FARE

SAPORE D’INGHILTERRA in Monferrato

Tratto da:
La camera da letto N°3
SAPORE D’INGHILTERRA in Monferrato
 

Negli interni restaurati di un’antica casa fra le colline del Monferrato, l’arch. Francesca Sala ha saputo infondere quel sapore di elegante intimità che si respira in molte case georgiane della campagna inglese, talvolta con la decisa personalità cromatica di alcuni interni provenzali.

Il soggiorno, ricavato nello spazio voltato dell’antica stalla, denota una ricerca di contrasti molto personale. L’angolo del bar dominato da un’antica insegna in ferro battuto e da un’antica madia.

Sapore di Provenza e di vecchia Inghilterra in una bella cascina del ‘700 nel Monferrato, dove nella quiete del paesaggio si può assaporare il piacere di vivere in campagna adeguandosi al ritmo lento della vita contadina.

Dopo la ristrutturazione dell’arch. Sala, molto attenta a mantenere e a rispettare materiali e strutture originari, la stalla è diventata un grande soggiorno con volte di mattoni rossi, il pollaio è ora uno spazio per il bar e la rustica “tampa” si è trasformata in un luogo per il barbecue all’aperto. Due camere da letto caratterizzate da mobili di famiglia riambientati. Le cortine di tulle, oltre ad avere una funzione estetica, servono realmente nei periodi caldi.

Ora, i mobili e gli oggetti antichi, le stoffe inglesi, le nature morte e i ritratti di famiglia danno a questa cascina un’atmosfera da rustico elegante. Il camino di mattoni, la collezione di teiere e le sedie di antica tradizione locale, tutto insieme riescono a trasmettere il calore dell’antica ospitalità contadina. Le tendine di pizzo bianco alle finestre contribuiscono anch’esse a creare questa situazione. Il grande pouf centrale in tessuto bianco e celeste è una rivisitazione dello stile gustaviano svedese, mentre i comodi divani color ruggine con i loro cuscini a contrasto richiamano un poco lo stile American Country. Nelle stanze i tappeti di varia provenienza (sardi, indiani, peruviani) danno colore e comfort. Anche la cucina segue questo modo eclettico di arredare: spicca la collezione di rami antichi, il tavolo tradizionale col piano in marmo, le seggiole impagliate e la preziosa credenza del ‘700 piemontese. Al piano superiore le fresche e luminose camere da letto sono sono arredate per lo più con mobili dell’800 e, nonostante siano ricche di tessuti e di oggetti decorativi, conservano il senso di una pacata e raccolta intimità vittoriana. Più in particolare, la camera che si affaccia sul balcone fiorito di geranei rosa è arredata con mobili degli anni ‘40 che bene si sposano con il tessuto etnico del letto. All’esterno, sulla parte centrale della cascina, è stata fatta una decorazione con “azuleios” provenienti dal Portogallo che continuano sul muro del terrazzo tra le glicini, dove d’estate viene servita la prima colazione (che d’inverno viene consumata tra i limoni del tinello). In conclusione si può dire che, nonostante l’accostamento di stili diversi (e grazie al modo con cui è stato fatto), questa casa conserva un equilibrio e un’armonia che avvolge chi entra trasportandolo in tradizioni diverse di vivere la campagna, tutte omogenee tra loro perché basate su uno stesso fascino.

Casa contadina presso Casale Monferrato
Ristrutturazione e arredo: arch.Francesca Sala
Servizio di Luisa Carrara
Foto Athos Lecce

condividi :
DBliving.com
31/07/2005
Casa oggi
10/01/2008