ARCHITETTURA FARE PENSARE

Semplicità bavarese

I MATERIALI DELLA TRADIZIONE GENERANO LA NUOVA ARCHITETTURA

Progetto: Wilhelm & Maria Huber, architetti Località: Leiterberg, Bavaria (Germania)Testo di: Rita Ghisalberti Foto: Peter Bonfig (Le immagini sono tratte dal volume Newhouses, Carles Broto i Comerma, Barcellona. Il libro raccoglie una significativa selezione di architetture che hanno sviluppato il tema dei nuovi spazi domestici nel mondo)

Semplici realizzazioni come questa sono in realtà opere poetiche, e il loro messaggio nascosto ci parla dei temi eterni dell’architettura: il materiale è costruzione, spazio, forma e funzione. Una tipologia abitativa che pur appartenendo alla tradizione dei villaggi bavaresi, risulta essere schiettamente innovativa, estremamente funzionale e ricca di soluzioni creative. Gli architetti afferrano questa immagine tradizionale e colgono alcuni aspetti irrinunciabili come la scelta del materiale locale e l’idea di creare uno spazio semplice e ben funzionale. Ma allo stesso tempo l’arricchiscono con alcune potenzialità che sviluppano autonomamente creando una struttura originale, con una grande ricchezza visiva proprio perché estremamente semplice. L’uso del materiale come valore costruttivo a sè stante e quindi messo in evidenza per la sua funzione emerge anche nelle scelte degli elementi interni: come la stufa che con la sua presenza inscindibile dalla sua funzione di corpo scaldante, rappresenta lo spazio del quotidiano e il suo calore dà “vita” agli oggetti e alle persone che l’ambiente accoglie. Un progetto basato sulla volontà di risolvere questioni pratiche in modo da creare uno spazio che nasce per l’uomo.

Vicino alla città, il piccolo nucleo ha mantenuto intatto l’originale aspetto tipico del villaggio bavarese. La tipologia edilizia è quella della tradizione locale con i tavoloni disposti verticalmente, tetto a falde e a fianco un volume più basso, il granaio. La casa dialoga con il villaggio adiacente ed entra in simbiosi con l’ambiente emergendone solo per la sua straordinaria ricchezza visiva dovuta alla sua estrema semplicità. La facciata è composta con un disegno regolare da tavole in legno e ampie vetrate che risolvono efficacemente la voglia di luce e di apertura sul paesaggio. Questo volume si sviluppa su tre livelli in modo da offrire ambienti funzionali adatti allo stile di vita della famiglia: studio d’architettura al piano seminterrato, cucina e soggiorno al piano terra, camere al secondo piano.

 

   
condividi :
E’ caduto il muro di divisione
31/07/2005
La rivoluzionaria stufa-camino
30/11/2005