ARCHITETTURA

Prefabbricata in laterizio

L’idea di Helmuth Leitner, titolare dell’impresa edile Leigsch, operativa da 27 anni, era di trovare una soluzione ai problemi dei clienti, per i quali il costruire era quasi diventato un orrore, con costi alti, tempi lunghi e alla fine il prodotto non era quello che ci si aspettava.
Nei primi anni del 2000, con la nascita della ditta ALPHOUSE, case prefabbricate in laterizio, si sono analizzati i tempi di realizzazione di una casa, compresi quelli di progettazione e relative autorizzazioni, per poi investire in un sistema per la produzione di pareti prefabbricati in laterizio.
Così è nata la prima e unica casa prefabbricata in laterizio in Italia: un’idea di successo, anche perché i sondaggi sulle case prefabbricate in legno dicevano che il 90% dei clienti sceglieva la casa in legno in assenza di alternativa, il 7% aveva la preferenza per il legno e il rimanente 3% ha fatto la scelta perché conosceva le aziende.Con le pareti prefabbricate in laterizio, con l’organizzazione del cantiere (si può costruire fino a 500 chilometri di distanza), con due tecnici all’interno, che si occupano continuamente di ottimizzare la realizzazione della case, si sono focalizzati tre punti dove si può risparmiare senza perdere in qualità:
1.) L’involucro (muri, tetto, finestre, pavimenti)
ALPHOUSE ha il grande vantaggio, essendo esecutore di tutto l’involucro, di sintonizzare gli interventi, analizzando per ogni progetto individuale i punti dove ci sono le più grosse perdite di energia.
Spesso succede nella costruzione tradizionale che i singoli elementi dell’involucro, sotto l’aspetto dell’isolamento e/o della qualità, sono sottodimensionati o addirittura sovradimensionati, talvolta perché ogni venditore vuole distribuire il suo miglior prodotto.
2.) La soluzione energetica
Spesso la scelta dell’impiantistica per il riscaldamento e la fornitura del fabbisogno di energia in generale per una casa viene fatta sotto aspetti standardizzati.
Si sceglie caldaia a gas o a pellets, pompa di calore, geotermico o fotovoltaico senza tener conto della soluzione migliore per il singolo progetto e anche del fattore del minor consumo di una casa nuova costruita con i parametri CasaClima.
Il risultato è la sproporzione tra l’investimento e il consumo di energia. Un esempio tipico è la geotermia per casa unifamiliare.
3.) La campionatura di finiture
Nella scelta delle finiture ALPHOUSE offre una vasta scelta e spende parecchio tempo per consigliare al cliente il prodotto ideale. Si evitano scelte sbagliate o spesso inutili che alla fine costano soldi: il cliente va fuori budget, non riceve la casa che sogna e si lascia troppo influenzare da altri, piuttosto che seguire ragione e sentimento.
ALPHOUSE segue il suo slogan “vogliamo che edificare diventi un’esperienza piacevole…”.
Il progetto esecutivo studiato nei minimi dettagli, la presentazione tridimensionale della casa, i tempi brevi di costruzione, il prezzo fisso, un unico interlocutore sono le armi vincenti.La casa in muratura prefabbricata
pro.dibaio.com/alphouse

condividi :
Le scale
31/07/2005
Il comfort delle superfici, il fascino dei materiali
25/05/2012