FARE

Ristrutturare la casa di campagna


Mobili d’epoca e atmosfere esotiche.

Pietra grezza per le mura di questa masìa isolata nella campagna spagnola, dove il verde
rigoglioso dei prati si sposa con il silenzio.

Servizio di Cristina Garreta
Foto Emilio Rodrìguez Ferrer

Lontano da ogni centro abitato, totalmente immerso nella quiete della più verde campagna spagnola, questo casale accoglie chi vi si avvicina con la sua facciata di pietra, scandita da piccole finestre, lanterne e vasi di piante. Sul retro, un porticato si apre verso il giardino, tra bouganville rampicanti e cespugli fioriti. È arredato come un salotto all’aperto e mescola un vago sapore coloniale a spunti romantici: un paesaggio incantato che sembra uscito da una favola, isolato dal resto del mondo, dove la pace è scandita dai dolci suoni della natura.

Il quadro appeso alla parete evidenzia l’idea di trovarsi in un
salotto. Uno stile coloniale venato di romanticismo.

Il porticato che si affaccia sul verde si trasforma in un prolungamento della casa, un’appendice per vivere all’aria aperta in tutte le ore del giorno. Qui sono accostati elementi di epoche e luoghi diversi, contrapponendo la rusticità dell’ambiente all’eleganza opulenta dei particolari: un vaso di terracotta trasformato in tavolino, piccole sculture, candelabri preziosi e dorati, vassoi di agrumi e felci esotiche. L’elemento che accomuna esterno e interno è sempre la pietra, come sfondo, come mura e pavimenti, persino incorniciata da un gioco di specchi: un mobile antico riflette l’immagine della parete di fronte creando un effetto singolare. In sala da pranzo risaltano le porcellane bianche e blu
acquistate nel corso degli anni, appese o esposte su mensole e credenze. Anche qui, nonostante le pareti siano intonacate di un azzurro intenso, spiccano le pietre grezze degli archi che dividono gli ambienti.
Entrando in camera da letto sembra di essere entrati in un luogo fuori dal tempo, con letti a baldacchino velati
da zanzariere candide nel bagliore delle candele, per addormentarsi con la sensazione di vivere in una casa incantata.

Candelabri, luci soffuse, mobili d’epoca e i tanti quadri
appesi alle pareti danno un tono intimo agli interni.

La sala da pranzo azzurra è arredata con porcellane, mobili in legno e stoffe dai colori vivaci.
La camera con i letti in ferro battuto.

In Edicola

La camera da letto sembra un luogo fuori dal tempo con i letti
a baldacchino velati da candide zanzariere.

 

condividi :
La testimonianza del Beato Carlo Gnocchi
26/01/2010
EDIFICIO YRIGOYEN – Prisma di cristallo
29/07/2010