ARCHITETTURA

Un intervento di riqualificazione con piscina

Nella campagna attorno a Bergamo, un progetto nato dalla volontà dei proprietari di riqualificare la porzione di area posta a Nord degli edifici destinati a residenza di famiglia, facenti parte di un complesso rurale.
La riqualificazione di quest’area è avvenuta attraverso la demolizione delle strutture esistenti, la ridefinizione degli spazi e dei percorsi, la realizzazione di una piscina e di una nuova illuminazione.
Il principio del progetto nasce da una costruzione posta a Nord, da cui deriva la posizione e il modulo costruttivo del nuovo porticato centrale.

APPROFONDIMENTO
Usa il link per avere approfondimenti tematici
Punta il tuo smartphone oppure digita il linkpro seguito dalla stringa chiave
Es: http://pro.dibaio.com/arch-gamba
<Video, schede web, approfondimenti, dettagli prodotto e altro ancora>Questo nuovo edificio è costituito da pilastri in acciaio e legno e da una copertura tradizionale a capriata con manto in lamiera di zinco. Aperto su tutti i fronti, il portico rappresenta la zona d’ombra dello spazio aperto ed ha una funzione al tempo stesso ludica e al servizio dell’attività agricola, in quanto in parte sarà attrezzato con barbecue, tavoli e sedie ed in parte destinato a deposito di prodotti agricoli (fieno e cereali). A Sud, tra il nuovo porticato e la cascina è stata realizzata una piscina a sfioro di medie dimensioni (ProGreen srl concess. Piscine Castiglione). A servizio della piscina sono presenti dei vani tecnici interrati per l’alloggiamento degli impianti di trattamento dell’acqua, realizzati sul lato Ovest della vasca ed accessibili tramite una scala esterna.
La piscina ha un bordo in pietra basaltina ed un rivestimento in pvc bianco. La pedana a sbalzo sull’acqua è in teak. La pavimentazione di tutti i nuovi spazi e percorsi è in pietra grigia, alternata a campi di acciottolato, ad eccezione del pavimento sotto il portico centrale.Arch. Massimiliano Gamba
Si laurea a pieni voti presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano nel 1996, con la tesi “Utopia e antiutopia nella tecnologia dell’architettura di Renzo Piano e Aldo Rossi”.
Nel 1998 avvia il proprio studio professionale dove tutt’ora svolge e coordina l’attività di progettazione nell’ambito del design, dell’architettura e dell’urbanistica.
In qualità di esperto di tutela paesistico-ambientale, svolge attività di consulenza presso varie pubbliche amministrazioni.

condividi :
Bagno
31/07/2005
Marco Aurelio in atmosfera protetta
16/01/2007