ARCHITETTURA FARE PENSARE

Riscaldamento d’altri tempi

Progetto di: Pierpaolo Court, architetto
Servizio: Luisa Carrara
Foto di: Athos Lecce

Vivere in alta montagna in un piccolo borgo dell’Alta Val di Susa. Il racconto di una antica casa contadina originaria del Settecento in cui ci si riscalda ancora con il sistema tradizionale delle stufe a legna.

Living in the high mountains in a small village of Alta Val di Susa. The story of an ancient country house built in the 18th century, where the heating system is still the traditional wood-fire stove.

Un professionista torinese ha saputo ristrutturare questa antica costruzione settecentesca, con l’impiego di soli materiali di recupero della zona, trasformandola in una calda e accogliente abitazione, dove aleggia indisturbato il vento della tradizione alpina. L’interno si apre sul soggiorno, uno spazio adiacente la zona pranzo, arredato con mobili antichi recuperati nella valle. Un piccolo dislivello separa le due zone giorno, che pur mantenendo intatta la loro autonomia funzionale si integrano armoniosamente nel loro stile tradizionalmente montano. Anche il riscaldamento rimane quello tradizionale: i proprietari riscaldano gli ambienti rigorosamente “a legna” e solo in casi eccezionali usufruiscono di un sistema ausiliario con termoconvettori elettrici che si possono accendere con un comando a distanza. Nel soggiorno un grande camino porta aria calda anche nelle due camere da letto.

Un’ architettura che sembra aver recuperato il valore di un’ antica semplicità,
in un incontro obbligato tra passato e presente.
An architectural design that seems to recover the value of the past austerity
in a forced combination of past with present.

Nelle foto: l’angolo della cucina, aperto sulla sala da pranzo e attrezzato con un mobile in muratura corredato da una serie di ante in legno recuperato. La ricerca di un’atmosfera d’altri tempi emerge anche in questo locale, attraverso l’mpiego di una cucina a legna (in alto), presenza significativa sia dal punto di vista funzionale che formale.
On the left, the kitchen corner faces the dining room and is equipped with a walled cupboard with a range of doors in salvaged wood. The research for past times atmosphere is clear also in this room through the use of a wood-fire kitchen (above), an important item from both functional and formal point of view.

A Turin professional was able to use this ancient 18th century building by means of salvaged materials of the area, turning it into a warm and welcoming home in the sign of alpine tradition. At the entrance there is the living room, a space adjacent to the dining area, furnished with ancient furniture salvaged in the valley. A small rise divides the two living areas that, even though keeping their functional independency, harmoniously combine with their traditionally mountain design. Also the heating is traditional: the owners heat the rooms by means of “wood-fire” and only in exceptional cases they use an auxiliary system with electrical heating-convectors that can be switched on by means of a remote control. In the living room a large fireplace brings the heating also in the two bedrooms.

Nelle foto: una vecchia pentola in rame appoggiata alla parete, diffonde caldi riflessi e diventa un singolare elemento decorativo. In basso, nella taverna, sotto volte a vela che alternano la muratura intonacata bianca all’impiego della pietra lasciata a vista, è stato sistemato un grande tavolo e due semplici panche in legno, pezzi di antiquariato locale. Nella pagina a fianco, una vista della camera padronale dove si esibisce protagonista la struttura a travi a vista del soffitto ligneo. Per il bagno, realizzato su due livelli, è stato scelto un rivestimento sulle tonalità del verde.

In the side, an old pot in copper resting on the wall as a decorative element with warm reflections. Bottom, in the tavern, under rib vaults that alternate white plastered masonry and stones at sight, there are the large table and the two essential wooden benches, local antiques. In the side page, a view of the owner bedroom, where the structure with beams at sight towers in the wooden ceiling. For the bathroom, made on two levels, a covering with green nuances.

LA CUCINA ECONOMICA IERI E OGGI

Tornata oggiin uso, particolarmente nelle case di montagna o di campagna, la tradizionale cucina economica venne inventata in Inghilterra nella prima metà dell’Ottocento. Questa particolare cucina è così chiamata perché era provvista di moltissimi accessori; veniva utilizzata per diversi usi domestici e permetteva di consumare meno combustibile rispetto al camino. E’ in ghisa, acciaio e terra refrattaria, costituita da una piastra principale dello spessore di 2,5 cm circa sulla quale si appoggiano le pentole ed i vari oggetti che devono essere riscaldati. E’ provvista di uno sportellino principale nel quale si brucia la legna o il carbone e di un cassettino sottostante, estraibile, nel quale si ammucchia la cenere che viene poi buttata via; altri due vani con sportelli servono per cuocere o scaldare le vivande.

La parte inferiore della cucina, in cui si trova il vano scaldavivande è la parte più fredda, mentre la piastra in ghisa è quella più calda per il semplice motivo che il calore tende a salire. Presenta il pratico vantaggio di riscaldare rapidamente un ambiente, dove magari, si soggiorna per tempi brevi . Per gli appassionati della tradizione le possibilità di scelta sono davvero molte e non va dimenticato che una bella cucina economica può diventare anche un valido elemento di arredo per la nostra casa.

TODAY AND YESTERDAY RANGE COOKER

Today the traditional range cooker, which was invented in Great Britain in the first half of the 19th century, is still fashionable, in particular in mountain or country houses. This special cooker was equipped with many accessories and used for different services allowing to waste less fuel compared with the fireplace. It is in cast iron and refractory and made with a 2.5 cm thick main ring, on which pots and different objects that have to be heated are laid. It is equipped with a small main shutter, where wood or carbon burns, and a pull-out small drawer underneath, where ashes are gathered; other two shelves with shutters are used to cook or heat up food. The bottom of the cooker, where there is the chafing dish is the cooler side, while the cast iron ring is the hot-test one, as heat tends to climb. It has the advantage to quickly heat a room where sometimes we stay for only a short time. For the lovers of tradition there are many choice opportunities and a beautiful range cooker can also be a valid fur-nishing element of our house.

condividi :
Le aziende informano
11/04/2006
Una piscina che lega col rustico
30/10/2006