FARE

Sedute innovativeTecnicamente prestanti


BELLE DA VEDERE E SOLIDE DA UTILIZZARE

Colorate, resistenti e leggere: è la tendenza del momento per le sedute della cucina.
Prodotti innovativi creati grazie alla scoperta di nuovi materiali, ideali per la creazione di prodotti
esteticamente gradevoli e tecnologicamente avanzati

The current trend is for colourful, strong and light chairs in the kitchen

Prima di scegliere una sedia è bene tener conto della sua destinazione d’uso; in cucina, oltre all’estetica, bisognerebbe prendere in considerazione altri fattori, come ad esempio l’impermeabilità, dato che potrebbe facilmente macchiarsi,
la resistenza al fuoco, perché potrebbe bruciarsi con il forno o il fornello, e l’usura, dato che la cucina è comunque un ambiente molto utilizzato e di conseguenza potrebbe venire a contatto con soluzioni pulenti in grado di rovinare i materiali più delicati.
Fortunatamente, grazie alla ricerca tecnologica, indirizzata soprattutto sulla creazione di nuovi materiali, oggi vediamo sedie leggerissime ma allo stesso tempo resistenti; basti pensare a tutti quei surrogati dei materiali plastici che, tramite particolari processi, riescono a essere “uniti” ad altri elementi di natura diversa, assumendone le specifiche qualità.

These innovative products, created thanks to the discovery of new materials, are ideal for making technologically
advanced pieces that are also nice to look at.
Before choosing a chair it is worth keeping in mind how it is going to be used. In the kitchen, factors other than looks
need to be taken into consideration, such as impermeability, given the high likelihood of staining, fire resistance,
because it could be burnt by the oven or stove, and wear, after all the kitchen is used a lot and cleaning solutions might damage some of the more delicate materials.
Fortunately, thanks to technological research directed above all at creating new materials, today there are very light chairs that are hard-wearing at the same time; you need only think of all those surrogates of plastic materials which, by means of special processes, can be ‘joined’ to other elements of a different nature, taking on their specific qualities.

Nell’immagine, in alto, Compact, la sedia che fa della versatilità la sua caratteristica principale.
Realizzata in tecnopolimero con il profilo in alluminio anodizzato, costituisce un valido complemento d’arredo in cucina e nella casa. (Gaber)
Nelle restanti immagini, 4U, una sedia perfetta per l’ambiente cucina, perché resistente, impermeabile e impilabile per occupare meno spazio. È realizzata grazie alla tecnologia “airmoulding” che permette il parziale svuotamento interno rendendola più leggera. (Domitalia).

Top picture, Compact, the chair that makes versatility its hallmark.
Made in technopolymer with trimmings in anodized aluminium, it is a great piece of furniture to have in the kitchen and in the house. (Gaber)
Other pictures, 4U is the perfect kitchen chair because it is strong, impermeable and can be stacked to occupy less space.
It is made using airmoulding technology that partially empties the interior to make it lighter. (Domitalia).

TUTTI PAZZI PER GLI SGABELLI

Nelle immagini, alcuni modelli di sgabelli ideali per il bancone snack. In alto, Micro, con seduta in tecnopolimero; a sinistra Asolo, la versione in cuoio di diversi colori; il telaio è in acciaio cromato con appoggia piedi.
In alto a sinistra, Swing con struttura in acciaio, alzata a gas e schienale che si trasforma in bracciolo. A destra, Snake
con telaio in metallo cromato e scocca in materiale termoplastico o pelle. (Gaber).

In the pictures, some stool models that are ideal for the snack counter. Above, Micro, with chair in technopolymer; left, Asolo, the leather version in various colours; the frame is in chrome steel with foot rests. Above and left, Swing with structure in steel, gas-powered riser, and backrest that turns into armrest. Right, Snake with chrome metal frame and
bodywork in thermoplastic material or leather. (Gaber).

MATERIALI FUTURISTICI PER SEDUTE DALLA FORTE PERSONALITÀ

Sopra, Saturno il tavolo in alusystem abbinato a Moema (vedi in dettaglio in basso) la seduta in tecnopolimero e telaio in metallo. (Gaber).
In basso a sinistra, Fresh in metallo cromato opaco, con rivestimento in tessuto, microfibra o pelle. (Tonon). In alto a sinistra,
Estrema, la sedia più leggera del mondo in fibra di carbonio; pesa 617 grammi.
Disegnata da Massimiliano Della Monaca.

Above, Saturno, the alusystem table combined with Moema (see detail below), the chair in technopolymer with metal frame. (Gaber).
Below left, Fresh, in opaque chrome metal, with fabric, microfiber or leather covering. (Tonon).
Above left, Estrema, the lightest chair in the world in carbon fibre weighing just 617 grams. Designed by Massimiliano Della Monaca.

 

condividi :
Il linguaggio universale dell’identità cristiana
27/04/2006
Chi e dove… gli indirizzi di questo numero
31/07/2005