ARCHITETTURA

Nuovi progetti per il futuro

Barcellona si prepara ad accogliere la XV edizione dei Campionati Mondiali di nuoto. Gli impianti dove si terranno le gare del mondiale sono: il Palau Sant Jordi per il nuoto sincronizzato, dove è stata allestita una piscina di 50 metri, la Piscina Municipal de Montjuïc, la Piscinas Bernat Picornell per la pallanuoto e la Moll de la Fusta per il nuoto di fondo e i tuffi da grandi altezze. 
Un evento che mette la piscina in primo piano e ne evidenzia i valori di cui da sempre il periodico LA PISCINA si fa portatore: Sport – Aggregazione – Salute. 
Rappresentativa di questo comparto Assopiscine – l’Associazione Italiana Costruttori Piscine, punto di riferimento per tutti gli operatori del settore. 
Al suo Presidente – Ing. Ivano Pelosin – abbiamo rivolto alcune domande per individuare le iniziative volte a far crescere e a promuovere le aziende italiane sia sul territorio nazionale, sia all’estero. 
Cosa sta facendo Assopiscine per promuovere e sostenere le imprese del settore, in questo momento di grave crisi economica?
In sintesi, Assopiscine si sta impegnando a organizzare dei corsi di formazione e aggiornamento per i dipendenti delle aziende associate; ha stipulato un tariffario 2013 che rispetta e include i costi di una manodopera qualificata, sta inoltre stipulando una convenzione con una società per il finanziamento al consumo. Il Credito sportivo è poi un altro strumento per agevolare la costruzione di nuovi impianti pubblici, in un momento in cui le amministrazioni locali sono in affanno. 
Quali azioni ha intrapreso l’Associazione per promuovere le aziende italiane all’estero?
Assopiscine da sempre rappresenta e tutela gli interessi delle aziende italiane in ambito europeo. Come socia fondatrice di EUSA (European Union of Swimming Pool and Spa Associations) partecipa a tutte le iniziative sia in campo normativo in sede CEN, che di marketing con l’istituzione dell’European Pool Award, rappresentando le aziende, lo stile e la peculiarità del nostro mercato. 
Stiamo promuovendo la partecipazione collettiva delle aziende italiane che sono o vogliono essere presenti nelle fiere di settore estere per contenere i costi e cercare di costruire un’immagine di Sistema Paese anche nel settore piscina. 
L’obiettivo più ambizioso è quello di promuovere anche nel settore piscine e centri benessere il Made in Italy: lo stile, la cura dei dettagli costruttivi, i materiali e la capacità tecnica che, in altri settori, hanno reso famosa l’Italia nel mondo. 
Recupero, riqualificazione e riuso sono i grandi temi legati al mondo dell’edilizia e all’architettura contemporanea. 
Come si sta muovendo il settore delle piscine in questo ambito? 
I costruttori più attenti, seri e qualificati sopportano meglio di altri la crisi che colpisce anche il nostro settore, proprio grazie alle ristrutturazioni e riqualificazioni di vecchi impianti. Le aziende che negli anni hanno investito anche nel dare un servizio di assistenza, mantenendo un contatto con il cliente, sono non solo favorite, ma sovente sono l’unico interlocutore per la ristrutturazione della piscina. 
Le agevolazioni fiscali (detrazione Irpef per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio) previste anche per la ristrutturazione delle piscine sono state prorogate fino al prossimo 31 dicembre 2013. È una buona occasione da sfruttare per stimolare la ristrutturazione delle piscine più vecchie nel periodo autunnale, normalmente meno 
pieno di lavoro per i nostri associati costruttori.
condividi :
GIOIELLI PREZIOSI ED ELEGANTI
28/02/2016
La protagonista dell’arredo
13/12/2006