PENSARE

Il margine e il pendio nella riconfigurazione del paesaggio

Quello che definiamo paesaggio è insieme realtà naturale e culturale, interfaccia tra spazio fisico e mentale; sottende relazioni fra gli elementi che lo costituiscono e, spesso, gli aggettivi che lo caratterizzano, ne identificano il mondo a cui appartiene. Tutto è paesaggio: la differenza tra un paesaggio e l’altro è semplicemente la diversità dei fattori e delle relazioni che si instaurano al suo interno.
Ci sono due interessanti varietà di paesaggio da indagare, che hanno impresse in sé relazioni fortissime con la morfostruttura, il margine e il pendio. Non è importante distinguerne la localizzazione specifica nel territorio italiano perché non si allontanano di molto dal contenuto semantico della più vasta tradizione mediterranea. Come scrive Braudel: … il Mediterraneo è mille cose assieme, non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi.
La coscienza progettuale che qui identifica i progetti di architettura deve confrontarsi con caratteri universali come il luogo e l’identità, intercambiabili anche per altri luoghi…

L’articolo completo è disponibile in
ARCHITETTURA E CITTA’ 6
Acquistalo online o in Edicola! 

condividi :
FIDEC 2018 L’INNOVAZIONE DEL COSTRUIRE
15/11/2018
360° mini appartamenti
29/09/2005