ARCHITETTURA

Il pellet: una nuova fonte energetica

La materia prima utilizzata è principalmente il legno: si tratta spesso di residui della lavorazione industriale

Il pellet rappresenta una validissima alternativa alle tradizionali fonti energetiche per il riscaldamento. In primo luogo non inquina essendo un prodotto biocompatibile, le sue emissioni di anidride carbonica sono nulle, sono infatti pari a quelle che una pianta assorbe per produrre la stessa quantità di pellet.
È un prodotto totalmente naturale, ottenuto da poche e semplici lavorazioni meccaniche attraverso le quali la segatura di legno, finemente lavorata, viene fatta passare attraverso una filiera con fori di dimensioni che vanno dai 6 ai 12 millimetri e quindi trasformata in piccoli cilindri di varie misure ad elevata densità.
Questo processo di lavorazione genera un elevato calore che favorisce l’effetto legante della lignina (sostanza naturale presente nel legno) la quale ne determina la compattezza e garantisce il mantenimento della forma dei pellets ottenuti e quindi la possibilità di utilizzarli come combustibile per stufe, camini e caldaie. Infine è comodissimo da usare e produce pochi residui di cenere e, non ultimo, costa relativamente poco.
In passato gli scarti del legno come la segatura venivano invece buttati o utilizzati solo in parte, mentre oggi grazie all’invenzione del pellet ed una sempre maggiore coscienza ambientale, questi materiali residui hanno una seconda vita ed un utilizzo pari al 100%.
Il pellet è quindi un prodotto totalmente naturale e molto rispettoso dell’ambiente.
Sicuramente il pellet rappresenta la più valida alternativa ai tradizionali combustibili da riscaldamento: è facilmente reperibile, pratico da trasportare, ecologico, economico e sicuro. Il pellet viene confezionato in sacchi da 15 Kg, di minimo ingombro e che ne agevolano il trasporto, inoltre non sporca e non fa polvere quando viene manipolato. La qualità principale del pellet è data dalla sua elevata resa termica (superiore all’80%) e dal suo bassissimo residuo finale di ceneri (0,58%). Come fare a riconoscere il buon pellet da quello di scarsa qualità? Alcuni dicono di guardare il colore, se è scuro è di buona qualità, se è chiaro è di scarsa qualità.
Altri ancora dicono di bruciarne alcuni pezzi e vedere se lascia residui di cenere fine o spessa, ecc.La tecnologia incontra il design e uno spiccato gusto vintage nella nuova gamma di accessori per la stufa della linea Habitat: Giò è un simpatico porta pellet dalla forma a secchiello ed è disponibile in differenti e gradevoli colori a partire dal nero e bianco, fino al verde, beige e arancione. (Mod. Giò della linea Habitat, Apros)Una stufa dal design elegante e moderno disponibile in 3 finiture per ogni modello: acciaio verniciato nero, vetro nero e pietra ollare. Ha camera di combustione, porta e braciere in ghisa, ideati per durare nel tempo, con la tecnologia della doppia combustione pulita, per una resa massima nel rispetto dell’ambiente. È dotata di cassetto cenere di grande capacità, che consente di avere una maggiore autonomia. Il vetro è autopulente, per una manutenzione ridotta ed una perfetta visione della fiamma. Ha fino a 6 programmi giornalieri e settimanali: manuale, automatico o con termostato.
Schermo LCD a scomparsa, telecomando e controllo GSM opzionale.
(Mod. PF 800, Jøtul)La linea Hydro si compone di 10 termostufe di diversa potenza termica che assicurano una facile pulizia e una minima resa con consumi ridotti e grande silenziosità. Un sistema tecnologico all’avanguardia garantisce infatti un rendimento termico oltre il 90% e, grazie al funzionamento a pellet, un risparmio fino al 60% rispetto ai combustibili tradizionali. Una forma di riscaldamento completa: le termostufe Hydro oltre ad emettere calore radiante che si diffonde nell’ambiente, scaldano i termosifoni ed alcuni modelli possono generare acqua calda sostituendo lo scaldabagno! Queste stufe si integrano perfettamente all’interno del sistema di riscaldamento già esistente: tradizionali, a pavimento e con impianti solari termici. (Linea Hydro, Ravelli)Queste innovative stufe sono progettate per trasferire all’acqua la quasi totalità del calore prodotto.
Ed è proprio questo il principale parametro da osservare per una stufa idro, che non deve surriscaldare la stanza in cui viene inserita tramite irraggiamento, ma deve cedere la maggior parte del calore all’acqua. Solo in questo modo può riscaldare tutti gli ambienti della casa, con un notevole risparmio.
