ARCHITETTURA FARE

Riscaldarsi

Le stufe finlandesi Tulikivi (distribuite da Eurotrias) sono realizzate sulla base di vecchie tecniche di fumisteria nordica e su studi approfonditi che hanno consentito di elaborare invenzioni appropriate, come il principio della controcorrente o la post-combustione. Grazie a questi principi di costruzione, il grado di rendimento della combustione arriva a toccare (e anche a superare) il 90%, il riscaldamento è rapido, la stufa necessita di un minimo rifornimento di legna e il tempo di raffreddamento è molto elevato. Sulla base di queste caratteristiche è possibile affermare che una stufa Tulikivi ben riscaldata, in un ambiente ad isolamento normale, impiega dalle 12 alle 24 ore per raffreddarsi, a seconda delle sue dimensioni e delle superfici da riscaldare. Il materiale in cui vengono realizzate queste stufe (la cosiddetta pietra ollare) ha il pregio di resistere in modo eccellente al fuoco e al freddo, oltre che agli acidi e alle liscive, non teme gli sbalzi di temperatura, ha un’eccezionale capacità di conduzione termica e riesce ad accumulare più calore che gli altri materiali naturali ed artificiali.

Le stufe Tulikivi, funzionando a legna, rappresentano una risposta al problema dell’inquinamento atmosferico e della scarsità di risorse energetiche. Inoltre la quantità di anidride carbonica prodotta in seguito a un’ottimale combustione del legno è la stessa che viene a formarsi durante il naturale processo di decomposizione nei boschi, quindi il ciclo della CO2 del pianeta non viene alterato e l’effetto serra non viene ulteriormente incrementato. Grazie alla loro accurata progettazione, queste stufe liberano durante la combustione una quantità di CO2 assai minore rispetto alla combustione di carbon fossile e i loro valori di emissione rimangono al di sotto dei valori più severi stabiliti dai vari Enti internazionali.

condividi :
Elettrodomestici
31/07/2005
Fuori, un casale tradizionale
22/01/2010