FARE

Patii e pavimentazioni in cotto antico

Un materiale come il cotto che è sempre ravvivato da sottili variazioni di colore e dalla “texture” del manufatto, risulta particolarmente adatto anche per zone abbastanza estese di pavimentazione come nell’esempio proposto in alto dove il mattone è combinato con lastre di granito liscio. Quando un terreno accumula troppa acqua può provocare umidità nelle costruzioni. Le conseguenze possono essere negative sia per l’agricoltura che per la floricoltura. Il drenaggio del patio è molto importante, soprattutto perché non tutti i patii sono isolati per l’acqua. Avere un buon sistema di drenaggio si eviteranno problemi con danni causati dall’acqua.

Posizione del patio
Ci sono alcune cose che dovete considerare, per quanto riguarda la posizione patio. Prima di tutto assicurarsi di avere una leggera pendenza sul pavimento del patio per permettere all’acqua di defluire. Assicurarsi inoltre dove si testa la pendenza, perché l’acqua deve poter andare dove si è sicuri che non comprometta sia l’edificio sia le piante, e le aiuole troppa acqua sul prato può compromettere il giardino. Quindi il patio deve essere costruito dove le pendenze sono le più virtuose.

Preparare il terreno del patio
È necessario scavare almeno 8 centimetri, e cambiare la morfologia del terreno, togliere l’humus naturale e prevedere di ricollocare della buona sabbia e ghiaia per stabilizzare il patio e così semplificare una corretta evacuazione dell’acqua piovana. Dopo aver scavato la base, posizionare la ghiaia.
Con il rastrello pianificare il terreno che ospiterà il vostro patio. Con delle belle pietre, piode piatte, quelle che ha volta si trovano ancora nei depositi edili che servivano o servono per fare il tetto delle case di montagna. Battere bene le pietre che devono entrare nel terreno: sotto la pietra è consigliata una piccola gettata solo nel centro della pietra stessa; la malta di cemento permette la stabilità della pietra stessa. Sabbia inerte deve colmare le lacune fra le pietre stesse; la sabbia assorbe l’acqua e lascia il patio asciutto. Battere bene il terreno ai bordi…

Il cotto è un materiale edile di produzione artigianale o industriale atto al rivestimento pavimentario, ottenuto da un particolare trattamento e cottura dell’argilla. A seconda del tipo di argilla utilizzato, lo spettro cromatico può variare dall’ocra gialla al rosso amaranto.
In passato era usato come materiale povero nell’edificazione di case rurali; oggi è divenuto un materiale pregiato e sempre più richiesto sul mercato.
Note città abili nelle lavorazioni del cotto sono Castel Viscardo, Faenza, Impruneta, Marsciano e Battipaglia. Richiedi qui il grande manuale che racconta tutti i segreti di questo incredibile materiale. (in collaborazione con ANDIL: Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi)
condividi :
Bellezza e risparmio
01/03/2007
I giardini della tradizione
05/11/2009