ARCHITETTURA FARE PENSARE

Quattrocento anni di tranquillità

TEGOSTIL PER S. BAUDOLINO AD ALESSANDRIA
Una chiesa moderna, dotata di un ampio spazio per l’aula celebrativa. Quando si è reso necessario un intervento di ripristino del tetto, il progettista ha scelto Tegostil®, la copertura facile da posare, di grande resa estetica, che recenti studi dimostrano capace di reggere le intemperie per 400 anni.

La copertura della chiesa di S. Baudolino, realizzata in pannelli di rame dalla grande resa estetica, di facile posa, ecocompatibili, dotati di grande capacità di coibentazione. (Copertura Tegostil® messa in opera da Tecnocoperture,di Bovisio Masciago – MI)

Oggetto dell’intervento è il rifacimento della copertura della Chiesa dedicata a San Baudolino, Santo patrono di Alessandria, e quindi di fondamentale interesse per la città piemontese. La struttura in esame è basata su forme e volumi di impostazione moderna, che permettono alla chiesa di integrarsi in modo armonico nei confronti dell’ambiente architettonico-urbanistico circostante: “….ogni tema in architettura è complesso, deve tenere conto di un’infinità di variabili, di innumerevoli elementi tecnico-strutturali, funzionali, compositivi….., interdipendenti tra loro, da organizzare e da definire rigorosamente secondo una logica stretta che tenga conto del momento storico in cui si opera e quindi di quel bagaglio di valori tradizionali che costituiscono la cultura del tempo” . Come già si nota dalla pianta dell’edificio, l’insieme dei volumi (rappresentati da geometrie regolari), danno vita ad un andamento dinamico, vivo, che parte dai percorsi della navata unica, fino alla copertura, quest’ultima oggetto dell’intervento esaminato in questa sede. Planimetricamente la costruzione si basa su due assi compositivi: il primo impostato sul tabernacolo, il secondo sul presbiterio e sull’altare. Analizzando la pianta è possibile infatti constatare come dal tabernacolo, centro ideale e punto focale della composizione, si dipartano una serie di direttrici e tangenti che danno vita ai percorsi e agli stessi alzati prospettici. La chiesa, realizzata negli anni 1974-79, si presenta ancora oggi con un’accurata ricercatezza architettonica e funge da calamita alla vita del quartiere. L’edificio, sito all’interno di un’area verde privilegiata, svolge un ruolo fondamentale nei confronti dei fedeli in quanto elemento di culto, ed è importante perciò che esso sia valorizzato sia nell’impatto visivo sia nella scelta degli stessi materiali costituenti la struttura. Ecco perchè l’Architetto Claudio Biffi (Alessandria), in qualità di Progettista e Direttori Lavori ha optato per il rifacimento della copertura con un sistema quale il Tegostil®, in modo da garantire nei confronti della committenza una sicurezza adeguata in merito a manutenzione, isolamento e coibentazione. Il posizionamento del Tegostil®, perfettamente compatibile con i criteri e i canoni estetici previsti dalla normativa di zona, ha permesso di sostituire il manto preesistente rispettando appieno la necessità di vincoli estetici e di integrazione urbanistica nei confronti del costruito circostante, evitando altresì di appesantire la stessa struttura portante del tetto. Trattandosi inoltre di un edificio dagli ampi spazi interni, e necessitante quindi di particolari accorgimenti per poter garantire un’adeguata coibentazione sia termica sia acustica, il progettista ha optato per l’impiego del Pannello in rame, avente sistema di isolamento e di coibentazione all’intradosso. Tutto ciò evidenzia la grande versatilità di Tegostil®, un prodotto moderno che basa i propri punti di forza sulla tecnologia riscontrabile nello studio degli stessi elementi costituenti: rame, acciaio, alluminio preverniciati, accoppiati tramite uno speciale incollaggio ad un pannello in polistirene espanso autoestinguente in classe 1 ed avente densità di 25 kg/mc. Quanto sopradescritto si traduce in praticità di posa, funzionalità del prodotto, risparmio economico nel tempo, rispetto per l’ambiente ed ecocompatibilità di tutti i suoi materiali costituenti. La tecnologia progettuale si evidenzia in particolar modo nella microventilazione interna presente nei Pannelli Tegostil®, creata appositamente per evitare condense ed assicurare, grazie allo spessore massimo di 85 mm del polistirene, una trasmittanza termica inferiore a quella di un tradizionale muro di laterizio e paragonabile a quella di un pannello di sughero dello spessore di 3 cm. Il concetto modulare della produzione Tegostil®, permette inoltre di ricoprire falde dalle forme più diverse, grazie ad un programma di calcolo specifico che consente l’elaborazione e lo sviluppo grafico dei progetti, in funzione del quale si può definire con una precisione ottimale il numero e le dimensioni degli stessi moduli, aventi larghezza di 1060 mm e lunghezza variabile da 1150 a 6050 mm, evitando così inutili sfridi ed eventuali soluzioni di scarto. Il materiale impiegato nella ricopertura della chiesa di San Baudolino inoltre, è il rame, un materiale che, unitamente ad un riscontro estetico di elevata e riconosciuta qualità estetica, garantisce una durata pressochè eterna degli elementi costituenti la copertura: dagli studi teorici eseguiti relativi alla lastra di rame Tegostil®, sembra che questa possa durare circa 400 anni senza che possano avvenire dei riscontri negativi in merito alle ossidazioni del metallo! Altro punto di forza dei moduli, è in effetti rappresentato dall’assenza totale di manutenzione nel corso degli anni, proprio grazie alle sue caratteristiche di posa ed ai contenuti tecnologici in esso contenuti. D’altronde una tipologia architettonica quale una chiesa, deve essere progettata e soprattutto realizzata in maniera tale da durare nel tempo (essa deve essere o divenire un punto di riferimento ed un’icona indelebile nel corso degli anni). E’ fondamentale quindi che questa sia pensata e soprattutto costruita con materiali di prima qualità, resistenti e duraturi.

condividi :
In cucina tra legno e pietra
31/07/2005
Soluzioni / Solutions
28/07/2008