte Giorgio Giulini (1714 – 1781) di cui abbiamo traccia nelle sue “Memorie”. Divenuta villa dal ‘700 si arrichisce di tutte le caratteristiche dell’epoca sia nella struttura architettonica che nelle decorazioni di facciata e d’interni, di cui rimangono tracce ben conservate. A metà dell’800, per il matrimonio di Anna Giulini della Porta con Camillo Casati, la villa passò dai Giulini ai Casati e alla fine del ‘900 al ramo dei Casati Stampa di Soncino. Divenuta la dimora prediletta dell’uomo politico e liberale antifascista Alessandro Casati (morto nel 1955) da sempre ospitò più volte esponenti della cultura e della politica come Benedetto Croce, Tommaso Gallarati Scotti e il Senatore Piero Puricelli. La proprietà dei Casati Stampa termina nell’anno 1970 con quel Camillo Casati che fu protagonista delle cronache mondane dell’epoca. Silvio Berlusconi, divenutone il proprietario la restaurò tra il ’73 e il ’78 ad opera degli architetti Claudio Dini e Giuseppe Marvelli con un doppio obiettivo: conservare la parte più antica e ripristinare e ricostruire le parti neoclassiche.
The villa, now the hub of political life, has ancient origins: it is mentioned in documents from the 8th century, which describe two monasteries of Benedictine nuns in Arcore, the first one dedicated to St. Martin. It was renovated in 1750-1781, probably by the historian Earl Giorgio Giulini (1714-1781), as mentioned in his “Memories”. Turned into a villa in the 18th century, it took up the typical features of that period, both in architecture and in the decorations of the façade and interiors, with well visible traces still today. In the mid-19th century, after the marriage of Anna Giulini della Porta and Camillo Casati, the villa became the property of the Casati family and, later on, of the Casati Stampa di Soncino. As the favorite home of the Liberal antifascist politician Alessandro Casati (died in 1955), it often hosted people of culture and politics such as Benedetto Croce, Tommaso Gallarati Scotti and Senator Piero Puricelli.The Casati Stampa family lost the property in 1970, when Camillo Casati was a major representative of the worldly life of that period. The new owner Silvio Berlusconi renovated the villa between 1973 and 1978, entrusting architects Claudio Dini and Giuseppe Marvelli with a double task: to preserve the ancient building and to reconstruct the Neoclassic parts.

Gli uffici annessi alla villa, la “cave” adibita a sala per le conferenze stampa e la “quadreria”
The offices by the villa, the “cave” used for press conferences and the “picture gallery”

Sono state risistemate le cucine nell’ala destra, al più antica che divide la corte nobile dalle case coloniche, che già esistevano quando il complesso era un convento; nei sotterranei sono state portate alla luce le meravigliose arcate di mattoni d’epoca medioevale per farne volta ad una ambiente adibito a “teatrino” con camerini per gli attori dove si esibiscono dinanzi a una platea che può disporre di un centinaio di posti. Uno spazio utilizzato anche per le conferenze stampa, sempre affollatissime. Accanto troviamo un cinema, un’enoteca e la sala bigliardo. Demolendo strutture fatiscenti si è poi recuperato uno spazio con colonne e volte a vela dove un tempo esitevano le scuderie: qui è sistemata la “quadreria” dove autentiche opere d’arte sono miscelate a perfette imitazioni. Nella sala centrale di conversazione, che dà sul parco (sul ballatoio si affacciano le camere da letto del primo piano) è sistemato il bellissimo pianoforte a coda. Caratteristico della villa è che tutte le stanze sono comunicanti: la sala da musica confina con un soggiorno neoclassico e con lo studio privato costellato di riconoscimenti e premi sportivi. Vi è poi un grande ambiente attrezzato a sporting privato con piscina e zona relax.
The kitchens were renovated in the right wing, the older section that divides the master courtyard from the farmhouses, which already existed when the location was a monastery; in the underground, splendid bricked arches from the Medieval period were brought back to light, to make it the background of a theater, with dressing-rooms for the actors who play before an audience of about 100.There is also an area for press conferences, always crowded, then a cinema, a wine cellar and the pools room. Tearing down crumbling structures, an area has been recovered with columns and domical vaults, once dedicated to the stables: this is the current location of the “painting gallery”, with original works of art mixed with perfect imitations. The central conversation room, which looks onto the garden (the gallery links the bedrooms on the first floor), features a wonderful grand piano. The peculiarity of the villa is that all rooms are communicating: the music halls is connected to a Neoclassic sitting room and to the private studio, packed with sports prizes and trophies. Then there is a large room equipped for private training, with a swimming pool and a relax area.

Il grande ambiente dedicato al fitness e al relax (Parquet Berti)
The big room dedicated to fitness and relax (Parquet Berti)

condividi :
Redazione
05/03/2007
Un box al centro della casa
06/04/2011