ARCHITETTURA

Anima Walser e spirito hi-tech

Il tempo oggi è il lusso più importante. E allora cosa c’è di meglio di un’oasi che ci riporti ai ritmi lenti della montagna. A due ore da Milano, a un’ora dalla Malpensa, a dieci minuti in auto dagli impianti di Alagna Valsesia, collegati alle piste del MonteRosaski, c’è il villaggio di Prà di Riva. Sullo sfondo la parete sud del Monte Rosa, imponente sulle eleganti baite del villaggio che riprendono le linee delle antiche case dei Walser. Pietre tagliate a mano, legni lavorati con cura come nei rifugi di quel popolo che nel 1300 venne a cercare la libertà nelle valli alpine.

Il villaggio si trova a Riva Valdobbia (Vc), si raggiunge uscendo a Romagnano Sesia sulla A26 e seguendo i segnali per Alagna Valsesia.
I garage sono sotterranei e collegati con la Spa e i vialini di accesso alle baite. Allo stesso livello c’è la lavanderia del villaggio. Tutte le baite sono circondate dalle lobbie, le balconate usate dai Walser per mettere ad asciugare il fieno, e hanno i tetti in beole, grandi lastre di granito, come vuole la tradizione locale.
Il villaggio risulta così perfettamente integrato con le antiche frazioni della Valsesia.Una libertà che si può trovare ancora oggi, in questo villaggio dove, come nelle frazioni Walser, ci sono un forno e un orto comune. Ma non solo: lo stile tradizionale si fonde con la tecnologia. Si vive avvolti dall’odore del legno, con i servizi di un attico a Manhattan: grazie alla domotica si può accendere il riscaldamento con una telefonata da lontano o controllare la meteo con la web cam sul villaggio. Prà di Riva, ai suoi abitanti in cerca di benessere, offre anche una splendida Spa, con un’ampia piscina nella quale si può nuotare o semplicemente godere il piacere dell’idromassaggio. (Alturia)

condividi :
Grandi vetrate etetti in paglia
06/06/2011
Anteprima: la piscina
06/09/2005