Sono dotate di un innovativo focolare dalla forma poligonale a semicerchio, che circonda quasi completamente la fiamma: in questo modo viene limitata al massimo la dispersione di calore dal vetro, permettendo comunque una piacevole visione del fuoco. (Ecofire® Marta Idro, Palazzetti)Le stufe a pellet normalmente vengono tarate e regolate ipotizzando un loro utilizzo con i pellet più diffusi (quelli chiari di faggio e abete). La qualità del pellet dipende da molti fattori: il tipo di essenza, la granulometria, il suo stato di conservazione, la modalità di manipolazione, la modalità di essicamento, quella di macinazione ed il processo di cubettatura. La scelta del tipo di essenza dipende essenzialmente dalla stufa che si utilizza. Il pellet di rovere impiega più tempo ad accendersi rispetto al faggio ed all’abete, ma brucia più lentamente e produce più brace, dando vita ad una una fiamma meno viva. Al contrario, l’abete si accende molto facilmente, funziona con ogni stufa ma brucia velocemente. Il faggio rappresenta una via di mezzo tra i due.Experience the spirit of Jøtul
www.jotul.comHydro, oasi di benessere
www.ravelligroup.itIl calore che piace alla natura
www.palazzetti.itTutto il pellet viene prodotto in maggioranza da scarti di legno e può assumere colori e odori diversi a seconda del legno di provenienza.
In generale possiamo dire che il pellet migliore è quello ottenuto dal legno vergine di faggio e abete, che deve avere un colore chiaro o “bianco”, deve riportare sulle confezioni le etichette in cui sono descritte tutte le caratteristiche del prodotto (potere calorico, luogo di provenienza, ecc…), deve riportate sulle confezioni le varie certificazioni di qualità secondo le normative internazionali come la DIN 51731 o la ISO-NORM M7135, deve avere forma e misure regolari e corrispondenti a quelle indicate sulle confezioni, non ci devono essere eccessivi residui di segatura e il pellet deve essere liscio, compatto e lucido.Costa molto meno rispetto ai tradizionali combustibili fossili: a parità di calore prodotto il pellet risulta essere decisamente meno caro rispetto al petrolio o al gas metano; è una risorsa rinnovabile che troviamo anche nel nostro giardino: infatti è ottenuto prevalentemente dalla lavorazione di segatura proveniente dalla lavorazione del legname o da legno vergine.
Rispetta il Protocollo di Kyoto in materia di emissioni di CO2: essendo un materiale di origine biologica, abbassa notevoltente le emissioni di anidride carbonica rispetto ai combustibili fossili a parità di resa calorica; è comodo e facile da trasportare. Il pellet, rispetto alla legna da ardere, ha una densità molto più alta e quindi occupa uno spazio minore e può essere facilmente trasportato sfuso, in sacchetti o “Big Bag” ottenuto dal riutilizzo di materiali di scarto: con l’invenzione del pellet i materiali di scarto provenienti dalla lavorazione del legname vengono riutilizzati al 100%. Richiede pochissimo impegno per il suo utilizzo: è comodo e leggero e può essere stipato in grandi quantità limitandone i rifornimenti, può quindi essere utilizzato senza problemi anche da persone anziane o con leggeri handicap fisici; ha un costo che non subisce drastiche variazioni come il petrolio: il prezzo del pellet è stabile ed affidabile e risente meno di tutti quelle variabili che invece determinano i cambiamenti di prezzo del gas o del petrolio.
Brucia ad elevate temperature limitando le quantità di ceneri: vista la sua elevata densità e il suo basso tenore di umidità (8÷12 %) minore rispetto alle legna da ardere, brucia quasi completamente raggiungendo altissime temperature, limitando quindi le quantità prodotte di ceneri e di residui come il catrame e favorendo una pulizia più veloce della stufa o della caldaia. È un prodotto naturale e non contiene sostanze chimiche aggiunte: la compattezza e la forma a cilindro dei pellet è mantenuta tale nel tempo grazie alla lignina che ne favorisce anche la scorrevolezza e la fluidità.
