ARCHITETTURA

Serramento ad alto risparmio energetico

Il PVC (policloruro di vinile) è la seconda materia plastica più usata al mondo.
Deriva da 2 risorse naturali: il sale (57%) e il petrolio (43%).
È un polimero resistente, stabile, inerte, sicuro e duraturo.
Il serramento rappresenta una delle sue principali applicazioni.
Il punto di forza della finestra in PVC è sicuramente la sua elevata prestazione come isolante termico e acustico.
I valori di trasmittanza termica scendono oggi sotto a 1 W/m2k, garantendo al progettista il rispetto con ampio margine di quanto richiesto dalla normativa sul risparmio energetico.
Il serramento in PVC non richiede particolari opere di manutenzione, non provoca condense e non è attaccato dagli agenti atmosferici. Può essere realizzato in svariate tipologie, dimensioni e forme, adattandosi a qualunque contesto urbano.
Per la realizzazione dei telai occorre procedere all’assemblaggio dei diversi tipi di profilati. Per un serramento esterno a due ante generalmente occorrono:
• profilati principali per la realizzazione del telaio fisso e delle ante mobili;
• profilati complementari quali i fermavetri (per vetro semplice o isolante), il gocciolatoio, i profilati per la battuta centrale, i coprifili, ecc..
I profilati principali vengono generalmente tagliati a 45° e poi collegati tra di loro mediante saldatura per fusione.
Esistono anche altri sistemi di collegamento come ad esempio l’incollaggio con inserimento di squadrette di rinforzo.
Vinyl 2010 è il programma decennale della filiera europea del PVC nato nel 2000 come Impegno Volontario per minimizzare l’impatto ambientale nella produzione del PVC, promuovere l’uso responsabile degli additivi, supportare schemi di raccolta e di riciclo e incoraggiare il dialogo sociale tra tutti gli stakeholders dell’industria.Nel 1999 in Europa non esisteva alcuna infrastruttura dedicata al recupero del PVC che da molti era considerato un materiale “non riciclabile”. Oggi i dati certificati dichiarano un volume di PVC post-consumo riciclato nel 2010 in tutt’Europa di 260.842 tonnellate (nel 2009 erano 190.324).
Di queste ben 108.678 derivano da profili per serramenti e prodotti correlati, con un incremento di oltre il 30% rispetto all’anno precedente.
Una vera e propria svolta è rappresentata da Recovinyl, organizzazione creata nel 2003 per assicurare al riciclo in Europa una fornitura costante di PVC post-consumo.
Facilita la raccolta, la selezione, lo smaltimento di rifiuti in PVC, coinvolgendo le aziende e i riciclatori esistenti accreditati per il loro recupero.
Nel corso degli anni Recovinyl ha progressivamente incorporato altre iniziative settoriali fino ad arrivare ad essere attivo in 17 Paesi europei e a certificare nel 2010 un volume di riciclo di 254.814 tonnellate, di cui circa 16.000 in Italia.All’interno di Vinyl 2010 ha operato attivamente anche il PVC Forum Italia – Centro di Informazione sul PVC, associazione senza scopo di lucro che riunisce in Italia i principali produttori di compound e i trasformatori. Il “Gruppo Serramenti e Avvolgibili” è il primo e storico gruppo di lavoro creato al suo interno per accrescere costantemente la cultura della sostenibilità e della qualità degli infissi in PVC, con particolare attenzione ai temi del risparmio e della certificazione energetica.
Gli importanti risultati ottenuti da Vinyl 2010 hanno avuto come naturale conseguenza lo sviluppo di un nuovo Impegno Volontario decennale per l’industria europea del PVC, Vinyl Plus, presentato ufficialmente a giugno 2011 con obiettivi di sostenibilità e di riciclo ancora più ambiziosi.

www.pvcforum.it, www.sipvc.org

condividi :
Condominio: le risposte dell’avvocato
30/11/2005
Con il soppalco una casa su due piani
13/10/2005