ARCHITETTURA FARE

Pareti curve


Progetti di casa felice

Un appartamento pensato prevalentemente come punto d’appoggio in cui dormire per una persona pendolare che lo utilizza solo durante la settimana. La nota che lo deve distinguere è la dinamicità.

Questo appartamento che risale agli anni Cinquanta presenta un’articolazione originaria adatta ad un nucleo composto da più persone.
Ora deve essere ripensato per una persona sola, pendolare, che lavora in una grande città durante le settimana per spostarsi a poco più di duecento chilometri nel fine settimana per raggiungere la famiglia.
L’appartamento è utilizzato prevalentemente come punto d’appoggio in cui dormire, ma deve essere accogliente a sufficienza per accogliere di tanto in tanto qualche collega per discutere di lavoro. La nota che lo deve contraddistinguere è quindi la dinamicità, e deve rispecchiare lo spirito di una personalità che è in grado di variare agevolmente le sue attività in modo del tutto spontaneo.

In Edicola

Il ricorso alle pareti curve ha proprio l’obbiettivo di conferire fluidità tra i diversi ambienti. Una parete ad “S” a due diverse altezze a sinistra dell’ingresso, definisce due aree che ospitano la zona cucina/pranzo e, nel lato opposto, la zona conversazione. Di fronte all’entrata, al centro dell’appartamento, è posto il divano circolare, realizzato su misura, al centro del quale è posto un tavolino circolare. A destra dell’ingresso, lungo la stessa parete in cui è situata la porta d’entrata, è appoggiato l’armadio della zona notte. Un piccolo controsoffitto in gesso sovrasta l’armadio, e serve come sede in cui collocare dei faretti a incasso per illuminare lo stesso armadio. Il letto è appoggiato ad un mobile realizzato su misura che viene utilizzato sia come mobile da soggiorno sia come spalliera a cui appoggiare il letto.

1. Tavolo da pranzo “Saarinen”, diametro 120×72 cm. Base e piano laminato bianchi. Knoll. Poltroncina “Saarinen” con cuscino in lana Bianca, 66×81 cm. Kartell.
2. Lavabo Dreamscape. Serie per il bagno, disegnata dall’architetto Michael Graves; offre un design dalle linee vigorose, adatto a tanti materiali da rivestimento Duravit.
3. Divano “Flap”, con schienale, braccioli e sostegni anteriori reclinabili. Struttura di base in acciaio cromato, imbottitura in poliuretano espanso. Edra.

Sul lato a cui è appoggiato il letto sono montate due mensole ricurve che svolgono la funzione di comodini. Tra la parete della cucina e la parete dell’antibagno è stato inserito un piano di cristallo utilizzabile come angolo studio. Per rinforzare il concetto di unicità degli ambienti è stato utilizzato un unico tipo di pavimentazione, il parquet laminato, che presentando buona resistenza all’umidità può essere posato anche in cucina e in bagno. L’appartamento è dominato dal blu, colore indicato per favorire il rilassamento e la concentrazione, in diverse tonalità che vanno dal celeste chiaro al blu scuro, spezzati da alcuni tocchi di giallino. Per l’arredamento sono indicati elementi di design dalle linee morbide.

condividi :
Oppido Mamertina-Palmi
09/04/2008
Semplice e naturale
20/05/2008