Riduce la nostra dipendenza dal petrolio e dal gas: i combustibili fossili come il gas o il petrolio creano dipendenza nei paesi importatori i quali sono soggetti ai capricci del mercato e ai cambiamenti politico-sociali dei paesi produttori; è una risorsa inesauribile e senza limitazioni geografiche: essendo un materiale di origine vegetale, può essere prodotto ovunque e anche col “fai da te””, con piccole macchine apposite. Ha un funzionamento che è tutto automatizzato, dal prelievo dal serbatoio all’immissione nella camera di combustione, dall’accensione all’andamento della temperatura: questo consente un controllo automatico, come una normale caldaia a gas.Rispetto per l’ambiente, comfort e design sono i tratti distintivi della stufa a pellet Sprint, scelta ideale per riscaldare gli ambienti utilizzando materiali ecologici ed ecocompatibili.
Le contenute dimensioni, le linee curate, l’utilizzo di materiali pregiati ed innovativi ne permettono il facile inserimento in ogni ambiente, dal più classico e rustico, al moderno o minimale.
Questa nuova stufa a pellet è un insieme di arte, stile e design per arredare con il fuoco: è l’alta espressione del piacere per la perfezione.
La linea, la cui estetica è stata particolarmente curata, è espressione di un prodotto attuale, dalle elevate prestazioni e dall’alta qualità.
(Modello Sprint, Cola)LA TERMOSTUFA AD ACQUA È IN GRADO DI RISCALDARE L’INTERA ABITAZIONE, ANCHE SU PIÙ PIANI (FINO A 330 M2), E DI PRODURRE ACQUA CALDA SANITARIA PER TUTTA LA FAMIGLIA, COME UNA NORMALE CALDAIA A GAS. I FOCOLARI FUNZIONANTI AD ACQUA POSSONO ESSERE INTEGRATI IN IMPIANTI DI RISCALDAMENTO GIÀ ESISTENTI, A TERMOSIFONI O A BASSA TEMPERATURA E COLLEGATI IN PARALLELO ANCHE AD ALTRE FONTI DI CALORE COME TERMO ACCUMULATORI, PANNELLI SOLARI E CALDAIE. I VANTAGGI DELLE TERMOSTUFE AD ACQUA SONO MOLTEPLICI: GARANTISCONO UN RISCALDAMENTO UNIFORME IN TUTTA L’ABITAZIONE E PRODUCONO ACQUA CALDA SANITARIA; SI INTEGRANO FACILMENTE CON QUALSIASI ALTRO IMPIANTO PREESISTENTE E SONO FACILI DA INSTALLARE GRAZIE ALL’UTILIZZO DI UN SISTEMA PRE-ASSEMBLATO; RISPONDONO ALLE ESIGENZE DI QUALSIASI TIPOLOGIA DI CASA GRAZIE ALLA GAMMA DI MODELLI CON POTENZIALITÀ E RENDIMENTO DAI 60 M2 AI 330 M2;- GARANTISCONO MASSIMO RENDIMENTO E RISPARMIO DI SPAZIO E DENARO. GLI ALTI RENDIMENTI, INOLTRE, GARANTISCONO IL RIENTRO DELL’INVESTIMENTO IN BREVE TEMPO. (MOD. TECHNA, JOLLY MEC)IN OGNI STUFAA PELLET ESISTE UN SERBATOIO, SOLITAMENTE DI BUONA CAPACITÀ, IN CUI SI VERSANO MANUALMENTE I PELLET, DAI SACCHI IN CUI SONO CONTENUTI, GENERALMENTE FINO A SATURAZIONE. POI SI PROGRAMMA, ATTRAVERSO LA CENTRALINA DI CUI SONO DOTATE MOLTE STUFE, LATEMPERATURA VOLUTA NELLE VARIE ORE, OPPURE SI REGOLA MANUALMENTE LA TEMPERATURA E QUINDI IL REGIME DI FUNZIONAMENTO, CON LA POSSIBILITÀ, PER LE STUFE CHE NE SIANO DOTATE, DI ATTIVARE LA VENTILAZIONE, CONTINUA O A INTERVALLI. I PELLET VENGONO CONVOGLIATI DA UNA TRAMOGGIA NELLA CAMERA DI COMBUSTIONE, DOVE UN SISTEMA ELETTRICO PROVVEDE AD ACCENDERLI (NON OCCORRONO PERTANTO NÉ FIAMMIFERI NÉ CARTA NÉ ACCENDIFUOCO E TUTTO È AUTOMATICO); SI ATTIVANO L’ASPIRAZIONE PRIMARIAATTRAVERSO