ARCHITETTURA

Grazie alla Fibra di Carbonio

Thermal Technology nasce nel 2001 in provincia di Treviso, tra Montebelluna e la splendida Villa Maser di Palladio, con un geniale progetto produttivo: utilizzare il carbonio come elemento resistivo (la forma più primitiva di riscaldamento con resistenze elettriche era la vecchia stufa con filamenti avvolti a spirale che consumava un patrimonio). 
Dopo svariati test e studi, Thermal Technology decise di testare la bontà del carbonio come elemento riscaldante costruendo termocoperte per portare alla giusta temperatura i pneumatici delle moto da gara. Visti gli ottimi risultati ottenuti, a fine 2003, realizza la prima linea di produzione per termocoperte termiche per uso racing e industriale, diventando partner tecnico di team ai vertici dei relativi campionati sia motociclistici che di Formula 1. A questo punto decide di ingrandire l’offerta applicando questa tecnologia ad ambienti di uso residenziale sotto forma di pannelli radianti a pavimento (un materassino a 5 strati con rete). I primi lavori vengono realizzati in Romania con 2.750 mq di pavimento in una zona dove le temperature raggiungevano punte di -23°C; in questo modo si è potuto verificarne la funzionalità, la resa termica e i relativi consumi in prodotti sia da interno sia da esterno. In seguito si sono sviluppati sistemi di controllo elettronico delle temperature, sistemi di integrazione sotto cartongesso e sotto intonaco e radiatori elettrici in Fibra di Carbonio. Nel 2006 l’intera gamma dei prodotti Thermal Technology è stata presentata al mercato italiano riscontrando un grande interesse per i bassi consumi, l’aspetto ecologico del sistema e la praticità di applicazione; lo stesso interesse è stato poi manifestato in tutta Europa.
Il sistema in Fibra di Carbonio per uso residenziale è stato studiato sia per le nuove costruzioni sia per le ristrutturazioni; è un materassino di soli 4 mm di spessore realizzato a misura del progetto con una potenza riscaldante al metro quadro calibrata sulle esigenze di ogni stanza. È un prodotto disponibile sia in versione modulare che a misura con tempi e costi di messa in opera molto contenuti: se confrontato con sistemi radianti ad acqua il costo di installazione è inferiore del 40%, mentre quello di gestione varia in funzione dell’isolamento termico realizzato nell’immobile: dal 6% al 46% secondo la classe energetica (dalla D alla A). Rispetto ai cavi tradizionali in rame, la Fibra di Carbonio ha un’efficienza superiore al 44%, è durevole nel tempo, non ossida e mantiene la stessa efficienza a qualsiasi temperatura. Inoltre è ecologica in quanto non utilizza materiali inquinanti e si integra con qualsiasi forma di energia alternativa che produca energia elettrica, ma la caratteristica più importante per il benessere individuale è la trasmissione “radiante” del calore (come avviene per il sole), che rispetta il tasso di umidità e riscalda la persona in modo uniforme, sano e salutare. 
A Busto Arsizio, in provincia di Varese, c’è l’azienda Thermoeasy che è specializzata nella messa in opera dei prodotti Thermal Technology con una precisa filosofia: un’ottima messa in opera garantisce sia l’efficienza che la durata di questa linea di prodotti assolutamente innovativi.
PUNTA IL TUO SMARTPHONE, INQUADRA IL QR, SCATTA E SCOPRI NUOVI CONTENUTI. POTRAI TROVARE UTILI INFORMAZIONI SUL RISCALDAMENTO ELETTRICO IN FIBRA DI CARBONIO. UNA SOLUZIONE EFFICACE E DECISAMENTE CONVENIENTE APPLICABILE SIA IN FASE DI RISTRUTTURAZIONE SIA IN EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE. 

http://pro.dibaio.com/thermal-prodottiRiscaldamento elettrico in fibra di carbonio
http://pro.dibaio.com/thermoeasy

condividi :
Le nuove generazioni di cucine a legna
16/12/2005
Ambient: la cascina dell’ingegnere
06/10/2005