LE BOCCHETTE DI CUI È DOTATA OGNI STUFA (O ANCHE MEGLIO DA UNA PRESA D’ARIA ESTERNA) E LA CIRCOLAZIONE DELL’ARIA SECONDARIA CHE PROVOCA LA SECONDA COMBUSTIONE; L’ARIA CALDA VIENE CONDOTTA NELL’AMBIENTE SIA PER CONVEZIONE NATURALE CHE PER VENTILAZIONE FORZATA (NEI MODELLI CHE NE SONO FORNITI); L’ALIMENTAZIONE DEI PELLET È CONTINUA, IN BASE ALLA TEMPERATURA O AL REGIME PREFISSATI, E QUINDI NON BISOGNA FAR NIENTE PIÙ CHE PROVVEDERE ALLA RICARICA DEL SERBATOIO, AD INTERVALLI MOLTO LUNGHI, E GODERSI IN TUTTA TRANQUILLITÀ IL PIACEVOLE CALORE! LA DISPONIBILITÀ DI PELLET HA SUGGERITO, SOPRATTUTTO NELLE ZONE CON FORTE DISPONIBILITÀ DI LEGNO IN NATURA E CON ALTA DENSITÀ DI SEGHERIE E IMPIANTI INDUSTRIALI DI TRASFORMAZIONE DEL LEGNO, COME POSSONO ESSERE ALCUNE LOCALITÀ MONTANE O DISTRETTI INDUSTRIALI DEL MOBILE, LA CREAZIONE DI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PELLET NON SOLO PER USO FAMILIARE O INDIVIDUALE, MA PER UTILIZZO CONDOMINIALE, PUBBLICO E ADDIRITTURA PER IL TELERISCALDAMENTO DI INTERE COMUNITÀ. I PRESUPPOSTI TECNICI ED ECONOMICI FANNO SÌ CHE TALI IMPIANTI SIANO ORMAI COMPETITIVI CON QUELLI TRADIZIONALI A COMBUSTIBILE FOSSILE O GASSOSO E, IN QUESTI PARTICOLARI CASI GEOGRAFICI, SIANO ANZI FORTEMENTE AVVANTAGGIATI DAL PUNTO DI VISTA SIA ECONOMICO CHE LOGISTICO: IL MATERIALE È DISPONIBILE IN LOCO O NELLE IMMEDIATE VICINANZE E QUINDI SI ABBATTONO I COSTI DI TRASPORTO E QUELLI DI STOCCAGGIO SI RIDUCONO; I NUOVI IMPIANTI DI GRANDI DIMENSIONI SONO TOTALMENTE AUTOMATIZZATI E QUINDI RICHIEDONO UN RIDOTTO IMPEGNO DI LAVORO, MINORE DI QUELLI AGASOLIO OAGAS, LA RESATERMICA È ELEVATA E INOLTRE SI BRUCIANO GLI SCARTI DI LAVORAZIONE.
IL PROCESSO DI AUTOMATIZZAZIONE VA DALL’ALIMENTAZIONE DELLA LEGNA ALL’ ACCENSIONE, DALLA PULIZIA DELLO SCAMBIATORE SINO ALLA SONDA PER LA PROGRAMMAZIONE DI DIVERSI CICLI TERMICI. UN NASTRO TRASPORTATORE PORTA I MINUZZOLI DI LEGNAAL POZZO DI CEDUTA, DA QUI NELLA CAMERA DI COMBUSTIONE, A CUI AFFLUISCONO ARIA PRIMARIA E ARIA SECONDARIA PER LA POSTCOMBUSTIONE.100% casa 100% calore.
www.piazzetta.itIl silenzio è Rika
http://www.rika.at/it/B2C/Alti rendimenti, bassi consumi, grande autonomia di funzionamento, capacità di autoregolarsi ed una pratica gestione di accensione e programmazione: questa stufa, una volta raggiunta la temperatura impostata, si posiziona automaticamente al livello di potenza minima. Se la temperatura dell’ambiente aumenta ulteriormente, la stufa si arresta, per poi riaccendersi quando la temperatura si abbassa. Al raggiungimento della temperatura, la stufa avvia la funzione ECO, abbassando automaticamente la potenza della fiamma collegandosi al termostato ambiente dell’impianto esistente.
Ha un telecomando per programmazione giornaliera, settimanale e week end e, a richiesta, è possibile installare il Kit Remote Control System che permette di comandarla  a distanza con un semplice sms. (Mod. P958, Piazzetta)QUESTA STUFA A PELLET RISPONDE CON TECNOLOGIA MODERNA E DESIGN ALLE ESIGENZE DI OGNUNO DI NOI: È INDIPENDENTE DALL’ARIA AMBIENTE E, GRAZIE AL NUOVO SISTEMA DI RIFORNIMENTO PELLET, LAVORA IN MODO PARTICOLARMENTE SILENZIOSO.
ALTRI PUNTI DI FORZA DI QUESTA SOLUZIONE SONO IL CAPIENTE SERBATOIO, CHE PERMETTE UNA LUNGA DURATA DI FUNZIONAMENTO E LA PULIZIA AUTOMATICA DEL BRACIERE, OTTENUTA GRAZIE AL SISTEMA DI RIBALTA DELLO STESSO.“RIKA RISPONDE CON TECNOLOGIA MODERNA E DESIGN ALLE ESIGENZE DEI PROPRI CLIENTI” DICE L’AMMINISTRATORE DELEGATO KARL RIENER. “DA OLTRE DIECI ANNI LA CREATIVE CONSULTANCY KISKA STA ACCOMPAGNANDO RIKA LUNGO IL SUO PERCORSO PER DIVENTARE IL PRIMO FORNITORE DI STUFE SUL MERCATO EUROPEO. GRAZIE A QUESTA COLLABORAZIONE SONO GIÀ NATI DEGLI STRAORDINARI MODELLI DI STUFE A LEGNA ED A PELLET. QUESTA STUFA È PIÙ DI UNA SEMPLICE FONTE DI CALORE, È UN PEZZO D’ARREDAMENTO UNICO, IN GRADO DI FORNIRE L’ACCENTO GIUSTO AL V
OSTRO AMBIENTE”. (MODELLO TOPO, RIKA)
Segatura e trucioli di piallatura sono responsabili dell’ottima qualità di questo prodotto: sono pellet di primissima qualità prodotti con materia prima fresca tutti i giorni. Per la massima qualità e sicurezza, d’importanza decisiva è la qualità dei pellet di legno che vengono impiegati per alimentare un impianto di riscaldamento residenziale. Solo pellet puliti e di primissima qualità che hanno un impatto ambientale neutro in termini di emissioni di CO2, garantendo un riscaldamento efficiente che non rovina l’impianto. (Austrian Pellet)

La cenere e i residui di pellet sul pavimento non sono più un problema con questo aspirapolvere a traino compatto: massimo comfort, pratico design e il cavo che si avvolge tutto intorno molto velocemente per un minimo ingombro. (Freespace Evo, Hoover)COMPATTA E DALLE ALTISSIME PRESTAZIONI: UNA STUFA A PELLET CHE PRESENTA ALLA BASE UN’INNOVATIVA TECNOLOGIA DI COMBUSTIONE PER UN RISCALDAMENTO EFFICIENTE, PULITO ED ECONOMICO, ASSOCIATO AD UN ATTRAENTE DESIGN. IDEATA PER CONTENERE I COSTI DI RISCALDAMENTO E RISPETTARE L’AMBIENTE, QUESTA SOLUZIONE SI PRESTA IN MODO ECCELLENTE AD UN RISCALDAMENTO CONTINUO DI ABITAZIONI E AMBIENTI DI LAVORO. LA MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO PERMETTE UN’ATTIVITÀ COMPLETAMENTE AUTOMATICA, CON DUE DIVERSI MODI DI REGOLAZIONE. OFFRE IMPOSTAZIONI AUTOMATIZZATE IN BASE ALLE DIVERSE QUALITÀ DI PELLET (CON RELATIVA RILEVAZIONE), PER GARANTIRE UNA COMBUSTIONE PULITA E SENZA SPRECHI. HA UN FUNZIONAMENTO SICURO ED ESTREMAMENTE SILENZIOSO, CON UNA REGOLAZIONE COSTANTE E AUTOMATICA DELLA TEMPERATURA, SPEGNIMENTO AUTOMATICO IN CASO DI APERTURA DELLO SPORTELLO O VARIAZIONI DEL TIRO NELLA CANNA FUMARIA IN SEGUITO A SPOSTAMENTI O INTASAMENTI.
IL REGOLAMENTO CONTINUO DELLA POTENZA IN BASE ALLA TEMPERATURA IMPOSTATA EVITA I FREQUENTI ACCENDIMENTI E SPEGNIMENTI, DIMINUENDO COSÌ GLI SPRECHI, TUTELANDO L’AMBIENTE E RIDUCENDO LO SPORCO E GLI INTERVENTI DI PULIZIA. (MODELLO PELLETTO, HAAS + SOHN)

condividi :
Riscaldamento ecologico – Qualità made in Italy
13/12/2010
L’eredità della storia
31/07/2005